Azioni, dati, notizie e guadagni

Un’ora fa

Azioni in movimento: Credit Suisse in rialzo del 19%, Aroundtown Assets in calo dell’11%

Nonostante abbia pareggiato alcuni guadagni all’inizio della sessione di negoziazione, lo Stoxx 600 è rimasto stabile al vertice nelle operazioni pomeridiane. Il titolo è salito del 18,8% alle 15:30 ora di Londra.

Anche le azioni dell’azienda britannica di disinfestazione Rentokil sono state scambiate in rialzo, aumentando dell’11% dopo aver incrementato i profitti e aumentato il dividendo agli azionisti.

Dall’altra parte, Aroundtown Property, quotata in Lussemburgo, è scesa dell’11% dopo che la sua controllata Grand City Properties ha dichiarato giovedì che non avrebbe pagato dividendi per l’ultimo anno finanziario.

– Karen Gilchrist

3 ore prima

Borse USA aprono in ribasso

All’apertura dei mercati per la sessione di giovedì, tre principali indici statunitensi sono scesi.

Sia il Dow che l’S&P 500 sono scesi di circa lo 0,6% nei primi minuti di negoziazione. Il composito Nasdaq è sceso dello 0,4%.

– Alex Haring

2 ore fa

La Banca centrale europea aumenta di 50 punti base nonostante le turbolenze bancarie

La Banca centrale europea ha proseguito l’aumento dei tassi di 50 punti base segnalato nella riunione precedente, nonostante la persistente volatilità nel settore bancario.

I mercati si sono ripresi dopo una forte svendita dei titoli bancari europei la scorsa settimana.

Ciò porta il tasso chiave della banca al 3%.

L’inflazione core dell’eurozona è all’8,5%, ben al di sopra dell’obiettivo del 2% fissato dalla banca centrale.

“L’elevato livello di incertezza rafforza l’importanza di un approccio basato sui dati per le decisioni sui tassi ufficiali del Consiglio direttivo, che sono determinate valutando le prospettive di inflazione alla luce dei dati economici e finanziari in arrivo, della dinamica dell’inflazione core e della forza del trasmissione della politica monetaria”, ha affermato la BCE nelle sue conclusioni.

Leggi di più qui.

-Jenny Reid

3 ore prima

Le azioni bancarie sono redditizie a causa della cautela

Le banche europee sono scivolate in territorio negativo negli scambi pomeridiani dopo essere salite del 2,6% all’inizio della sessione.

Il settore è sceso dello 0,17% alle 13:07 ora di Londra, nonostante il Credit Suisse sia salito del 21%.

Tuttavia, le perdite bancarie sono state inferiori rispetto a mercoledì. Société Générale è scesa dell’1,35%, mentre Deutsche Bank è scesa dell’1,4%.

-Jenny Reid

4 ore fa

L’euro sale sulla decisione della BCE, dramma bancario in primo piano

L’euro è salito dello 0,35% rispetto al dollaro a 1,0613 dollari nel centro di Londra, dopo le pesanti perdite alimentate dalla svendita delle banche europee mercoledì.

Era dello 0,4% in più rispetto alla sterlina britannica.

Anche il franco svizzero ha guadagnato rispetto al biglietto verde poiché gli investitori hanno reagito alla notizia del salvataggio da parte della Banca nazionale svizzera del Credit Suisse in difficoltà.

READ  Novak Djokovic conquista il suo decimo titolo di singolare maschile agli Australian Open

Dai un’occhiata al grafico…

Tasso di cambio euro-dollaro.

I mercati attenderanno con impazienza l’ultimo annuncio di politica monetaria della Banca centrale europea alle 13:15, seguito dalla conferenza stampa del presidente della BCE Christine Lagarde.

Era ampiamente previsto un aumento di 50 punti base, anche se la recente volatilità ha portato i mercati a scommettere sulla sua probabilità e i commenti di Lagarde saranno seguiti con attenzione.

“Se l’aumento di 50 punti base della BCE grazie al sostegno della BNS si verificasse in un contesto in cui i mercati stanno allentando le preoccupazioni per il settore bancario, questo potrebbe essere un segnale della fiducia di Francoforte nella salute del sistema bancario dell’eurozona e potrebbe in definitiva rafforzare l’euro ”, hanno affermato gli analisti di ING.

-Jenny Reid

6 ore fa

Il Credit Suisse potrebbe avere una “enorme inversione di tendenza” se gestisse bene la situazione, afferma l’asset manager

Dan Scott, presidente di Vontobel Multi Asset, parla della crisi del Credit Suisse e afferma che “è ancora uno dei più grandi gestori patrimoniali del mondo”.

6 ore fa

Titoli in movimento: OSB Group +9%, Rentokil +7%

OBS Group, la società madre di OneSavings Bank, è salita del 9% negli scambi mattutini dopo aver pubblicato risultati annuali positivi.

L’utile ante imposte è aumentato del 13% su base annua a 591,1 milioni di sterline (712,7 milioni di dollari), in gran parte a causa della crescita del portafoglio prestiti, ha affermato la società in una nota.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico per mostrare il prezzo delle azioni OSB.

Le azioni della società di disinfestazione Rentokil Initial sono aumentate dopo che gli utili sono aumentati a seguito dell’acquisizione della rivale statunitense Terminix. La società ha anche aumentato le sue aspettative di risparmio sui ricavi e sui costi per il 2023, contribuendo a un aumento del prezzo delle azioni del 7%.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico dei prezzi delle azioni Rentokil.

7 ore fa

Il Credit Suisse scende al 18% dopo un picco del 30%.

Le azioni di Credit Suisse sono aumentate fino al 30% all’apertura dei mercati europei, ma i guadagni sono diminuiti del 18% alle 9:15 ora di Londra.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico per mostrare il prezzo delle azioni Credit Suisse.

Le azioni del Credit Suisse sono aumentate dopo che la banca ha dichiarato che avrebbe preso in prestito fino a 54 milioni di dollari dalla Banca nazionale svizzera.

– Hannah Ward Glenton

7 ore fa

Banche in crisi: anelli deboli incrinati, dice stratega

8 ore fa

Il CEO di HSBC UK discute l’acquisizione di £ 1 della Silicon Valley Bank

8 ore fa

I titoli bancari europei sono saliti sulla scia delle notizie di Credit Suisse Lifeline

I titoli bancari europei sono saliti nei primi scambi dopo la notizia che il Credit Suisse si era assicurato un’ancora di salvezza da 54 miliardi di dollari dalla Banca nazionale svizzera.

Le azioni di Credit Suisse sono aumentate del 30% alle 8:25 ora di Londra. Seguono UBS al 4,9%, Commerzbank al 3,9%, Santander al 3%, le azioni di FinecoBank sono aumentate del 3,4% e Barclays del 3,3%.

I titoli bancari sono saliti complessivamente dell’1,8%.

– Hannah Ward Glenton

8 ore fa

Credit Suisse aumenta del 30% dopo che la Banca nazionale svizzera ha fornito un backstop di liquidità

Le azioni di Credit Suisse sono aumentate del 30% mentre le autorità di regolamentazione hanno cercato di alleviare i timori di una crisi bancaria dopo che la Banca nazionale svizzera ha dichiarato che avrebbe fornito liquidità alla banca.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico per mostrare le azioni Credit Suisse.

8 ore fa

I mercati europei aprono in rialzo

Giovedì i mercati europei hanno aperto in rialzo mentre gli investitori regionali hanno tirato un sospiro di sollievo dopo che la Banca nazionale svizzera ha dichiarato che avrebbe fornito liquidità alla banca colpita Credit Suisse.

L’indice paneuropeo Stoxx 600 ha aperto in rialzo dell’1%. La maggior parte dei settori e delle principali borse ha aperto con una nota positiva, con i titoli bancari in rialzo del 2,8%. I titoli di petrolio, gas e vendita al dettaglio sono aumentati dell’1,6%.

