Siete quì: Eventi, Festival Ravenna, Musica Ravenna > Transmissions – anno quattro

Transmissions – anno quattro

17, 18, 19 e 20 MArzo 2011,

Ravenna

Quattro giorni di festival di espressioni musicali nazionali e internazionali: “Transmissions – anno quattro”  è uno dei progetti più articolati in ambito di analisi e disvelamento delle avanguardie. La rassegna 2011 – ben bilanciata tra proposte provenienti da tutto il mondo, ma con l’Italia molto ben rappresentata – quest’anno più che mai sarà rivolta alle situazioni, in fieri, in movimento, rivolte al futuro, espressione di una speranza e affermazione di un’insoddisfazione che non può non investire gran parte dell’arte musicale di oggi. L’acquisizione di nuove tecniche e di nuovi strumenti, la ricerca di nuove direzioni, di sentieri da esplorare, è molto spesso frutto della volontà di uscire da una situazione di crisi, nella quale la musica si è sempre più appartata dalla vita: un tentativo di aggiornarsi partendo dalla materia, cercando cioè di creare una nuova realtà musicale. Questo e molto altro vuole indagare Transmissions. Un’esplorazione, insomma, nell’evoluzione di quei suoni di confine che potrebbero aprire le porte di una nuova era.

Programma:

GIOVEDI’ 17 MARZO | Almagià (via dell’almagià, 2 – Ravenna) Ingresso 12 euro – Dalle 21,00

ZU + MOMBU + ?ALOS + SYBIANN

Zu: Hardcore punk? Free jazz? Math rock? Noise? Avant metal? Forse tutto questo insieme. O forse qualcosa che prima non esisteva. un basso, una batteria e un saxper un suono devastante, multiforme, totale.

Mombu è un nuovo progetto di Luca T. Mai e Antonio Zitarelli, rispettivamente sax negli ZU e Batteria nei Neo, insieme trattano soluzioni musicali di matrice africana mescolate con violenza sonora: musica grassa, torrentuosa, con ritmiche magico-ipnotiche, barriti da rituale voodoo ed uscite di rigore africano

?Alos nasce nel gennaio del 2003 dal riflesso di Stefania Pedretti (membro di OvO e Allun) durante la preparazione della sua prima mostra personale ”L’indiscreta”: live cooking music, un live set che coinvolge tutti e cinque i sensi e un’interazione totale con il pubblico.

Sybiann: se sono stati supporter dei Black Angels, qualcosa vorrà dire. Noise lento, ronzante e martellante, simile in più di un’occasione a certe cose dei Liars e/o alla no wave newyorkese, per dichiarare che c’è disagio anche in Romagna, da dove provengono.

VENERDI’ 18 MARZO | Teatro Rasi (via di Roma, 39 – Ravenna) Ingresso 12 euro – Dalle 21,00

MURCOF + SAUL SAGATTI (VISUALS) + KK NULL & THE NOISER ore 18: inaugurazione mostra EricaIlCane con DJ Okapi aftershow: DJ Okapi

SABATO 19 MARZO | Bronson (via cella, 50 – Madonna dell’albero) Ingresso 15 euro – dalle 21,00

KODE9 + SPACEAPE + KING MIDAS SOUND aftershow: DJ Nada + ToffoloMuzik

DOMENICA 20 MARZO | Bronson (via cella, 50 – Madonna dell’albero) Ingresso 10 euro

UFOMAMMUT + OVO + MORKOBOT + ICO

Gli Ufomammut sono una band psychedelic metal sperimentale italiana originaria del Piemonte, composta da tre elementi.

Morkobot è un nome che non ha bisogno di molte presentazioni, in quanto vecchia conoscenza del panorama metal più estremo.

Gli OvO sono Stefania Pedretti (anche nelle Allun) e Bruno Dorella (ex Wolfango, ora in svariati progetti, tra cui Ronin, Bachi da Pietra, e boss dell’etichetta Bar La Muerte).

 

 

 

 

 

 

www.bronsonproduzioni.com

Comments

comments