Lo staff del rappresentante George Santos è sotto esame a Capitol Hill

Commento

Il periodo di assunzione sta finendo a Capitol Hill. La raffica di curriculum inoltrati sta scomparendo, le posizioni del personale negli uffici della Camera e del Senato sono quasi occupate e spesso ci sono affari seri nel governo.

Il gioco di società, che si svolge negli affollati corridoi del Campidoglio, nelle catene di messaggi iperguida e nelle chiacchiere in fila alla mensa, è un carosello di due anni di lavoro e formazione che è sempre seguito da vicino dal personale. Chi è su e chi è giù? Chi è dentro e chi è fuori?

Ma nessun assunto di personale quest’anno è stato seguito più da vicino di quello del rappresentante repubblicano di New York George Santos, che è stato sepolto da una valanga di rivelazioni dalla sua elezione a novembre, indicando che non è la persona che una volta diceva di essere. Essere. Ad esempio, non si è laureata al Baruch College (né ha giocato a pallavolo per la sua squadra). Né ha lavorato per Goldman Sachs o Citigroup. E i suoi nonni non stavano fuggendo dalla persecuzione ebraica in Ucraina.

Ci sono domande sulla provenienza dei suoi soldi, su come ha finanziato la sua campagna e se ha lavorato per un’azienda della Florida. La SEC ha citato in giudizio e ha affermato che si trattava di un “classico schema Ponzi”.

Che debba o meno rispondere a queste miriadi di domande, Santos sta mettendo insieme uno staff per i suoi uffici di Washington e distrettuali, una priorità per i rappresentanti al primo mandato. Ciò significa intervistare candidati di lavoro, controllare curriculum, eseguire controlli sui precedenti e trovare persone disposte a lavorare per un membro che sembra allergico a dire la verità.

Accettare un lavoro per Santos significa tirare i dadi sui dipendenti. Nelle conversazioni con più di una dozzina di ex e attuali legislatori e membri dello staff repubblicani e democratici, molti si sono chiesti se Santos avrebbe trovato un altro ufficio del Congresso che li avrebbe assunti, in particolare membri dello staff di alto livello.

Guarda l’evoluzione delle bugie nella biografia della campagna di George Santos

Secondo LegiStorm, che tiene traccia e pubblica le assunzioni del Congresso, finora ci sono informazioni pubbliche per cinque posizioni ricoperte da Santos, tra cui capo dello staff e direttore delle comunicazioni. La composizione iniziale dello staff di Santos sembra mancare di una profonda esperienza a Capitol Hill, che in genere aiuta i nuovi membri a iniziare bene e ad adattarsi rapidamente ai ritmi e alle esigenze del Congresso.

Santos ha nominato Charles Lovett come suo capo del personale. Secondo LegiStorm, Lovett è stato responsabile della campagna di Santos e ha trascorso sei mesi come organizzatore sul campo per il Partito Repubblicano dell’Ohio. È stato anche direttore politico per l’infruttuosa candidatura alle primarie del repubblicano dell’Ohio Josh Mandel per il Senato. Non aveva mai lavorato sulla montagna prima. Viswanak Burra, direttore delle operazioni di Santos, ha trascorso meno di un anno come direttore delle operazioni speciali per il rappresentante Matt Gates (R-Fla.) e più recentemente è stato segretario esecutivo del New York Young Republican Club.

READ  Procter & Gamble contrasta le affermazioni di "avidità" dopo l'aumento dei margini

Il suo direttore delle comunicazioni, Nyssa Woomer, sembra avere la maggior esperienza di Hill. Ha lavorato per tre membri del Partito Repubblicano tra il 2014 e il 2018, prima come direttrice delle comunicazioni per il Partito Repubblicano dello Stato del Massachusetts e poi come specialista delle comunicazioni per il Dipartimento delle Entrate dello Stato.

Rafaello Caron, un anziano assistente legislativo di Santos, ha lavorato per tre membri del GOP, ma il suo lavoro in ogni ufficio era limitato. Rappresentante. Sei mesi come social media manager di Madison Cawthorne (RN.C.), Rep. Greg Stoup (R-Fla.) è stato per due mesi vicedirettore delle comunicazioni e rappresentante Paul A. Ha anche trascorso un mese come addetto stampa di Kosar. (R-Ariz.), secondo LegiStorm. Gestiva una società di consulenza che lavorava principalmente per candidati al Congresso repubblicani di lunga data. Gabriel Lipsky, che è stato l’addetto stampa della campagna di Santos, sarà il suo addetto stampa e responsabile dell’ufficio. Non ha esperienza in collina.

