Il primo calo delle scorte post-revenue mostra un calo del 41% nei depositi

La First Republic Bank ha avuto un grande successo nel primo trimestre. Non è ancora finito.

I depositi sono diminuiti di quasi 72 miliardi di dollari, o del 41%, durante un brutale primo trimestre

First Republic (ticker: FRC) ha dichiarato di avere $ 104,5 miliardi di depositi alla fine del primo trimestre, inclusi $ 30 miliardi di depositi ricevuti dalle principali banche statunitensi il mese scorso come ancora di salvezza per First Republic. Secondo un comunicato stampa dell’azienda.

“Se sottrai i $ 30 miliardi che hanno ricevuto da quelle grandi banche, probabilmente hanno perso $ 100 miliardi in depositi”, ha detto l’analista di Morningstar Eric Compton. È enorme. “

Il chief financial officer della banca, Neil Holland, ha affermato che il deflusso di depositi è stato “senza precedenti”.

Pubblicità – Scorri per continuare

La società ha affermato che i licenziamenti sono rallentati e sta adottando misure per raddrizzare la nave, comprese “riduzioni significative” della retribuzione dei dirigenti, riduzioni degli spazi per uffici aziendali e licenziamenti. La Prima Repubblica prevede di ridurre la sua forza lavoro di circa il 20-25% nella Seconda.
Gamba.

È una svolta sorprendente nelle fortune di First Republic, una banca regionale che ha avuto successo concentrandosi sulla fornitura di servizi di private banking e gestione patrimoniale a clienti facoltosi nelle aree urbane costiere.

Le cose sono cambiate a marzo in seguito al crollo della Silicon Valley Bank, che ha mandato in tilt i titoli delle banche regionali e ha spinto i clienti di altre banche a ritirare i depositi. Compton di Morningstar ha detto che la Prima Repubblica era un innocente spettatore. Tuttavia, è impantanato in crisi e il suo stock è tutt’altro che recuperato. Alla chiusura di lunedì, quest’anno il titolo è sceso dell’87%.

Le sue azioni sono aumentate del 12% per chiudere a $ 16 durante la sessione regolare di lunedì prima che la banca riportasse i risultati, ma sono crollate nelle negoziazioni fuori orario e recentemente sono scese del 18%.

Lunedì, First Republic ha riportato un utile diluito per azione di $ 1,23, in calo del 38,5%. Secondo FactSet, gli analisti si aspettavano un EPS di $ 0,95.

La banca con sede a San Francisco aveva depositi totali per 176,4 miliardi di dollari alla fine del quarto trimestre, rendendola all’epoca la dodicesima banca più grande degli Stati Uniti, secondo il rapporto annuale della società.

Pubblicità – Scorri per continuare

Ma un primo trimestre difficile ha avuto il suo pedaggio. First Republic ha chiuso il trimestre con un utile netto di 269 milioni di dollari, in calo del 33% su base annua. Il fatturato totale è stato di $ 1,2 miliardi, in calo del 13,4%.

Compton di Morningstar riferisce che le banche avranno difficoltà a realizzare un profitto nel secondo trimestre. “Non vedo come siano redditizi nel secondo trimestre”.

First Republic afferma che l’ancora di salvezza ricevuta dalle principali banche statunitensi l’ha aiutata a superare la tempesta.

Pubblicità – Scorri per continuare

Quando il deflusso dei depositi è disponibile, è possibile accedere ad altre fonti di liquidità, come i prestiti della First Republic Federal Home Loan Bank. Ma questa è una soluzione costosa. I prestiti a breve termine dalla Federal Reserve Bank, i titoli venduti con accordi di riacquisto e gli anticipi FHLB a breve e lungo termine ammontano a 106 miliardi di dollari, ha affermato la banca. First Republic ha dichiarato di avere accesso a più liquidità, inclusi 13,2 miliardi di dollari in contanti e mezzi equivalenti.

READ  I governatori di sei stati del sud mettono in guardia i lavoratori dall’adesione al sindacato UAW

I prestiti totali sono saliti a 138,1 miliardi di dollari il 15 marzo, secondo la banca. I depositi totali al 21 aprile erano di $ 102,7 miliardi, in calo dell’1,7% rispetto alla fine del primo trimestre.

Tuttavia, gli interessi passivi totali della società sono aumentati da 525 milioni di dollari nel quarto trimestre a 974 milioni di dollari alla fine del primo trimestre. Di conseguenza, il margine di interesse è diminuito del 19,4% a 923 milioni di dollari.

Pubblicità – Scorri per continuare

Parlando durante la chiamata sugli utili della società, il CEO Mike Roeffler ha affermato che la base di deposito della banca si è stabilizzata e First Republic si concentrerà sulla sua ricostruzione. “Andando avanti, i depositi non assicurati rimarranno una porzione molto più piccola dei depositi totali rispetto al passato”, ha affermato.

L’azienda ha adottato altre misure per incrementare la propria attività. Ad esempio, a marzo, il CEO James H. I massimi dirigenti, tra cui Herbert, II, hanno scelto di ridurre a zero i loro bonus annuali fino al 2023. Herbert ha anche deciso di rinunciare al suo stipendio come presidente ad interim a partire dal 12 marzo.

Il 6 aprile il Consiglio di Amministrazione della Prima Repubblica Sospeso Pagamento del dividendo trimestrale in contanti sulle azioni privilegiate bancarie “come misura di vigilanza prudenziale” Archivi regolamentari con la Securities and Exchange Commission.

Resta da vedere quanto queste mosse aiutino. “Come trovi la crescita quando tagli il 20-25% della forza lavoro?” ha detto Compton di Morningstar. “È una situazione molto brutta.”

La chiamata sugli utili di First Republic è durata circa 12 minuti e i dirigenti della banca non hanno risposto alle domande degli analisti.

READ  Elon Musk dice che si sta allontanando da Biden

Finora gli utili del primo trimestre per le altre banche regionali sono stati un miscuglio. Ad esempio, Zions Bancorp (ZION) ha mancato le stime sugli utili trimestrali. L’ETF SPDR S&P Regional Bank (KRE) è sceso del 25% finora quest’anno.

Certo, il depositario della Prima Repubblica non era l’unico sotto pressione. La banca regionale ha visto i consulenti lasciare la sua divisione di gestione patrimoniale da quando è scoppiata la crisi. Nelle ultime settimane, First Republic ha dismesso più di una dozzina di gruppi o singoli consulenti ad altre aziende.

Un gruppo consultivo che ha supervisionato $ 13 miliardi di asset lasciati lunedì Lasciato per unirsi a Cresset Asset ManagementUna società di gestione patrimoniale privata con sede a Chicago.

Il pieno impatto della partenza del consulente non è stato mostrato nella relazione sugli utili di lunedì. Le attività di gestione patrimoniale ammontavano a 289,5 miliardi di dollari alla fine del primo trimestre, con un aumento del 5,6% su base annua, ha affermato First Republic. Roeffler ha affermato durante la chiamata agli utili che i gruppi di consulenti in uscita rappresentano meno del 20% delle attività totali e First Republic si aspetta che i consulenti mantengano una parte del denaro che gestiscono.

“Conserviamo quasi il 90% dei nostri professionisti della gestione patrimoniale”, ha affermato Roeffler.

La fidelizzazione dei dipendenti sarà una figura chiave da guardare al futuro.

“Se le cose non vanno bene, inizi a perdere banchieri privati ​​​​o gestori patrimoniali?” Compton ha detto. “Sembra che abbia già iniziato a succedere e non so come lo risolvi.”

Scrivi ad Andrew Welsch all’indirizzo andrew.welsch@barrons.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *