Siete quì: Enogastronomia, Eventi > IL CIBO TORNA IN STRADA

IL CIBO TORNA IN STRADA

Cibo-in-strada show ---marzo-201120 Marzo 2011
San Giovanni Valdarno (AR)

Torna nel centro storico di San Giovanni Valdarno (AR) la festa del cibo in strada. La capitale del celebre stufato celebra così tutte le pietanze nate fra la gente, al lavoro o nei mercati, spesso di origini umili e popolane, ma sempre straordinariamente gustose, cucinate con ingredienti semplici e genuini che portano con sé il sapore della tradizione. La giornata del “Cibo in Strada Show” è fissata per domenica 20 marzo. In cabina di regia siederà ancora una volta la Confcommercio, che insieme al Comune di San Giovanni Valdarno ha ideato e organizzato la manifestazione per la prima volta nel gennaio 2010. Ma dietro le quinte c’è anche la collaborazione del Centro Commerciale Naturale e della Pro Loco sangiovannese, con il contributo della Camera di Commercio di Arezzo, della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Vodafone, GFI e CSA.

Il take away dei nonni

Una trentina tra banchi e camioncini riempiranno il centro di San Giovanni Valdarno fin dal primo mattino, offrendo prelibatezze a tutte le ore. Dal panino con la frittata, immancabile fino a qualche tempo fa nella borsa di studenti, operai e contadini, allo stufato sangiovannese delle feste religiose, si potranno trovare – e soprattutto gustare – le specialità da consumare all’aperto. In pratica, gli antenati del moderno take-away: cibi facili da portare fuori casa, pratici da mangiare per strada, magari pescando con le dita dal cartoccio. Un “fast food”, veloce nel consumo ma non altrettanto nella preparazione, che a volte richiede cura meticolosa, attenzione agli ingredienti e ai tempi di cottura, una lentezza che è anche rispetto e amore.

Coccoli di lardo e sushi di lampredotto

Di stand in stand, sarà possibile riscoprire i sapori tradizionali e tipici del territorio, dolci e salati. Come la porchetta croccante o la saporita tarese del Valdarno. Ma anche verdure miste e pesciolini fritti all’istante. Da non perdere alcune rarità come i coccoli con il lardo, il sushi di lampredotto, la trippa fritta e le polpettine di quinto quarto. E ancora, striscioline di schiacciata e dolcetti da far sciogliere in bocca. La seconda edizione di CIBO IN STRADA SHOW vede la Regione Marche come ospite d’onore e con la presenza di alcune specialità golose, dalle celebri olive all’ascolana al fritto misto, dalla goletta del Montefeltro, ai panini con la coppa di testa e la tanto rinomata crescia sfogliata con la casciotta di Urbino, da accompagnare ai vini dei colli pesaresi. Le Marche passeranno il testimone alla Sicilia, ospite della terza edizione, rappresentata dagli amici di Stragusto che porteranno arancine, cassatine da passeggio e altre specialità. Ci sarà un’area interamente dedicata alle birre artigianali, con cinque tra i migliori birrifici d’Italia, arricchita da laboratori e degustazioni guidate per imparare a riconoscere caratteri e differenze della bevanda dorata.

Tra gusto, salute e portafoglio

Sotto le logge del Palazzo d’Arnolfo ancora il cibo, stavolta più da vedere che da assaporare, sarà protagonista degli ormai celebri “cooking show”, una sorta di esibizione spettacolare in cui si avvicenderanno chef intenti, questa volta, a mostrare come si realizzano piatti prelibati e da gourmet partendo anche da ingredienti di recupero. Tra gli ospiti Marco Stabile dell’Ora d’Aria di Firenze, membro dei JRE e giovane promessa dell’alta cucina italiana, e Luca Cai, oste e patron de Il Magazzino, osteria e tripperia, una delle realtà più curiose ed interessanti della ristorazione fiorentina.

Cibo di strada e sostenibilità
In una manifestazione dedicata al cibo non possono mancare gli scarti ed i rifiuti che spesso si accumulano indistintamente in aree di raccolta improvvisate. Quest’anno il Comune di San Giovanni Valdarno ha attuato un’importante campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata e CIBO IN STRADA SHOW, con la collaborazione di CSA, si preoccuperà anche del corretto smaltimento di questi. Saranno allestiti, lungo il corso ed in prossimità degli stand, centri di raccolta differenziata e, in piazza, una stazione mobile si occuperà di dare al pubblico informazioni sulle energie rinnovabili. Sempre nell’ottica del “recupero” nella piazza Cavour verrà sistemato un grande contenitore trasparente nel quale accumulare l’olio esausto che i cittadini, gli operatori della manifestazione, i ristoratori, ecc… porteranno. Quell’olio sarà smaltito e utilizzato per creare energia!

altre info su

Sito Confcommercio

Cibo In Strada Show pagina Facebook

Comments

comments