Un membro dello staff di Santos che ha familiarità con il processo di assunzione ha affermato che il sito di LegiStorm non era aggiornato e che gli uffici DC e New York del membro del Congresso erano “completamente attrezzati”. A ciascun membro del Congresso sono assegnati 18 posti di personale a tempo pieno.

“Sembrava di essere in ‘Quei bravi ragazzi'”: come George Santos ha corteggiato gli investitori per lo schema Ponzi

Woomer, direttore delle comunicazioni di Santos, ha dichiarato giovedì che il deputato non sarà disponibile per un’intervista per questa storia. Il suo staff, ha detto, “ha accettato tutto questo perché abbiamo interesse a servire i componenti del 3 ° distretto congressuale”. I dipendenti di Santos non hanno risposto alle e-mail che chiedevano commenti.

Con o senza personale, gli uffici di Santos devono rispondere all’assalto di richieste da parte di elettori e altri che stanno già riempiendo le caselle di posta dei membri del Congresso.

Lo stratega del GOP con sede in Virginia Jimmy Keady, che ha lavorato come membro dello staff di Hill nello staff senior per i debuttanti del Congresso, ha affermato che è “assoluto” che un nuovo membro del Congresso si circondi di veterani di Hill che sanno cosa stanno facendo, altrimenti possono ritrovarsi sott’acqua molto velocemente.

“Capitol Hill non è un posto dove puoi entrare e capire cosa deve essere fatto”, ha detto Keady. “Ci sono molte regole, c’è molto regolamento e c’è molto rischio che molti di questi nuovi membri lo facciano perché non hanno personale esperto intorno a loro”.

Keady ha detto che se un nuovo membro non si concentra immediatamente sui servizi elettorali, gli elettori lo sentiranno.

READ  Madonna è stata ricoverata in ospedale con un'infezione batterica e ha rinviato il tour

“Se ci sono membri che dicono: ‘Taglierò i miei servizi elettorali e non otterrò un servizio. [legislative director] – Avrò sei persone nello staff delle comunicazioni,’ sai, va bene – questo potrebbe farti entrare su Fox News “, ha detto Keady.” non otterrò il servizio perché anche quello è lavoro di un membro del Congresso.”

In cima alla lista delle cose da fare del nuovo membro c’è l’affitto di uno o più uffici distrettuali e l’arredamento di tutto, inclusi Internet, telefoni, scrivanie, sedie e graffette. Fin dal primo giorno, devono iniziare a rispondere alle richieste ininterrotte degli elettori che necessitano di aiuto con assegni di previdenza sociale, questioni relative ai veterani e passaporti. Questo è tutto quello che c’è da fare quando un nuovo membro viene a conoscenza della politica di Washington e delle regole ufficiali e di altro tipo del Congresso.

Jeff Jackson, una matricola democratica della Carolina del Nord, ha documentato le sue prime settimane al Congresso su Instagram, inclusi briefing su come i nuovi rappresentanti scelgono il loro spazio ufficio e informazioni finanziarie. Ha detto che l’assunzione di persone con esperienza sulla collina e nel suo distretto è una priorità.

“Mi dà molto conforto avere persone che sanno come farlo”, ha detto Jackson in un’intervista.” Sono qui solo da poche settimane, ma quello che ho imparato è che c’è un maremoto che colpisce il nostro ufficio ogni giorno e ci vuole un’intera squadra per rimanere a galla. Se sei un uomo su una tavola da surf, finirai per essere schiacciato.

Gestire uffici è difficile in circostanze normali, ma Santos è stato oggetto di un intenso controllo da parte dei media. Affronta le chiamate non solo dei democratici ma anche dei repubblicani a rinunciare al suo seggio. Sei rappresentanti del GOP di New York.

Questo mese, un nuovo membro del Partito Repubblicano, Rep. Anthony D’Esposito, il cui distretto confina con Santos, ha detto che Santos ha detto “bugie assolute” e ha chiesto le sue dimissioni. Anche il presidente del comitato repubblicano della contea di Nassau Joseph G. Cairo Jr. ha affermato che a Santos manca il sostegno dei repubblicani nel 3 ° distretto congressuale. “La campagna di Jorge Santos dell’anno scorso è stata una campagna di inganni, bugie e invenzioni”, ha detto Cairo durante una conferenza stampa dell’11 gennaio. “Ha disonorato la Camera dei rappresentanti e non lo consideriamo uno dei nostri membri del Congresso”.

I numeri in crescita del GOP richiedono le dimissioni di George Santos

Santos ha detto che non si dimetterà dal suo incarico. Il presidente della Camera Kevin McCarthy (R-Calif.), che ha bisogno del voto di Santos poiché si aggrappa a una maggioranza ristretta alla Camera, ha respinto le richieste di dimissioni di Santos e ha detto che questo mese Santos è stato legittimamente eletto e si è seduto senza opposizione. I repubblicani della Camera hanno nominato Santos nei comitati House Small Business e Science, Space and Technology.

READ  Tina Turner morta: ultime notizie e tributi dopo la morte della leggendaria cantante a 83 anni

Rappresentante delle matricole. Chuck Edwards (RN.C.) sa fin troppo bene cosa succede quando ai membri è permesso ignorare i servizi costituenti: sta ripulendo il casino lasciato dal suo predecessore, Madison Cawthorne.

Cawthorne entrerà in carica nel 2021 all’età di 25 anni Se n’è andato con uno scandalo, ha fatto della pubblicità una priorità in qualità di legislatore. “Ho costruito il mio staff attorno alle comunicazioni più che alla legge”, ha scritto in un’e-mail ai colleghi repubblicani pubblicata dalla rivista Time nel 2021.

Dopo che Edwards ha perso contro Cawthorne nelle primarie del GOP Per lo più è andato MIA In alcuni dei suoi doveri di membro del Congresso. A ottobre, le chiamate al suo ufficio distrettuale sono andate alla segreteria telefonica che indicava che stava lasciando l’ufficio e non accettava nuovi casi: i membri uscenti del Congresso in genere lasciavano l’ufficio aperto e trasferivano tutti i file al membro entrante. Non ci sono interruzioni nel servizio per i residenti del loro quartiere.

Invece, Edwards ha detto che Cawthorne non gli ha lasciato nulla: “nessun file, nessun dato, no Qualsiasi cosa.”

“Dobbiamo ricominciare da capo”, ha detto.

Ha cercato di ottenere un vantaggio per scontare il resto del suo mandato al Senato della Carolina del Nord, incoraggiando i membri che si sono incontrati in silenzio da Cawthorne a contattare il suo ufficio statale. Recentemente ha sentito da studenti che pensavano che Cawthorne li avrebbe raccomandati alle accademie militari ed erano preoccupati con l’avvicinarsi della scadenza.

Al Senato dello stato, ha detto: “Il mantra del nostro ufficio è il primo nel servizio elettorale. L’abbiamo già fatto come mantra dell’ufficio di questo ufficio del Congresso”.

L’ex chirurgo generale affronta il cancro di sua moglie e l’effetto Trump

I membri dello staff che scelgono di lavorare per Santos troveranno difficile negoziare un futuro a Capitol Hill, ha affermato George McElwee, che è stato capo dello staff dell’ex membro del Congresso GOP della Pennsylvania Charlie Dent ed è anche presidente della House Chiefs of Staff Association. .

“Soprattutto per i dipendenti in quei ruoli senior, le persone si chiedono perché sono lì. Perché continuano?” ha detto McElwee, ora lobbista presso l’organizzazione bipartisan che ha co-fondato a Washington. “Questo li danneggerà ad un certo punto nelle loro prospettive di lavoro”.

McElwee non si aspettava di poter andare d’accordo con i dipendenti che speravano di fare carriera al Santos Mountain.

“Molte persone nel suo ufficio probabilmente tengono d’occhio la porta, cercando di trovare una via d’uscita”, ha detto. “Sanno che questo non è un ambiente sostenibile per loro nel loro futuro politico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *