Il giudice respinge l’ultima richiesta di Gary Lake nella perdita delle elezioni governative dell’Arizona

Mentre altri dissidenti in tutto il paese hanno ammesso dopo aver perso le gare a novembre, Lake no. Ha mandato in onda la sua battaglia legale in appelli e discorsi di raccolta fondi in tutto il paese.

Lake non ha commentato immediatamente la sentenza.

Dopo aver perso contro Hobbs per circa 17.000 voti, ha intentato una causa, chiedendo ai tribunali di nominarlo governatore o di ordinare una nuova elezione. Thompson ha archiviato il caso, ma la Corte Suprema dell’Arizona ha rilanciato l’affermazione contestando il modo in cui le procedure di verifica della firma sono state utilizzate nelle votazioni anticipate nella contea di Maricopa, che ha oltre il 60% degli elettori dello stato. I funzionari distrettuali hanno sostenuto gli sforzi di verifica della firma e hanno affermato di non avere nulla da nascondere.

La richiesta di verifica della firma di Lake è soggetta a una prova di tre giorni. I suoi avvocati hanno sostenuto che c’erano prove che i vagliatori di livello inferiore che hanno trovato discrepanze nelle firme erano saliti nella catena di comando, dove sono stati ignorati dai verificatori di livello superiore.

Non ha contestato se le firme degli elettori sulle buste elettorali corrispondessero a quelle sui loro registri di voto.

L’ex conduttore televisivo ha dovuto affrontare un grosso ostacolo per dimostrare la sua affermazione sugli sforzi di verifica della firma, ma ha anche influenzato l’esito della sua gara.

Nominato in panchina dall’ex governatore repubblicano John Brewer, Thompson ha detto di non aver raggiunto quel livello elevato.

“Le prove ricevute dal tribunale non supportano la restante richiesta del querelante”, ha scritto.

READ  Lancio del razzo SpaceX Falcon 9 Starlink 6-6

All’inizio della sua causa, Lake si è concentrata su problemi con la stampa delle schede elettorali in alcuni seggi elettorali nella contea di Maricopa. Le stampanti difettose hanno prodotto schede elettorali troppo chiare per essere lette dai tabulatori in loco nei seggi elettorali. Le linee sono state tirate indietro in alcune aree in mezzo al caos. I presunti problemi con la stampante elettorale di Lake erano il risultato di una cattiva condotta deliberata.

I funzionari distrettuali affermano che tutte le persone colpite dalle stampanti sono state portate agli sportelli all’avanguardia presso la sede elettorale in modo che tutti avessero la possibilità di votare e tutti i voti fossero contati.

A metà febbraio, una corte d’appello dell’Arizona ha respinto le affermazioni di Lake secondo cui non aveva presentato alcuna prova che gli elettori che non erano in grado di leggere i tabulatori alle urne non fossero in grado di votare.

Il mese successivo, la Corte Suprema dello stato ha rifiutato di ascoltare tutti gli appelli di Lake, affermando che non c’erano prove a sostegno della sua affermazione secondo cui più di 35.000 schede erano state incluse nel voto totale.

All’inizio di questo mese, un tribunale ha assegnato agli avvocati di Lake $ 2.000 per aver rilasciato dichiarazioni false quando hanno affermato che più di 35.000 voti sono stati aggiunti impropriamente al totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *