Siete quì: Teatro Pesaro e Urbino > Incontro Internazionale Polifonico

Incontro Internazionale Polifonico

9 -12 settembre
36a edizione dell’Incontro internazionale polifonico “città di fano”
tante le novità di quest’anno
la musica pop al centro del festival e dei suoi dintorni

Fano – Dal 9 al 13 settembre i luoghi architettonici più belli di Fano risuoneranno delle voci e delle note del canto corale nella quattro giorni dedicata all’Incontro Internazionale Polifonico “Città di Fano”, manifestazione musicale settembrina organizzata dall’assessorato alla Cultura di Fano in collaborazione con il Coro Malatestiano e sponsorizzata da Carifano.

Dopo aver degnamente festeggiato i suoi 35 anni di esistenza e i 40 del Coro, si ripropone quest’anno con delle novità. Prima novità: il festival ha un direttore artistico, il M° Lorenzo Donati, un professionista affermato e rinomato nel campo corale che già collabora con l’Incontro da qualche anno, autore di Nuova Novella, opera composta per festeggiare i 40 anni del Coro Polifonico Malatestiano eincontro_internazionale_polifonicod eseguita in prima assoluta dallo stesso Malatestiano nella scorsa edizione del festival fanese. La scelta è nata dalla consapevolezza che la presenza di una direzione artistica, tra l’altro così prestigiosa, distingue un festival dal punto di vista qualitativo.

Pur rimanendo invariata la tradizionale formula consolidatasi in questi decenni, l’edizione 2009 è caratterizzata da una forte presenza di giovani dovuta anche alla concomitanza dell’Accademia Europea per Direttori di Coro e Cantori (dal 6 al 13 settembre) organizzata dalla Federazione Europea ogni due anni e che si svolge a Fano nello stesso periodo per la quinta volta consecutiva, quest’anno dedicata al vocal pop.

Ma anche il festival ha organizzato un suo momento formativo. Sabato 5 e domenica 6 settembre si terranno presso la sede del Malatestiano seminari di composizione e di vocalità. Il primo tratterà l’arrangiamento polifonico di musica leggera mentre il secondo è dedicato a chi vuole imparare a usare la voce per creare ritmi e suoni percussivi (ed anche a cantare). Sabato 12 nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna “Voci in Vetrina”, incontro-presentazione delle più interessanti novità nell’ambito della musica corale da parte di importanti personalità del settore.

E il vocal pop sarà il filo conduttore della manifestazione di quest’anno condiviso equamente con i tradizionali appuntamenti di musica sacra. Sempre cinque le corali che si esibiscono, tre dall’Italia, una dall’Inghilterra e una dalla Russia.

Tra le novità la “location” dell’apertura di mercoledì 9 settembre (inizio ore 21.15) in una nuova bellissima cornice. La Chiesa di San Francesco, da pochissimo accessibile al pubblico, ospiterà per la prima volta un concerto dell’incontro Polifonico (max 150 persone previo ritiro omaggio – San Pietro in Valle in caso di pioggia). Questo esordio è affidato ai londinesi Voces8, ottetto pluripremiato formato da ex cantori dell’abbazia di Westminster, uno tra i più giovani gruppi a cappella con un repertorio amplissimo che va dalla polifonia classica agli arrangiamenti originali pop e jazz. In programma undici brani di fama mondiale da Gershwin a Presley passando per Bernstein e Kurt Weill.

Giovedì 10 settembre prima serata di musica sacra nella tradizionale splendida cornice della Basilica di San Paterniano (ore 21.15). Tre le corali protagoniste. Cominciano i russi del Coro Ah Neti, una compagine proveniente da Novosibirsk che ha al suo attivo 45 anni di attività ed un ampio repertorio che spazia nella musica dei grandi compositori russi ed europei. Sarà poi la volta del Genova Coral Ensemble, giovanissima formazione di coristi in età compresa tra i 16 e i 26 anni. Nella polifonia sin dalla “tenera età”, l’ensemble ha sviluppato il gusto e la curiosità necessari ad apprezzare ogni tipo di repertorio. Saranno seguiti dai Voces8 che chiudono il concerto. Programmi omogenei con brani dal 1500 ai giorni nostri di amati compositori come Palestrina, Schubert, Monteverdi e Arvo Pärt. Il coro genovese esegue anche un pezzo del M° Donati.

Ed è di nuovo un brano di Donati con cui si apre, venerdì 11, la terza sera del festival, seconda di musica sacra a San Paterniano (sempre 21.15). Ad eseguirlo intorno all’altare il Coro Polifonico Malatestiano. I “padroni di casa” normalmente si esibiscono solo nelle edizioni con cadenza di cinque e della decina; la decisione quest’anno è nata per il desiderio di porgere un saluto, una presenza, non solo dal punto di vista organizzativo ma anche artistico. Fanno loro compagnia gli artisti provenienti dalla Russia e i cantori di Musicanova, coro romano con una significativa produzione discografica che vanta collaborazioni con Bocelli, Branduardi e Mina.

Grande chiusura sabato 12 settembre al Teatro della Fortuna con il Concerto Finale dell’Accademia Europea per Direttori di Coro e Cantori che, come abbiamo già detto, è dedicata al vocal pop. Gli allievi si esibiranno nel repertorio oggetto di studio. Un programma entusiasmante che potrà comprendere evergreen della musica leggera di tutti i tempi come Somebody to love di Freddy Mercuri, Nel blu dipinto di blu di Modugno o Il pescatore di De Andrè.

Inizio concerti ore 21.15
Tutti i concerti sono gratuiti
Modalità di accesso: San Paterniano ingresso libero; *San Francesco (capienza max 150 persone) ritiro biglietto omaggio presso la biglietteria del Teatro della Fortuna martedì 8 e mercoledì 9 settembre dalle 17 alle 19 fino ad esaurimento posti – *in caso di maltempo il concerto si tiene alla Chiesa di San Pietro in Valle; Teatro della Fortuna  ritiro biglietto omaggio presso la biglietteria del Teatro della Fortuna sabato 12 settembre dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 fino ad esaurimento posti

Info: Ufficio Cultura Comune di Fano 0721.887412/3 – info.fanoincontro@gmail.com. Botteghino Teatro 0721.800750, botteghino@teatrodellafortuna.it
www.polifoniafano.altervista.org

Comments

comments