– Hannah Ward Glenton

11 ore fa

La Banca nazionale saudita afferma che il panico sul Credit Suisse è ingiustificato

Il capo del maggiore azionista del Credit Suisse, la Saudi National Bank, ha dichiarato a Hadley Gamble della CNBC che le recenti turbolenze del mercato nel settore bancario sono “isolate” e derivano da “un po’ di panico”.

“Quando guardi a come è crollato l’intero settore bancario, sfortunatamente, molte persone cercano scuse… è il panico, un po’ di panico”, ha detto Ammar Al Qudhairy a “Capital Connection” della CNBC.

Ha aggiunto che il Credit Suisse non aveva chiesto assistenza finanziaria alla Banca nazionale saudita.

“Non ci sono discussioni con Credit Suisse sulla fornitura di assistenza”, ha affermato. “Non so da dove provenga la parola ‘aiuto’, non ci sono state discussioni da ottobre”, ha detto.

READ  Aggiornamenti in tempo reale dei mercati europei: azioni, notizie, banche centrali

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che il Credit Suisse ha annunciato che avrebbe preso in prestito 50 miliardi di franchi svizzeri ($ 53,68 miliardi) dalla Banca nazionale svizzera, aumentando la liquidità e aumentando la fiducia degli investitori, dopo che le azioni sono scese mercoledì.

– Jihye Lee

14 ore fa

Il franco svizzero guadagna in scambi volatili dopo l’annuncio del Credit Suisse

Il franco svizzero ha continuato a registrare volatilità in seguito agli sviluppi intorno al Credit Suisse – ed è salito dello 0,17% rispetto al dollaro USA, indebolendosi dopo che l’istituto di credito ha annunciato un prestito di quasi 54 miliardi di dollari dalla Banca nazionale svizzera.

Anche lo yen giapponese si è ulteriormente rafforzato contro il biglietto verde, scambiando a 132,86. Il coreano ha guadagnato lo 0,13% contro il dollaro USA a 1.311,24.

– Jihye Lee

15 ore fa

CNBC Pro: Morgan Stanley nomina i suoi titoli preferiti nella tecnologia e offre un rialzo di quasi il 60%.

15 ore fa

Il Credit Suisse afferma che prenderà in prestito fino a 54 miliardi di dollari dalla banca centrale svizzera

Il Credit Suisse ha annunciato che prenderà in prestito 50 miliardi di franchi svizzeri (53,69 miliardi di dollari) dalla Banca nazionale svizzera nell’ambito di una linea di credito e di una linea di liquidità a breve termine.

Le mosse “sosterranno le attività principali e i clienti di Credit Suisse mentre Credit Suisse intraprende le misure necessarie per creare una banca più semplice e più focalizzata costruita intorno alle esigenze dei clienti”, ha affermato la società in una nota. Avviso.

Inoltre, la Banca propone un’offerta pubblica di acquisto in contanti relativa a dieci titoli di debito senior denominati in dollari statunitensi per un corrispettivo complessivo fino a 2,5 miliardi di dollari. milioni di euro, ha detto la società.

Leggi di più qui.

– Jihye Lee

15 ore fa

CNBC Pro: l’indicatore di rischio di insolvenza del Credit Suisse e di altre banche europee sale a livelli di crisi

11 ore fa

Mercati europei: ecco i bandi di apertura

I mercati europei hanno chiuso in forte ribasso dopo una sessione di negoziazione volatile giovedì.

L’indice FTSE 100 del Regno Unito dovrebbe salire di 73 punti a 7.405, il DAX della Germania dovrebbe salire di 217 punti a 14.947, il CAC della Francia dovrebbe salire di 118 punti a 6.993 e il FTSE MIB dell’Italia dovrebbe salire di 443 punti a 25,51.

L’ultima decisione di politica monetaria della Banca centrale europea è al centro dei mercati europei giovedì. Mentre l’inflazione continua a salire, la banca centrale dovrebbe annunciare un aumento del tasso di 50 punti base, come precedentemente segnalato dal presidente della BCE Christine Lagarde.

– Holly Elliot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *