Siete quì: Eventi, Teatro Roma > Un’alba da qualche parte

Un’alba da qualche parte

3-6 Febbraio 2011

Teatro Lo Spazio – Roma

Stimolare e creare uno spazio culturale indipendente dove le donne possano raccontare le loro storie e la visione del mondo in cui oggi si muovono, lavorano, si affermano, interagiscono, producono arte. Questa è la mission del Festival Indipendente di Corti Teatrali al Femminile “DONNA MOSTRA DONNA” – creato e organizzato dall’Associazione Culturale Aktivamente con la Direzione Artistica di Noemi Serracini – che si prepara a dare vita alla IV Edizione (dal 25 al 27 marzo 2011).

E nel frattempo “Donna Mostra Donna” mantiene ciò che promette: la produzione di uno spettacolo tratto dal corto teatrale che si è aggiudicato il concorso. Nel caso della scorsa edizione le autrici vincitrici del Festival sono state due: Marina Sorrenti e Federica Migliotti.

Dopo il primo appuntamento all’inizio di gennaio con “Ricordati di chiudere bene la porta. Vita in Palestina” di Marina Sorrenti, dal 3 al 6 febbraio 2011 andrà in scena “Un’alba da qualche parte” di Federica Migliotti, a Roma al Teatro Lo Spazio (in via Locri 42/44). Un racconto tramandato di madre in figlia, cucito di aneddoti e intessuto di affetti, uno scampolo del grande, fragile tessuto delle memorie orali, che qui viene raccolto e srotolato con semplicità e cura, una riflessione sul ruolo e sulla trasformazione della memoria nel processo di costruzione delle identità personali e familiari, il tutto accompagnato dal suono struggente di canti popolari italiani, suonati e cantati dal vivo sul palco.

La prossima edizione del Festival Indipendente di Corti Teatrali al Femminile “DONNA MOSTRA DONNA” si terrà a Roma presso il Brancaleone (in via Levanna 11) dal 25 al 27 marzo 2011.
Fino al 7 febbraio 2011 è aperto il bando (http://www.aktivamente.it/new/donna-mostra-donna/iv-edizione) per partecipare ai provini che si svolgeranno al Brancaleone dal 3 al 5 marzo 2011. Lo strumento narrante è il “corto teatrale”, un vero e proprio spettacolo di teatro (rigorosamente originale e che rappresenti lo studio di uno spettacolo più lungo, non importa se già edito) che per il festival avrà una durata di 15 minuti. L’unica premessa di genere è che i testi delle pièce siano stati scritti da donne.

Le tematiche emerse nelle varie edizioni del festival “Donna Mostra Donna” hanno già portato alla luce le grandi sfide e i grandi disagi che le donne si trovano oggiAggiungi un appuntamento per oggi a dover affrontare: precarietà del lavoro, violenza domestica, mercificazione dell’immagine, mobbing e discriminazione di genere.
Oltre al disagio è emersa l’esigenza di riappropriazione degli spazi pubblici e privati, la volontà di affermare la donna come soggetto attivo e partecipante all’interno dei processi sociali, politici e culturali del paese. Questa esigenza si è manifestata, all’interno delle varie piéce teatrali, attraverso l’ironia, il coraggio, l’allegria, la critica sociale, la voglia di raccontarsi e di mettere in rete le proprie esperienze costruendo ponti di solidarietà.

Aktivamente è un’associazione culturale, nata Roma nell’ottobre del 2004, per promuovere e diffondere l’arte, la cultura e la valorizzazione del territorio per la riqualificazione sociale. Negli anni ha sviluppato una maggiore sensibilità e attenzione ad alcune tematiche allontanandosi dalla semplice esposizione artistica. “Cultura” diventa quindi passione, sensibilizzazione, responsabilità. L’associazione ha approfondito temi che fanno parte del percorso personale di quelli che l’hanno creata: l’occupazione militare israeliana nei territori palestinesi; l’America Latina con particolare attenzione alla storia della dittatura in Guatemala; le donne e il teatro al femminile come forma di espressione e rivendicazione.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO
www.aktivamente.it
Teatro Lo Spazio
a Roma in via Locri 42/44, traversa di Via Sannio, a 100 metri dalla Metro San Giovanni
biglietto 10.00 euro + tessera associativa (per chi non ne è ancora in possesso) 3.00 euro

dal 3 al 6 febbraio 2011 alle ore 21 (domenica ore 17)
“Un’alba da qualche parte”
con Tiziana Scrocca (narrazione)
Alessandra Chieli e Nora Tigges (canti), Oreste Floquet (fagotto), Alessandro Severa (fisarmonica)
Matteo Delbò (immagini video)
Federica Migliotti (drammaturgia e regia)
in collaborazione con la Compagnia Teatro Viola

Comments

comments