Siete quì: Teatro Ancona > La teatralità del movimento

La teatralità del movimento

Cosa racconta il corpo dell’attore in scena? E cosa continua a raccontare quando il testo scompare?
I principi fondamentali del mimo applicati al corpo in scena. Esercizi per sviluppare le potenzialità espressive del corpo umano e improvvisazioni guidate per sperimentarne l’applicazione ad un lavoro teatrale.
Costituzione del percorso corporeo attraverso variazioni di ritmo e tensione, focalizzazione dello sguardo, punti fissi e immobilità trasportate. Partendo da una qualsiasi azione quotidiana, trovare tutte le varianti possibili per scoprire tutte le sfaccettature espressive d’un semplice gesto.
Lo stage è indirizzato a chiunque si produca su scena, a qualsiasi livello, e a chiunque voglia acquisire una consapevolezza del proprio movimento.

Le lezioni si svolgeranno presso l’Hangar CultLab il 15, 16 e 17 aprile dalle ore 19,00 alle ore 22,00. La quota di iscrizione è di € 90,00 (da versare il primo giorno di lezione). Il termine delle iscrizioni è previsto per il 6 aprile 2009.

Stefano Amori è diplomato alla Ecôle de Mimodrame de Paris Marcel Marceau. Arricchisce la ricerca sul movimento attraverso la scherma artistica, l’acrobazia e la danza. Crea insieme a Luca Lo mazzi la compagnia di mimo ParaPiglia (www.parapiglia.it) e collabora come attore e acrobata con compagnie di diversi orizzonti in Francia.

Per info e iscrizioni:
Compagnia Vicolo Corto
Tel. 071 2900915
Cell. 3287908884 o 339 6519581 (Loretta Antonella)
compagnia@vicolocorto.it
www.vicolocorto.it

Comments

comments