‘E così…’ Stagione 2, Episodio 4 Recap: Vivante

Di per sé, tutto ha un senso. Miranda è in un posto molto nuovo con la sua sessualità. È aperta come non lo era mai stata prima, quindi quando le viene presentata questa nuova esperienza sessuale, presume che non dovrebbe perché non l’ha mai fatto.

La cosa più difficile da capire è che quando Miranda decide di lasciare la camera da letto, Seku dà a Lyle la sua benedizione per continuare. Mentre Se lascia il divano, Miranda insiste sul fatto che lo intendeva quando ha detto che non le importava.

Veramente? Miranda è rimasta sconvolta nello scoprire che Lyle era persino nell’appartamento di Se solo poche ore fa. Come poteva sentirsi a disagio con la sua presenza così presto nella condivisione di un servizio? Miranda è davvero così brava o pensa di esserlo? ha Dovrebbe tacere se vuole mantenere il servizio?

In entrambi i casi, è facile riscriverlo come comportamento “insolito” da parte di Miranda. Ma ricorda, almeno per me, Miranda è una stupida per il primo amore qui. Sarà interessante vedere quanto è disposta a cambiare se stessa come Se.

Una domanda simile può essere posta su Lisa. A differenza di Charlotte e Harry, lei e Herbert non potrebbero essere più entusiasti di andare in campeggio con i loro figli e avvolgersi nell’estasi del lavoro ininterrotto. Si prendono un po’ di tempo per festeggiare il loro ventesimo anniversario di matrimonio con una grande cena elegante. Almeno se Herbert preme “invia” sull’invito e Lisa si ricorda di ordinare la torta.

La suocera di Lisa, Eunice (Pat Bowie), che è incline a ideali antiquati, insulta Lisa, non suo figlio, solo quando diventa chiaro che la festa sta andando in pezzi. Dice allegramente che le torte dovrebbero essere fatte dalle donne a casa e non comprate. Il padre di Lisa (Billy Dee Williams), a sua volta, si rivolge a Herbert, motivandolo solo con profitto.

READ  Dow Jones cade mentre McCarthy colpisce Biden sul tetto del debito; Warren Buffett acquista questo titolo Quotidiano degli affari degli investitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *