Le proteste a livello nazionale in Francia seguono il raddoppio del conto pensionistico di Macron

PARIGI, 23 marzo (Reuters) – I lavoratori francesi irritati per l’innalzamento dell’età pensionabile hanno bloccato l’accesso a un terminal dell’aeroporto Roissy-Charles De Gaulle di Parigi giovedì come parte di una protesta nazionale, costringendo alcuni passeggeri ad andarsene. Gamba.

I servizi ferroviari sono stati interrotti e alcune scuole sono state chiuse mentre la spazzatura si accumulava nelle strade e la produzione di energia è stata interrotta mentre i sindacati facevano pressioni sul governo affinché approvasse una legge a 64 che ritardava le pensioni di due anni.

Pennacchi di fumo si alzavano da cumuli di immondizia che bloccavano il traffico su un’autostrada vicino a Tolosa, nel sud-ovest della Francia, e gli attacchi di gatti selvatici hanno anche bloccato brevemente le strade in altre città.

Un portavoce di Aeroports de Paris ha detto che la protesta spontanea vicino al terminal uno di Roissy non influenzerà i voli.

Manifestazioni di protesta sono state programmate in tutto il paese per la fine della giornata, mentre le proteste hanno preso di mira depositi di petrolio e bloccato un terminale GNL nella città settentrionale di Dunkerque.

Il presidente Emmanuel Macron ha dichiarato mercoledì che la legge – che il suo governo ha approvato in parlamento la scorsa settimana senza votazione – entrerà in vigore entro la fine dell’anno nonostante la crescente rabbia in tutto il paese.

“La migliore risposta che possiamo dare al presidente è che milioni di persone sono in sciopero e nelle strade”, ha detto Philippe Martínez, che guida il sindacato intransigente CGT.

Le proteste contro i cambiamenti politici, che accelerano il previsto aumento del numero di anni di lavoro necessari per ottenere una pensione completa, hanno attirato grandi folle alle manifestazioni organizzate dai sindacati da gennaio.

READ  AI "Godfather" Geoffrey Hinton avverte delle insidie ​​mentre lascia Google

Rabbia

La maggior parte delle proteste sono state pacifiche, ma la rabbia è cresciuta da quando il governo ha presentato il disegno di legge in parlamento la scorsa settimana senza votazione.

Nelle ultime sette notti, Parigi e altre città hanno assistito a manifestazioni spontanee con bidoni della spazzatura incendiati e scontri con la polizia.

Laurent Berger, capo del CFDT moderato, il più grande sindacato francese, ha detto a BFM TV che il governo dovrebbe ritirare la legge sulle pensioni. I commenti di Macron “hanno aumentato la rabbia”, ha detto.

L’ultima ondata di proteste è la sfida più seria all’autorità del presidente dalla rivolta delle “uniformi gialle” di quattro anni fa. I sondaggi mostrano che un’ampia maggioranza di francesi si oppone alla legge sulle pensioni, nonostante la decisione del governo di farla passare in parlamento senza referendum.

“È una buona cosa che le persone si stiano ancora mobilitando e le persone difendano le loro convinzioni”, ha detto Jean Walter, un ingegnere di 26 anni alla stazione di Parigi Saint-Lazare, dove molti treni sono stati cancellati.

“Anche se ci vuole più tempo per andare al lavoro oggi, sostengo lo sciopero”.

Il ministro del lavoro Olivier Dussopt ha affermato che il governo non ha negato le tensioni, ma ha voluto andare avanti.

“C’è un continuo disaccordo sull’età pensionabile. D’altra parte, ci sono molte lezioni per rinnovare una conversazione”, ha detto, su come le aziende condividono i loro profitti con i lavoratori.

Ha detto che il lavoro sarà svolto gradualmente.

Reportage di Dominique Vidalon, Forrest Grellin, John Irish, Ingrid Melander, Sudip Carr-Gupta, Lucian Liebert; Montaggio di David Gregorio e Christina Finzer

READ  I 4 RBI di Jake Cronenworth guidano i Padres Dodgers nel finale della Seoul Series

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *