Siete quì: Eventi, Mostre Pesaro e Urbino > Naufragio: mostra personale di Giovanni Ozzola

Naufragio: mostra personale di Giovanni Ozzola

naufragio19 marzo-8 maggio 2011
Pesaro, Centro Arti Visive Pescheria

Continuano gli appuntamenti con l’arte contemporanea di qualità e spessore al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro. Sabato alle ore 18.00 inaugura Naufragio, la mostra personale di Giovanni Ozzola realizzata in collaborazione con Galleria Continua.

Con la mostra di Ozzola, il Centro Arti Visive Pescheria,  continua la sua attività di promozione degli artisti italiani delle ultime generazioni, avviata nel 2002 con Francesco Gennari e proseguita con Cristiano Pintaldi, vedovamazzei, Gianni Caravaggio, Pietro Ruffo e Flavio Favelli.

“Naufragare è fermarsi involontariamente verso il luogo prestabilito, una vera e propria rinascita, un momento estremo” dice l’artista, che ha elaborato per lo spazio della Pescheria un progetto espositivo ispirato all’idea del naufragio in un territorio indefinito come il mare e al concetto del trascorrere del tempo.

La mostra prende avvio da un’opera che suggerisce una riflessione sul passato, il relitto di una vecchia barca di pescatori illuminata dall’interno dalla scritta al neon Tomorrow and yesterday, che proietta le ombre delle assi divelte dello scafo sulle pareti dell’ex Chiesa del Suffragio.

Al centro dello spazio è allestito un trittico di immagini fotografiche di grandi dimensioni che rappresentano la superficie dell’acqua animata dal riverbero di alcune gocce di pioggia. Immagini che riportano la memoria ad un tempo sospeso e indefinito, colto dall’artista in una dimensione assoluta e quasi metafisica.

E’ proiettato il video Garage, sometimes you can see much more, una serranda che si alza e si abbassa sul mare, in omaggio al dipinto Room by the sea di Edward Hopper. “Le aperture rappresentano un futuro a cui tendere, delle soglie dove è possibile sentire un positivo ignoto. – spiega l’artista – Il rumore del movimento meccanico della serranda va a stridere con l’apertura dell’orizzonte sul mare, divenendo così diaframma tra due dimensioni”.

Il catalogo della mostra, pubblicato da Silvana Editoriale, contiene un testo critico di Ludovico Pratesi, un’intervista all’artista e le riproduzioni delle opere presenti in mostra.

Giovanni Ozzola ha vinto il premio Talent Prize 2010 con l’opera video “Superficiale-under my skin”.

Info mostra:
inaugurazione_ sabato 19 marzo ore 18.00
durata mostra_ domenica 20 marzo/domenica 8 maggio
orari_10/12-17.30/19.30
lunedì_giorno di chiusura
info_0721-387651/ www.centroartivisivepescheria.it

 

Comments

comments