Siete quì: Festival Latina > Festival Internazionale del Circo

Festival Internazionale del Circo

XI Festival Internazionale del Circo
“Città di Latina”

Latina 15 / 19 Ottobre 2009
www.festivalcircolatina.com

Ancora sei numeri ammessi oggi al Festival. Entro pochi giorni sarà reso noto il nome dell’ultimo artista inserito nella rosa. E si annuncia sia un italiano.

-13 all’apertura dell’XI edizione

Dopo mesi di selezioni, rese complesse anche dall’elevato numero delle candidature pervenute, si va completando la rosa degli artisti ammessi a partecipare all’XI edizione del Festival Internazionale del Circo “Città di Latina”: le sei troupe ammesse oggi alla competizione giungeranno a Latina dalla Cina, dalla Colombia, dalla Polonia, dalla Bulgaria e dall’Ucraina. Intanto cresce la tensione per la presentazione dell’ultimo artista che, entro pochi giorni, saprà di essere inserito nella rosa di quanti si esibiranno a Latina: la produzione preannuncia che si tratta dell’unico nome italiano fra quelli in gara. E si tratta di un nome altisonante!

LATINA, 2 Ottobre 2009

E’ di oggi l’ammissione all’XI edizione del Festival Internazionale del Circo “Città di Latina” delle sei troupe che rendono quasi completa la rosa degli artisti in gara; il lavoro di selezione è risultato particolarmente complesso a causa delle numerosissime candidature pervenute, circa cinquecento, e dell’elevato profilo dei numeri proposti. I nomi resi noti soltanto oggi appartengono a scuole tanto distanti tra loro, come la scuola cinese e quella dell’America centrale, ma ciascuna caratterizzata da peculiarità che fanno di ciascun numero un florilegio di cultura ed arte.

Michael e Lucas hanno intrapreso la loro formazione in Polonia fin dalla tenera età presso le scuole di sport: i due si sono affermati nelle discipline della ginnastica fino al conseguimento di titoli e premi sia in ambito nazionale che internazionale. Al termine di una brillante carriera sportiva i due atleti polacchi si sono dedicati all’arte circense creando il Duo Vector; la loro specialità, il mano a mano, realizza il perfetto connubio tra la spettacolarità dei vari passaggi e la preparazione atletica dei due giovani artisti.

Leidy Tatiana e Francisco Javier sono due artisti ventenni provenienti dalla Colombia. I due giovani sudamericani appartengono al Circolombia, la struttura dove le discipline del Circo si fondono con le atmosfere tipiche dell’America Latina. Nel numero in scena a Latina le doti acrobatiche di Francisco Javier si coniugano con quelle di Leidy Tataiana che si esibisce all’interno di una grande ruota che il suo partner mantiene in equilibrio sulla sua testa.

La troupe Umbrella Girls proveniente dalla Repubblica Popolare Cinese è fra le più numerose tra quelle presenti al Festival. Le nove giovanissime artiste presentano a Latina due numeri di rara spettacolarità che coniugano diverse discipline dell’arte circense: i giochi icariani, l’antipodismo e l’equilibrismo. Del tutto straordinarie sono le atmosfere create dall’esibizione delle artiste cinesi che, in accordo con la tradizione della loro Scuola di Circo, si distinguono per l’impiego di costumi di rara eleganza, e di trovate sceniche di rara suggestione.

Il trio Essence è composto dalle tre giovani acrobate ucraine Evgenia Potas, Elena Kosyuchenko e Larissa Semenyuk. Al termine di un importante percorso formativo di tipo sportivo le tre ragazze si sono dedicate alle arti circensi: specializzatesi nell’acrobatica hanno potuto conseguire importanti riconoscimenti in ambito internazionale, ed hanno preso parte a numerose trasmissioni televisive. Il numero in gara a Latina mette insieme indiscutibili doti tecniche e notevoli suggestioni.

Sara Mateva, oggi venticinquenne, è figlia d’arte: i suoi genitori già negli anni ’80 si esibivano nei più importanti circhi europei. Da suo padre Sara ha appreso l’arte del trapezio e delle cinghie aeree. Nel numero in gara a Latina Sara emoziona il pubblico con le sue grandi ali bianche con le quali sembra volare all’interno del magico Chapiteau.

La giovanissima artista Zhang Yuanyuan, proveniente dalla Repubblica Popolare Cinese, si esibisce in un complesso numero di verticali alla sommità di una pila di sedie abilmente mantenute in equilibrio. Le sedie più in alto sono in contatto tra loro attraverso una sola delle quattro gambe. Il numero, di indubbia pericolosità, crea un’atmosfera di grande tensione emotiva.

Comments

comments