Siete quì: Teatro Pesaro e Urbino > Cherubino o una folle giornata

Cherubino o una folle giornata

Cantiano (PU)
domenica 29 marzo 2009 – Teatro Capponi – ore 17,30

Teatro Stabile – Progetto ragazzi
Fondazione Teatro della Fortuna

Le domeniche pomeriggio, nei teatri della provincia di Pesaro e Urbino

Cherubino O UNA FOLLE GIORNATA

liberamente tratto da LE NOZZE DI FIGARO
di Wolfgang Amadeus Mozart e Lorenzo Da Ponte
ideazione di Fabrizio Bartolucci
con la collaborazione di Sandro Fabiani

con Sandro Fabiani e Giulia Bellucci
con la partecipazione di Ferruccio Finetti (basso-baritono)
e in video Olga Bartolucci

progetto scenico video e regia di Fabrizio Bartolucci
direzione musicale di Lorenzo Donati
realizzazioni scenografiche Rosaria Ricci
assistente montaggio video Stefano Salimbeni
coordinamento tecnico Sound Light
coordinamento compagnia Marina Bragadin

PICCOLI PER TEATRI, LA STAGIONE DI TEATRO PER BAMBINI

Le domeniche pomeriggio, nei teatri della provincia di Pesaro e Urbino
Imparare…divertendosi. A questo scopo nasce Piccoli Per Teatri. Spettacoli per bambini di ogni età, la rassegna di teatro per i più piccoli promossa dal Teatro Stabile delle Marche, dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dalla Regione Marche e dai quattordici Comuni di Acqualagna, Apecchio, Cagli, Cantiano, Gradara, Macerata Feltria, Novafeltria, Pennabilli, Pergola, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Sant’Agata Feltria, Sant’Angelo in Vado e Urbania. L’iniziativa rientra nel progetto TRAM (Teatro RAgazzi Marche) di cui fanno parte le quattro compagnie professioniste delle Marche e l’Amat.

Piccoli Per Teatri o Teatri Per Piccoli o Per Piccoli Teatri, ma a anche Piccoli Teatri Per… stare insieme, bambini e adulti – genitori, nonni, zii e amici – e divertirsi, emozionarsi, sognare e, appunto, imparare con tante meravigliose storie, antiche e moderne messe in scena negli incantevoli piccoli, grandi teatri della provincia di Pesaro e Urbino.

Un progetto importante della Rete Teatrale del Teatro Stabile delle Marche, diretta da Lucia Ferrati, che oltre ad occuparsi della organizzazione delle stagioni di prosa per adulti nei teatri della nostra provincia, gestisce il Progetto Ragazzi, sezione dedicata al pubblico dei più giovani e che prevede produzione di spettacoli, formazione e ideazione e programmazione di rassegne per bambini (come Teatralia e Fuoriclasse).

“A diventare spettatori “appassionati” – afferma Lucia Ferrati – si impara fin da piccoli. E i bambini, si rivelano sempre uno straordinario pubblico, attento, critico e partecipe. Bisogna solo offrire loro buone occasioni per godere della meraviglia dei teatri (intesi come luoghi fantastici e carichi di magia), e del Teatro, inteso come linguaggio necessario alla loro formazione umana e culturale”(……) Quattro sono le domeniche per Cherubino o una folle giornata (spettacolo prodotto dal Teatro Stabile delle Marche, per la regia di Fabrizio Bartolucci), attualmente in tournée in numerosi teatri italiani (…) Il divertimento, per tutti, è assicurato.

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 17,30.
I biglietti (3€ posto unico adulti e bambini) potranno essere acquistati direttamente nei botteghini di ogni singolo teatro, un’ora prima degli spettacoli in programma.
_________________________________________________

Note di regia

‘non so più cosa son cosa faccio’
Cherubino è un ragazzo, semplice e ingenuo, che scopre i suoi primi turbamenti sentimentali mentre nel palazzo del conte D’Almaviva, suo tutore, fervono i preparativi per le imminenti nozze di Figaro e Susanna, servitori del nobile e della sua consorte: la contessa Rosina. Il giovinetto si ritrova così nel bel mezzo di una ‘folle’ giornata: alla frenesia per la festa nuziale, si aggiungono le manovre del conte che, segretamente innamorato di Susanna, cerca in tutti i modi di impedire il matrimonio. Ma la controffensiva dell’astuto Figaro per smascherare il Conte da il via ad una girandola d’accadimenti che coinvolge tutti.

E Cherubino, col suo fare birichino, si ritrova protagonista di un succedersi senza fiato di inganni, travestimenti, fughe, equivoci e incidenti. Tutto alla fine andrà per il meglio, Figaro e Susanna avranno il matrimonio, Il Conte chiederà scusa a tutti e Cherubino farà i conti con questa ‘folle’ giornata.

‘non più andrai farfallone amoroso’
Ognuno ricerca la felicità, anche Cherubino che con la grazia sbarazzina della sua gioventù si innamora di tutte….ma sopratutto dell’amore.
‘voi che sapete che cosa è amore’
Col suo fare d’adolescente egli attraversa le vicende di un mondo d’adulti, fatto di finzioni e imbrogli, sospeso come un vero cherubino, che vola leggero su quella vivacissima commedia umana.

Si racconta che a quindici anni Mozart avesse una chioma biondissima e un corpo esile come quello di una fanciulla. Questa immagine ricorda il personaggio di Cherubino che nell’opera viene interpretato da una mezzo soprano. Una donna nei panni di un ragazzo, quasi a sottolinearne un’essenza eterea del personaggio che incarna nella sua figura sia l’universo femminile che quello maschile.

E saranno proprio un ragazzo e una ragazza a interpretare il nostro Cherubino, (un cherubino doppio, che si sdoppia) e che come un angioletto, o un piccolo diavolo, dà vita alla folle giornata delle nozze di Figaro, muovendo personaggi, cantanti e musici in un continuo gioco di travestimenti e colpi di scena. In uno spazio ‘sospeso e leggero’ la vicenda scenica si muoverà come un palloncino che galleggia nell’aria sempre sul punto di volare via libero nel cielo o di scoppiare all’improvviso. Ed è Mozart a farlo volare con la sublime armonia della sua musica.

Lo spettacolo è la terza tappa del ‘Progetto all’Opera’, un percorso d’attraversamento del teatro musicale intrapreso diversi anni fa dalla nostra compagnia con ‘Figaro, Figaro’ dal Barbiere di Siviglia di Rossini, continuato con ‘Pa-Pa-Papagheno’ dal Faluto Magico di Mozart, che ora approda con ‘Cherubino’ a Le Nozze di Figaro.

E’ una delle opere di Mozart più eseguite e unanimemente considerata un esempio, tra i più perfetti, di drammaturgia musicale. Tratta dalla commedia La folle journée, ou Le mariage de Figaro di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais (la seconda della trilogia dedicata a Figaro, dopo Il barbiere di Siviglia) è un opera buffa, frizzante e godibilissima, che svela un mondo teatrale fondato sulla serenità e sulla gioia e una segreta malinconia.
note di regia
Fabrizio Bartolucci
_________________________________________________

Rassegna Lirica Torelliana 2009

FANO, AL TEATRO DELLA FORTUNA anteprima DI CHERUBINO

Cherubino o una folle giornata” liberamente tratto da “Le nozze di Figaro” di Wolfgang Amadeus Mozart e Lorenzo Da Ponte, è il nuovo allestimento prodotto dal Teatro Stabile delle Marche e commissionato dalla Fondazione Teatro della Fortuna nell’ambito della Rassegna Lirica Torelliana 2009. Lo spettacolo sarà rappresentato in anteprima il 28, 29 e 30 aprile alle 10 e mercoledì 30 anche la sera alle 21 al Teatro della Fortuna di Fano. Lo spettacolo è un’ideazione di Fabrizio Bartolucci con la collaborazione di Sandro Fabiani. Sul palco Giulia Bellucci e Sandro Fabiani. Il progetto scenico video e regia sono di Fabrizio Bartolucci. “Cherubino” è un vero e proprio teatro d’attore con musica dal vivo e uso d’immagini video consigliato non solo ai bambini dai 6 anni in su, ma anche agli adulti, perché è un lavoro adatto a tutte le età (età consigliata: dai 6 ai 14 anni).

Lo spettacolo è la terza tappa del ‘Progetto all’Opera’, un percorso d’attraversamento del teatro musicale intrapreso diversi anni fa con ‘Figaro, Figaro’ dal Barbiere di Siviglia di Rossini, continuato con ‘Pa-Pa-Papagheno’ dal Flauto Magico di Mozart, che ora approda con ‘Cherubino’ a Le Nozze di Figaro.

“Cherubino è una produzione realizzata dal teatro Stabile delle Marche con la fondazione Teatro della Fortuna per la Rassegna Lirica Torelliana 2008 in un’azione sinergica con Teatralia la rassegna di teatro per ragazzi che anche quest’anno ha portato migliaia di giovanissimi spettatori a teatro _ spiega il regista Fabrizio Bartolucci_ Lo spettacolo prende le mosse dalla celeberrima opera di Mozart e si muove tra teatro e musica.

Le vicende de ‘Le nozze di Figaro’ vengono qui narrate con lo sguardo sbarazzino del giovane Cherubino che muove il racconto ed evoca personaggi e situazioni con un gioco scenico visionario e divertito. Un attraversamento libero e creativo dell’immaginario dell’opera che vede in scena anche un baritono nel ruolo di Figaro e il coro di voci bianche Incanto Malatestiano. Questa è la terza tappa, dopo il Figaro di Rossini e il Papagheno di Mozart, del progetto all’Opera un percorso di teatro per ragazzi dedicato al grande teatro musicale che abbiamo intrapreso da diversi anni e che ha raccolto numerosi consensi e riconoscimenti come il Premio Ribalta ’07”.

Si racconta che a quindici anni Mozart avesse una chioma biondissima e un corpo esile come quello di una fanciulla. Questa immagine ricorda il personaggio di Cherubino che nell’opera viene interpretato da una mezzo soprano. Una donna nei panni di un ragazzo, quasi a sottolinearne un’essenza eterea del personaggio che incarna nella sua figura sia l’universo femminile che quello maschile.

E saranno proprio un ragazzo e una ragazza a interpretare il Cherubino, (un cherubino doppio, che si sdoppia) e che come un angioletto, o un piccolo diavolo, dà vita alla folle giornata delle nozze di Figaro, movendo personaggi, cantanti e musici in un continuo gioco di travestimenti e colpi di scena.
In uno spazio ‘sospeso e leggero’ la vicenda scenica si muoverà come un palloncino che galleggia nell’aria sempre sul punto di volare via libero nel cielo o di scoppiare all’improvviso.

Ed è Mozart a farlo volare con la sublime armonia della sua musica.
E’ una delle opere di Mozart più eseguite e unanimemente considerata un esempio, tra i più perfetti, di drammaturgia musicale. Tratta dalla commedia La folle journée, ou Le mariage de Figaro di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais (la seconda della trilogia dedicata a Figaro, dopo Il barbiere di Siviglia) è un opera buffa, frizzante e godibilissima, che svela un mondo teatrale fondato sulla serenità, sulla gioia e una segreta malinconia.
Botteghino del Teatro della Fortuna tel. 0721.800750.
Aperto tutti i giorni, esclusi i festivi, dalle 17 alle 19.
In occasione delle rappresentazioni un’ora prima dell’inizio di ogni spettacolo.

Info. 0721.830145
Teatro Stabile delle Marche
responsabile comunicazione e ufficio stampa
Beatrice Giongo 335 7550083
addetta stampa uffici di Fano
Beatrice Terenzi 388 7443108

Fondazione Teatro della Fortuna
responsabile ufficio stampa
Andreina Bruno 333 2930951
bruno.andreina@gmail.com

Comments

comments