Siete quì: Enogastronomia Ancona, Eventi > Io nino – Sapere di sale

Io nino – Sapere di sale

IO NINO – “SAPERE DI SALE”

io nino CorinaldoTorna protagonista, nella suggestiva cornice del centro storico di Corinaldo (AN), la rassegna “IO NINO” con l’appuntamento “Sapere di Sale”. Due giornate, sabato 26 e domenica 27 settembre, come ormai tradizione della kermesse, ricchissime di eventi. La rassegna proporrà una curiosa miscela fatta di approfondimenti gastronomici con richiami storici e scientifici ma anche musica, mostra mercato, degustazioni ed arte.

L’appuntamento nell’affascinante Corinaldo, scrigno di storia millenaria e di arte, che anche quest’anno ha ottenuto il prestigioso riconoscimento della Bandiera Arancione, si aprirà sabato 26 alle ore 17.30 al Teatro C. Goldoni dove sarà presentato “IO NINO-sapere di sale”.

Interverranno il sindaco di Corinaldo, Livio Scattolini; il presidente del G.A.L.”Flaminia Cesano”, Rodolfo Romagnoli; il responsabile del progetto “IO NINO”, Silvano Straccini; l’ ideologo di “IO NINO”, Ivo Picchiarelli e Piergiorgio Angelini, rappresentante AIS Marche. Modererà l’incontro Cesare Morganti, vice sindaco di Corinaldo.

Seguirà “Voluptas Carnis: gola delle carni, lussuria della carne”: lettura scenica di alcuni passi tratti dal Satyricon di Petronio, dai testi della patristica e delle regole monastiche.
Proiezioni d’immagini e colonna sonora dal vivo. voce – Claudio Tombini, musiche – Roberto Renzoni, selezione testi e immagini – Nino Finauri ( ingresso gratuito).

Per i buongustai la serata proseguirà al ristorante “I Tigli”, con una cena per celebrare il senso, la storia, le consuetudini di dispensa e mensa legate al sale nel tempo.
Dagli echi medioevali di contrasto tra dolce e sapido nel prosciutto con i fichi, arcaica consuetudine documentata nelle campagne come nelle case signorili, fino ad un dessert di ricerca e rielaborazione come la crostata di cioccolato al sale dolce, passando per le provviste storicamente conservate sotto sale (dette non a caso “salumi”), e per una preparazione fredda di cucina (o meglio “di credenza”), non a caso denominata eloquentemente “insalata”.

Costo € 25,00, vini inclusi ( solo su prenotazione al 340.4664810)

La serata s’accenderà con il concerto dei Rari Ramarri Rurali, il gruppo eco-folk-blues-agri-barricadero, tanto affezionato al Nino. Claudio Tombini (voce e sceneggiata), Nino Finauri (batteria, testi), Roberto ‘Magister’ Renzoni (tastiere, musiche), Riccardo Marongiu (basso) e Giacomo Pietrucci (sax), in piazza “Il Tirreno” proporranno il loro nuovo album dal titolo “Provinciali”.

Domenica 27, la giornata inizierà alle ore 9, con l’apertura, nel porticato del Palazzo Comunale, della Mostra Mercato dedicata alle produzioni del territorio con particolare attenzione a quelle “sotto sale”con numerosi e golosi stand gastronomici oltre all’Info Point Bandiere Arancioni, che offrirà un punto di degustazione attivo per tutta la giornata
Alle ore 10,00, il Teatro Goldoni, ospiterà la tavola rotonda “Bandiera Arancione ed Agricoltura”. All’incontro prenderanno parte il primo cittadino di Corinaldo, Livio Scattolini; Fernando De Lasi, assessore al Turismo, Associazioni di Categorie, e Suinmarche oltre Responsabile Bandiere Arancioni Regione Marche che illustrerà il progetto “Gusta l’Arancione”.

Le conclusioni saranno affidate a Carlo Maria Pesaresi, assessore alla Cultura e al Turismo della Provincia di Ancona; Marcello Mariani, assessore all’Ambiente della Provincia di Ancona e Vittoriano Solazzi, assessore al Turismo della Regione Marche.Modererà la tavola rotonda il vice sindaco di Corinaldo, Cesare Morganti.
Di notevole interesse le degustazioni di prodotti selezionati a cura di esperti proposte dal punto di degustazione “Sotto Sale” che inizieranno alle ore 12.00 con i prosciutti selezionati e alle 17 con i salumi. Gli appuntamenti , dal contenuto storico scientifico, saranno gratuiti.

Dalle ore 12.30, in piazza X Agosto, sarà attivo il punto ristoro curato dalla a Pro Loco di Corinaldo che per l’occasione proporrà bocconcini per tutti i gusti oltre a presentare dei nuovi prodotti proposti dai fornai e pasticcieri locali. Oltre alla rinomata “crescia” , sarà possibile farcire il pa’ nino ( il pane del nino) a proprio piacere.

Alle ore 15.30, il punto di degustazione “Sotto Sale” dedica anche un goloso spazio ai “giovanissimi”con il gioco “Buono o cattivo?” Test del gusto gratuito dedicato ai bambini.
Alle ore 16.00, presso il Chiostro degli Agostiniani, si potrà conoscere la “La storia del sale”, a cura di Tommaso Lucchetti e Ivo Picchiarelli e seguirà l’incontro con Enrico Gentili autore di “Maiali nella nebbia”

L’appuntamento si concluderà con le note del gruppo folk “Agilla e Trasimeno”.

Comments

comments