Siete quì: Cultura Rimini > La bellezza salverà il mondo

La bellezza salverà il mondo

Cosa intendeva proporre Dostoevskji a Miskin, il suo principe idiota, con le parole “la bellezza salverà il mondo”? L’enorme letterarietà dell’espressione testimonia quante numerose siano state le interpretazioni date, ma sicuramente misurarsi con la bellezza implica una sfida. Essa sfugge alle definizioni, ma quando ci sorprende la conosciamo immediatamente, con emozione e gratitudine, perché gli uomini hanno sempre sentito la necessità di dare un senso alla loro esistenza attraverso qualcosa che li superi e metabolizzare la Bellezza significa avviare una metamorfosi spirituale, tentare di raggiungere una sfera superiore di conoscenza e di autocostruzione.

Ma quali sono gli ambiti nei quali può (e deve) dispiegarsi tutto il potenziale umano e cosa di questi scenari dell’agire umano è bellezza? Che cosa risponde oggi ai canoni della Bellezza, in letteratura come nelle arti, nella musica, nelle scienze? Che cosa si richiede a un’opera? Dove passano i confini del bello e del brutto? Come sono cambiati nei secoli i criteri estetici, e quali sono i loro rapporti con l’etica? E quali i rapporti della bellezza con gli oggetti industriali prodotti su larga scala? La nuova rassegna filosofica, promossa dalla Biblioteca Comunale di Misano, dal titolo: LA BELLEZZA SALVERA’ IL MONDO?, curata da Gustavo Cecchini propone una serie di incontri finalizzati a ridefinire i territori, disegnare nuove mappe, capire il confine che separa il bello dal brutto.

La bellezza è lo splendore del vero, diceva Platone: è un anelito alla speciale «verità» umana e poetica dell’arte, che può risultare anche scomoda e difficile, perché implica sempre la tensione insoddisfatta della ricerca. Ma se vedere è un atto creativo, come è stato detto, che cosa siamo capaci di «vedere», oggi? Dunque la Bellezza non come esclusivo appannaggio dell’arte, ma come capacità di riflessione nell’esperienza contemporanea, nella definizione dell’identità, nella costruzione dei rapporti sociali e nell’immaginario comune. Filosofi, scienziati, architetti, liberi pensatori dal 9 Ottobre al 26 Novembre si interrogheranno a Misano su un tema che ha attraversato tutta la storia dell’umanità perché ogni tempo si è sempre messo alla prova misurandosi con la bellezza, rischiando nel suo nome, interrogando il suo enigma.

Gustavo Cecchini
Direttore Biblioteca di Misano e curatore della rassegna

Questo il programma:

Venerdì 9 Ottobre 2009
SALVATORE NATOLI
IL GRANDE STILE: estetica ed etica dell’esistenza

Giovedì 15 Ottobre
STEFANO ZECCHI
LE PROMESSE DELLA BELLEZZA

Venerdì 23 Ottobre 2009
ENZO TIEZZI
LA BELLEZZA E LA SCIENZA

Venerdì 30 Ottobre 2009
VITO MANCUSO
VERITA’ E BELLEZZA

Venerdì 6 Novembre 2009
ROBERTO ESCOBAR
IL BELLO DELLA POLITCA

Venerdì 13 Novembre 2009
MARCELLO VENEZIANI
ELOGIO E MALEDIZIONE DELLA BELLEZZA

Venerdì 20 Novembre 2009
REMO BODEI
L’EMOZIONE DELLA BELLEZZA: l’uomo di fronte agli spettacoli naturali

Venerdì 27 Novembre 2009
PAOLO PORTOGHESI
CHI SALVERA’ LA BELLEZZA?

Gli incontri si terranno presso il cinema-teatro Astra di Misano, via d’Annunzio, 20
con inizio alle ore 21,00
info: 0541.618424
website: biblioteca.misano.org

manifesto_bellezza

Comments

comments