Il misterioso vortice sull’Alaska potrebbe essere il risultato di un lancio di SpaceX

Sabato scorso Todd Salat stava fotografando l’aurora boreale al Donnelly Dome vicino a Delta Junction, in Alaska, quando una luce stranamente intensa è apparsa in lontananza sull’orizzonte settentrionale. All’inizio pensò che fosse un getto, ma la luce brillante formò una forma a spirale e divenne rapidamente più grande. Sullo sfondo di un’aurora boreale danzante, la spirale azzurra sembrava un portale per un’altra dimensione, degna di un film di fantascienza.

“Mentre questo vortice luminoso cresceva rapidamente verso di me, ho pensato, che diamine?!?!”, ha scritto Salat, un esperto cacciatore di aurore. Il suo sito web. Fotografò freneticamente lo strano vortice finché non scomparve sette minuti dopo. Anche altri osservatori del cielo hanno scattato foto dell’aurora boreale senza sfondo. Catturato dalla telecamera all-sky dell’Università dell’Alaska mancanza di tempo dell’evento.

Colpevole? Il veicolo Falcon 9 è stato lanciato da SpaceX tre ore prima dalla California. I ricercatori affermano che tali modelli sono aumentati con i lanci di satelliti commerciali negli ultimi anni.

Chris Combs, ingegnere aerospaziale e assistente professore all’Università del Texas a San Antonio, ha dichiarato: “È interessante vedere che non è sicuramente un UFO… è solo SpaceX”. “Non è solo limitato a SpaceX, ma stiamo iniziando a vederlo più spesso man mano che vengono lanciati più spesso”.

I ricercatori affermano che il fenomeno potrebbe essere stato causato dall’eccesso di carburante rilasciato durante il lancio. Vapore o altri gas nello scarico del motore possono congelare ad alta quota, formando cristalli di ghiaccio. I cristalli di ghiaccio riflettono la luce solare dallo spazio, che possiamo vedere da terra.

La forma a spirale viene creata mentre il razzo gira, come “l’acqua da una testa di irrigatore rotante”, ha detto Carlos Martinez, un aerofisico della Boston University.

READ  UConn domina nuovamente Purdue come campione di March Madness

Il secondo stadio del Falcon 9 potrebbe aver espulso carburante mentre si spostava per scendere in orbita in sicurezza, ha detto il fisico spaziale Don Hampton. Il primo stadio, o la parte più bassa del sistema, è responsabile del sollevamento del razzo da terra e del suo ritorno sulla Terra. IL Divisione Fase II Un lancio di razzi porta in orbita il carico utile, in questo caso 51 satelliti. Anche il secondo stadio brucia nell’atmosfera e utilizza un’ustione fuori orbita per riorientarsi in modo che possa essere smaltito in sicurezza, ad esempio sopra l’oceano.

Hampton, professore associato presso l’Institute of Geophysics presso l’Università dell’Alaska a Fairbanks, ha dichiarato in una e-mail che “ci vorrebbe una bruciatura del motore per rallentarlo, e poi molti scaricherebbero il carburante rimanente”. “Quello che abbiamo visto era lo scarico di un razzo o un deposito di carburante – non posso esserne sicuro senza la conferma di SpaceX”.

Non ci vuole molto materiale per creare una nuvola dall’aspetto così luminoso, ha aggiunto. La quantità di materiale che riflette la luce solare può essere misurata in libbre, non in centinaia, ha detto.

“Puoi vedere che si diffonde molto rapidamente, quindi dopo alcune orbite la concentrazione va a zero”, ha detto Hampton. “Alla luce del sole a quelle altitudini, qualsiasi molecola complessa viene scomposta in atomi di blocco e molecole più semplici dalle lunghezze d’onda ultraviolette della luce solare”.

La maggior parte dei grandi lanci di razzi produce una nuvola simile, ma a causa della geografia e del tempismo è molto raro osservarla. Lo scarico o il carburante devono essere esposti alla luce solare e il terreno deve essere scuro. Hampton, che ha dormito durante l’evento e ha visto il lasso di tempo catturato dalla telecamera all-sky del suo dipartimento, ha detto che anche i cieli sereni a Fairbanks sabato mattina hanno permesso una visione migliore.

READ  La guardia costiera cinese ha sparato con i cannoni ad acqua una nave filippina pochi giorni dopo che gli Stati Uniti avevano appoggiato Manila nelle acque contese.

“Ciò che è davvero unico è che ha l’aurora boreale dietro di esso, il che è davvero fantastico”, ha detto Combs.

I precedenti lanci di razzi sono stati associati a forme insolite, comprese le spirali. Un giapponese

Il telescopio ha trovato qualcosa di simile Rotazione Sopra le Hawaii a gennaio dopo il lancio del razzo Falcon 9 da parte di SpaceX. Gli osservatori del cielo in Nuova Zelanda hanno individuato un vortice dopo un altro lancio di Falcon 9 giugno 2022.

Al momento, il vortice con propulsione a razzo non ha un nome, anche se Combs ha detto: “Potremmo averne uno a questo punto”.

“Penso che sia molto insolito, ma con l’industria del lancio commerciale e SpaceX che lancia di più, stiamo iniziando a vederlo molto di più”, ha detto Combs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *