Il passaggio di Khanna chiarisce la corsa al Senato della California e il suo futuro politico

Al di là del tempo, la semplice matematica sarebbe stata una sfida. Porter, Lee e Schiff competono tutti per lo stesso blocco limitato di voti democratici e indipendenti. Due democratici possono avanzare con il sistema primario della California, che consente ai primi due votanti di avanzare al generale.

I progressisti sono già diffidenti nei confronti di Lee e Porter che dividono il voto di sinistra, il che manterrebbe entrambi i membri del Congressional Progressive Caucus fuori dai primi due e consentirebbe al centrista Schiff di farsi avanti e affrontare un repubblicano pubblicamente condannato (il GOP deve ancora mettere in campo un candidato).

Khanna, senatore della California Bernie Sanders potrebbe aver ulteriormente fratturato il voto progressista data la sua posizione in un considerevole collegio elettorale di sostenitori. Khanna ha co-presieduto la campagna presidenziale 2020 di Sanders e ha detto domenica di aver sentito “l’entusiasmo del popolo di Bernie”.

“Se Khanna fosse entrato in corsa, i progressisti rischiano di dividere il voto in tre modi e dare una spinta a Schiff”, ha detto l’ex senatore. ha detto Ross Kapolczynski, un consulente democratico che ha lavorato per Barbara Boxer. “Sebbene Schiff sia un progressista per la maggior parte delle misure, gli attivisti progressisti stanno sostenendo Porter o Lee”.

Ora, parte di quel sostegno di Sanders potrebbe arrivare a Lee, che Khanna ha appoggiato quando si è ritirato. Il campo di Lee conta su una piattaforma progressiva dinamica per portare la partita di East Bay tra le prime due.

“Abbiamo bisogno di un forte senatore contro la guerra che ricoprirà quel ruolo”, ha detto Khanna domenica mattina su “State of the Union” della CNN.

READ  Ed Sheeran vince una causa per copyright su "Let's Get It On" di Marvin Gaye

I profondi legami di Khanna con la Silicon Valley potrebbero renderlo un canale per potenti donatori e aiutare Lee a compensare un forte deficit di cassa rispetto a Schiff e Lee, entrambi prolifici raccoglitori di fondi.

“L’approvazione del membro del Congresso Khanna è una spinta tanto necessaria alla corsa in questi primi giorni, ma il rappresentante Lee presenta ancora una ripida salita”, ha detto in un messaggio di testo Anna Bahr, una consulente che ha lavorato per la campagna 2020 di Sanders in California. “Non è facile tenere il passo con i leader in gara”.

Pochi dubitano dell’ambizione di Khanna. Ha spinto un altro democratico a prendere posto al Congresso. Mentre cercava di esportare la potenza economica della Silicon Valley nel resto del paese, è diventato un appuntamento fisso televisivo che propaganda un’agenda progressista, sostenendo la penetrazione oltre le roccaforti costiere dei colletti blu. È un convinto sostenitore di Sanders che va d’accordo con i libertari deep-tech.

Era la seconda volta che Khanna flirtava con una corsa al Senato, ma decise di non farlo; Decise di non sfidare Chen. Alex Padilla Quando un senatore di recente nomina si è candidato per un intero mandato. Khanna ha detto domenica che si sarebbe ritirato dalla controversia in parte perché “c’è un posto molto eccitante alla Camera in questo momento per portare avanti una politica audace e progressista”.

Rimarrà lì senza perdere un seggio al Congresso per una candidatura a lungo termine al Senato. Ma questo non significa che Khanna voglia rimanerci per sempre. Alcuni sostenitori di Sanders hanno cercato di spingere Khanna a candidarsi nel 2024, quando il presidente Joe Biden non cercherà un secondo mandato.

READ  I repubblicani di estrema destra si preparano alla "guerra" mentre i colloqui sul tetto del debito progrediscono

Sebbene Khanna sostenga fortemente Biden, è ampiamente visto come un futuro contendente presidenziale. Se rinuncia al suo seggio alla Camera per candidarsi al Senato, tale possibilità diminuirà se perde, lasciandolo con una piattaforma per la definizione delle politiche, l’opinione pubblica e la raccolta di fondi.

“Ro Canna fa di tutto per Barbara Lee e se arriva al ballottaggio, sarà una grande risorsa per lei mentre persegue altre cose”, ha detto Kapolczynski. “Se hai aspirazioni nazionali, il fatto che abbia contribuito a eleggere l’unica donna di colore al Senato è un buon discorso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *