La decisione dei proprietari della NFL di flettere “Thursday Night Football” avrà un impatto negativo sui fan

Eagan, Minn. – IL NFL Alla fine ha imposto una programmazione flessibile giovedì sera nella sua finestra di trasmissione. Speriamo che la Lega non debba mai usarlo.

Lunedì, 24 franchigie hanno votato a favore di un meccanismo di programmazione che consentirebbe alla lega di entrare (o uscire) dalle partite di “Thursday Night Football”. I giochi sono limitati alle settimane 13-17, le decisioni devono essere prese 28 giorni prima della partita, ci sono un massimo di due giochi del giovedì sera che possono essere flessibili tra cinque opzioni e, naturalmente, i giochi devono essere garantiti per essere flessibili.

Queste sono condizioni rigorose che stabiliscono sempre un livello elevato per il successo. La lega riconosce implicitamente che questa potrebbe essere una cattiva idea riferendosi ad essa come a un “test di una stagione di politiche di programmazione modificate per una programmazione flessibile associata al pacchetto Thursday Night Football”.

La lega voleva fortemente che ciò accadesse durante gli incontri annuali di marzo in Arizona. Successivamente, le squadre della lega dovevano dare un preavviso di 15 giorni invece di 28. Ho detto che la stanza era divisa equamente sulla risoluzione prima che il comproprietario dei Giants, John Mara, si alzasse e definisse l’idea “illegale”.

Aveva, ovviamente, ragione. Devo ancora parlare con un giocatore della NFL che direbbe pubblicamente o in privato che ama giocare a Thursday Night Football. La NFLPA non è certo favorevole a questo.

Ma oltre a ciò, la NFL ha incoraggiato i fan ad acquistare i biglietti non appena è stato rilasciato il programma pesantemente preparato due settimane fa. I fan fanno i loro piani in anticipo e una partita in prima serata a fine stagione è quella che i fan in casa o in trasferta vogliono bloccare.

READ  Come investire con l'avvicinarsi della scadenza del tetto del debito federale

Il viaggio costa denaro. Il biglietto aereo è costoso. I prezzi delle camere d’albergo salgono quando la città ospita una partita della NFL. Va contro l’ideale di calcio e di famiglia che la lega abbraccia, suggerire che i tifosi di qualsiasi squadra che giocano cinque partite potrebbero essere influenzati e i loro piani potrebbero essere vani in pochi mesi.

“Siamo incredibilmente concentrati sui nostri fan allo stadio e su ciò che i nostri fan stanno guardando su schermi e televisori ovunque”, ha detto lunedì il vicepresidente esecutivo e direttore operativo della NFL Hans Schroeder.

“Non voglio pensare che non siamo sensibili a questo, faremo tutto il possibile nel modo in cui comunichiamo, quanto possiamo essere chiari e veloci. Ma ci proviamo. Dall’altro lato, siamo equilibrato, portiamo i giochi giusti nelle finestre giuste. Questo è ciò su cui saremo sempre fortemente orientati “.

Questo per garantire che ogni singola partita della NFL sia una vittoria. Ma ho sostenuto sin dalle riunioni di marzo che, a meno che Al Michaels non si lamenti apertamente come ha fatto di ciò che chiama lo scarso adattamento, è improbabile che questo flex venga votato.

Nessuno vuole un limone in prima serata ma succede. E indovina cosa? Tutti sintonizzati comunque la prossima settimana.

Tra il gioco flessibile e il gioco flessibile, più di 100.000 fan influenzano i loro piani. Ciò significa che il personale delle operazioni calcistiche delle quattro squadre dovrà riorganizzarsi. Sia gli stadi ospitanti che le città devono ora cambiare i loro programmi di personale, che si tratti di concessioni o di hotel o ristoranti.

Questo non è il flex della domenica sera a cui siamo tutti abituati. Spostare una partita verso l’alto o verso il basso di domenica avrà inevitabilmente un impatto negativo sull’intero processo in campo da domenica a giovedì.

READ  I Lakers sopravvivono ai Timberwolves in OT per guadagnare il 7-seed in Occidente

Ma la decisione presa dalla lega e dai proprietari è stata che tutte le persone colpite in quelle squadre e città fossero molto inferiori al numero di persone che guardavano su uno schermo da qualche parte. Quel numero è ciò che conta.

“Una cosa molto, molto importante”, ha detto lunedì il proprietario dei Cowboys Jerry Jones quando ha menzionato la difficoltà ai fan. “Ogni proprietario in quella stanza respira sensibilità verso quei tifosi. Ma solo il 7% dei nostri tifosi è stato all’interno dello stadio. Il sette percento. Quindi hai molti tifosi – la maggior parte dei tifosi sono fuori – il che è buon per loro».

Le partite attualmente programmate per giovedì sera nelle settimane da 13 a 17 sono:

È una bella lista che i programmatori della NFL hanno messo insieme e regalato a tutti noi. Speriamo solo che la NFL non lo rubi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *