Siete quì: Eventi, Feste popolari Roma > Carnevale romano, in scena la tradizione con spettacoli e animazioni

Carnevale romano, in scena la tradizione con spettacoli e animazioni

Dal 6 al 16 febbraio 2010 la città di Roma
rivive e mette in scena la tradizione attraverso arte equestre,
commedia dell’arte, fuochi barocchi, animazioni, parate, concerti e mostre

Una grande festa, in chiave contemporanea, all’insegna della riscoperta filologica della tradizione. Così si preannuncia il Carnevale di Roma 2010, seconda edizione della manifestazione promossa dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione e Comitato per il Carnevale di Roma – costituito in seno alla Commissione Cultura.

Dal 6 al 16 febbraio 2010, con un programma ancora più ricco rispetto alla prima edizione, il Comune di Roma rilancerà la tradizione carnascialesca nella Capitale con eccezionali spettacoli di arte equestre, momenti di animazione e commedia dell’arte nelle principali piazze del centro e nelle periferie e, al Museo di Roma Palazzo Braschi, la mostra a tema “Il Carnevale romano” in cui saranno esposte, dal 10 febbraio al 5 aprile 2010, circa novanta opere provenienti dal Museo di Roma, dal Museo di Roma in Trastevere, da collezioni private e, eccezionalmente, un prezioso abito di Roberto Capucci, “Gioiello di Donna”, appartenente alla collezione del Museo Fortuny di Venezia.

Il prestito si inserisce negli accordi più ampi di scambio artistico tra le città di Roma e Venezia nell’ambito del gemellaggio tra le due manifestazioni di Carnevale. Artisti veneziani si esibiranno nell’ambito del Carnevale romano (rappresentanze venete sfileranno nel corteo inaugurale di Roma e il trio “Maschera in musica” proporrà tre aperitivi musicali in costume). In cambio il Teatro dell’Opera di Roma porterà una produzione presso il Teatro La Fenice di Venezia.

I festeggiamenti si apriranno ufficialmente nel pomeriggio di sabato 6 febbraio con la Grande Sfilata che partirà da piazza del Popolo per proseguire su via del Corso, sulle orme del tracciato della rinomata corsa dei berberi che per secoli, fino ai primi anni di Roma Capitale, ha caratterizzato il carnevale romano.

Una sfilata che vedrà come protagonista indiscusso – oggi come ieri – il cavallo. E poi figuranti in costume, attori della commedia dell’arte, artisti equestri, carrozze d’epoca ma anche realtà culturali come i butteri laziali ed i rappresentanti del Dressage nazionale della FISE, nonché la prestigiosa presenza dei corpi militari che hanno fatto la grande storia della cavalleria italiana e che ancora oggi svolgono servizi essenziali grazie al prezioso quadrupede: i Corazzieri, la fanfara a cavallo dell’VIII Reggimento dei Lancieri di Montebello, i Carabinieri, la Polizia e il Corpo Forestale dello Stato. Un evento e un’emozione per grandi e piccini. Al corteo partecipano una sessantina di cavalli e di un centinaio di figuranti sia a cavallo sia a piedi. Voce narrante della Grande Sfilata sarà Paola Saluzzi, volto della televisione italiana, molto amato e noto al grande pubblico.

Per tutta la durata della manifestazione, da sabato 6 a martedì 16 febbraio, nelle principali piazze romane – piazza del Popolo, piazza di Spagna e piazza Navona – si svolgeranno spettacoli di animazione e commedia dell’arte dedicati a bambini e adulti. In piazza Navona la compagnia pesarese Il Carro dei Comici presenterà due nuovi scenari di Commedia dell’Arte, “AMORI IN MASCHERA” e “IL RITORNO DI SIMBAD”, ideati e messi in scena da Carlo Boso. Sempre in piazza Navona il Teatro dell’Arte presenterà le due nuove produzioni Il “CAPITAN SCARAMUCCIA” e “UN MAGNIFICO FALSO”. Tra largo SS. Carlo e Ambrogio al Corso, San Lorenzo in Lucina, Piazza di Spagna e Piazza Navona si snoderò la parata carnascialesca con artisti di strada SARABANDA. Davanti alla chiesa di Santi Ambrogio e Carlo al Corso il Piccolo Teatro Città di Chioggia metterà in scena “LE BARUFFE CHIOZZOTTE” di Carlo Goldoni, con la regia di Pierluca Donin.

