Siete quì: Enogastronomia Pesaro e Urbino, Eventi, Feste popolari Pesaro e Urbino > 43° Mostra Micologica Regionale “Festa del Fungo” di San Sisto

43° Mostra Micologica Regionale “Festa del Fungo” di San Sisto


Torna la rassegna di eventi de “I Luoghi del Gusto e dello Spirito” con una altro appetitoso appuntamento. Questa volta siamo a San Sisto di Piandimeleto, piccolo borgo dove come ogni anno si svolgerà dal 25 settembre al 3 ottobre la prestigiosa 43° Mostra Micologica Regionale “Festa del Fungo“. La manifestazione trasforma il piccolo borgo di San Sisto in un palcoscenico gastronomico, culturale, scientifico ed ambientale unico, tutto rivolto ad esaltare un prodotto tipico di queste terre. L’aroma del fungo invade questo lembo “nascosto” delle Marche trasformandolo in una valle ricca di aromi.

Per questo evento, lo staff de I Luoghi del Gusto e dello Spirito propone tante attività ludiche e formative alla scoperta di una delle zone più ricche di storia e cultura d’Italia, con un patrimonio ambientale mozzafiato tutto da scoprire!

Sabato 2 ottobre:
– Ore 17:00 Visita al Castello dei Conti Oliva di Piandimeleto, al Museo della civiltà contadina e Museo della terra:
– Ore 21:00 Direttamente dalla Festa del Fungo Osservazione astronomica con telescopio professionale.

Domenica 3 ottobre:
– Ore 8:30 Piazza San Sisto – Escursione naturalistica con le guide del Centro Visite di Ponte Cappuccini;
– Pomeriggio libero alla scoperta dei profumi e dei sapori della Festa del Fungo.

Per prenotare la vostra adesione alle iniziative chiamate il 345/1076284

San Sisto: un piccolo borgo dalla lunga storia

San Sisto di Piandimeleto è un piccolo borgo in un lembo di terra che, dalla provincia di Pesaro e Urbino, tocca i confini della Toscana e dell’Emilia, è terra generosa di funghi, tartufi e tutti i prodotti del bosco. Per questo motivo la comunità locale ogni anno si raccoglie intorno alla “Festa del fungo” per promuovere il territorio, un’oasi di pace lontana dal grande traffico, ed accogliere i visitatori che sono ogni anno più numerosi.
L’abitato di San Sisto iniziò a svilupparsi nel XII° secolo grazie alla fusione di alcuni villaggi vicini operata dagli stessi abitanti del luogo. Ma la fondazione ufficiale risale al 14 marzo del 1123 per opera del Nunzio papale e proprio in quest’occasione il castello venne ribattezzato San Sisto in luogo di Monte Fabbri.
Il suo dipendere dalla Chiesa di Roma mise San Sisto in stretto rapporto con le realtà religiose del luogo, tanto che nel XIII° secolo i monaci dell’abbazia di Sant’Angelo del Sasso Simone: nel momento in cui i rigidi inverni del Sasso resero impossibile la vita dei suoi abitanti, questi decisero di trasferirsi più a valle nel vicino castello di San Sisto, portando decisamente un notevole sviluppo sia economico che sociale. Dopo esser stato possesso dello Stato pontificio, San Sisto divenne feudo dei vicini conti Oliva, continuando comunque a godere di un certo benessere.

“I luoghi del gusto e dello spirito” sono:

Idee di viaggio lungo scenari suggestivi nell’antico ducato del Montefeltro. Undici Comuni uniti insieme nel proporre l’arte del bello e del buono dei propri suggestivi luoghi, in un denso programma di iniziative da giugno a dicembre 2010.

Ogni itinerario è diverso dagli altri. La professionalità di guide culturali e naturalistiche conduce alla scoperta di paesaggi incredibili, , opere d’arte, di borghi recuperati o abbandonati, di luoghistravaganti e misteriosi, di sapori e prodotti della nostra Terra;
“I Luoghi del Gusto e dello Spirito”: il gusto dell’accoglienza, nel Montefeltro, è per noi uno stile di vita!

Segnalato da
Futura Pagano -ufficio stampa- stampa@iluoghidelgustoedellospirito.it
info:345/1076284, coop.ilcerchio@libero.it, www.iluoghidelgustoedellospirito.it
diventa fan della nostra fan page di Facebook:
http://www.facebook.com/pages/I-Luoghi-del-Gusto-e-dello-Spirito/108793089155864?ref=ts

Comments

comments