Al Museo di Roma inaugurerà martedì 9 febbraio alle ore 18 la particolarissima mostra “Il Carnevale romano” che raccoglie circa novanta opere provenienti dal Museo di Roma, dal Museo di Roma in Trastevere e da collezioni private. Il gemellaggio tra le città di Venezia e di Roma istituito in occasione del Carnevale 2010 sarà idealmente rappresentato dal prestito del prezioso abito di Roberto Capucci “Gioiello di Donna”, appartenente alla collezione del Museo Fortuny di Venezia, che verrà eccezionalmente esposto in mostra. In occasione dell’inaugurazione Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini interpreteranno letture tratte da Carnevale Romano di J.W. Goethe. Inoltre, domenica 14 febbraio dalle ore 15.00 alle ore 19.00, in occasione della mostra, il Museo ospita il “CONCERTO VENEZIANO” del quartetto d’archi Musica in Maschera, in preziosi abiti settecenteschi.

Da giovedì 11 a martedì 16 febbraio Piazza del Popolo ospiterà il Villaggio della Cultura e della Tradizione, curato da Rodolfo Lorenzini per l’Accademia dell’Arte Equestre. L’area ospiterà stand, talk-show, dibattiti, incontri, spettacoli e presentazioni tesi a riscoprire e valorizzare il legame tra Roma, il cavallo ed il carnevale, in un ricco calendario di appuntamenti per tutte le età. Tra i talk-show: “PET THERAPY E DISABILITÀ” (lunedì 15 ore 16.30); “ETICA E BENESSERE DEL CAVALLO” (martedì 16 ore 12.30); “CARICAT!!” (sabato 13 ore 16.30) e “PASSO, TROTTO, CIAK” (lunedì 15, ore 18.30).

Sarà Carnevale anche all’ora dell’aperitivo nelle giornate dell’11, 12 e 13 febbraio, dalle ore 19.00 alle ore 20.00 con l’“APERITIVO MUSICALE IN COSTUME” del trio d’archi barocco in costumi e maschere veneziane del Diciottesimo Secolo presso gli spazi della Galleria Alberto Sordi, che sono stati gentilmente concessi dalla proprietà, Fondo Donatello comparto David di Sorgente SGR SPA.

Sabato 13 e domenica 14 febbraio, dopo il grande successo riscosso l’anno scorso, torna “I CAVALLI DI ROMA – Arte equestre a Piazza del Popolo” grande spettacolo equestre con la regia di Umberto Scotti, con alcuni dei più grandi nomi e con numeri in libertà, volteggio acrobatico, monta vaquera, lavoro in libertà ai suoi massimi livelli, tandem, numeri di dressage, etc… Con Alizee Froment, Hasta Luego, Jean Francois Pignon, Gianluca Coppetta, Manlio Fani, Andrea Giovannini, Pasquale Beretta, Pier Angelo Caniato, l’VIII Reggimento Lancieri di Montebello e tutti i loro cavalli-artisti. Un’occasione più unica che rara di vedere tutti insieme artisti internazionali di questo livello.
Venerdì 12 febbraio alle ore 18.30, per gli amanti del “dietro le quinte”, la possibilità di curiosare alla prova generale del grande spettacolo equestre. Per i fans degli artisti equestri presenti, la possibilità di vederli lavorare con i loro cavalli per carpirne i metodi e, magari, avvicinarli.

Sabato 13 febbraio dalle ore 14.00 Piazza Navona sarà lo scenario del FESTIVAL IZANAI YOSAKOI, spettacolo itinerante di danze folkloristiche giapponesi, a cura della Fondazione Italia Giappone.
Domenica 14 febbraio dalle ore 10.30 alle ore 14.00 20 gruppi di danza e musica rappresentativi di Ecuador, Perù, Colombia, Bolivia, Messico, Panamá, Guatemala, Venezuela, Honduras, Brasile e Paraguay animeranno le strade da Piazza Venezia passando per i Fori Imperiali fino all’Arco di Costantino al Colosseo e daranno vita al Primo Carnevale Latinoamericano a Roma.

Nel pomeriggio della stessa domenica, alle ore 15.00 in via Tiburtina prende il via l’ottava edizione del GRAN CARNEVALE ROMANO. Tra via Cave di Pietralata e Via Casal Bruciato 30.000 mq di isola pedonale ed un percorso di 1,5 km ospitareranno rappresentazioni in maschera, a cavallo tra attualità ed ironica rievocazione storica.
In occasione del Carnevale Romano le Biblioteche della Capitale ospiteranno “PANE, FIABE E CIOCCOLATA”, spettacoli per bambini, a cura dell’associazione “Oltre le Parole” di Roma. Il programma prevede letture di fiabe e storie per bambini, burattinai che si esibiranno nelle loro performance e un Pulcinella che accompagnerà i bambini e gli adulti in un percorso divertente e spettacolare.

La fascia di età adatta è quella che va tra i 5/6 e i 9/10 anni. Gli artisti sono professionisti dell’associazione con chiara fama ed esperienza nel settore: Paolo D’Isanto (attore e clown), Anna Cisternino (burattinaia e musicista), Roberto Negri (burattinaio e attore) e Yamila Suarez (attrice/clown). Gli spettacoli saranno allietati da una “merenda” giocosa e conviviale offerta dalle biblioteche a tutti i partecipanti.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Anche i teatri romani dell’Agis Lazio (Cassia, Del Torrino, Le Maschere, Morgana Music Inn, Quirino Vittorio Gassman, San Carlino e Il Sistina) partecipano ai festeggiamenti del Carnevale Romano con una serie di spettacoli e attività a tema per celebrare, insieme con il pubblico, questo straordinario evento. Grandi e piccoli saranno coinvolti nel fantastico gioco del Carnevale e avranno così la possibilità di vivere pienamente, attraverso il teatro, l’atmosfera magica di questa festa e di apprezzarne i suoi contenuti più veri. Il festoso e colorato clima Carnevalesco viene proposto sulle scene attraverso commedie musicali dal ritmo travolgente, spettacoli di marionette, feste in maschera e tanto altro.

Protagonisti di questi eventi saranno le tradizionali maschere di carnevale (Arlecchino, Pulcinella Pantalone…), i personaggi delle favole più amate, l’allegria e il divertimento. Tutti questi appuntamenti sottolineano il rapporto profondo tra il teatro e il Carnevale, tra il teatro e le maschere, tra il teatro e la nostra tradizione. Il “CARNEVALE ROMANO… A TEATRO” è, quindi, un’occasione unica per gli spettatori di tutte le età di immergersi nello spirito gioioso della festa e nell’atmosfera magica del teatro.

Il Carnevale romano 2010 si chiude con un evento eccezionale. Martedì 16 febbraio alle ore 18.30 il concerto di ANGELO BRANDUARDI “FUTURO ANTICO” dall’omonimo progetto del raffinato musicista e compositore che ha dato inizio anni fa alla realizzazione di una collana di musica antica, distribuita dalla Emi, che si basa sulla ricerca di brani del passato che vengono registrati ed eseguiti successivamente dal vivo in concerto con strumenti d’epoca. Ad oggi il progetto “Futuro Antico” è arrivato al VII “capitolo” ed è una collana in continua crescita.
A seguire, la rievocazione storica dei giochi pirotecnici chiamati “I FOCHETTI”, sparati dalla TERRAZZA DEL PINCIO, ideato e realizzato dall’Associazione Nona Invicta.

Un finale all’altezza del grande livello di tutto il programma del Carnevale di Roma 2010 che, per dieci giorni, travolgerà la Capitale con l’allegria e il piacere della riscoperta delle sue più antiche tradizioni.

INFO
060608
www.carnevale.roma.it

Segnalato da Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura
Fabiana Magrì +39 0682077386; f.magri@zetema.it

Comments

comments