Tom Verlaine, cantante e chitarrista televisivo, muore a 73 anni – Rolling Stone

Tom VerlaineCantante e chitarrista dei giganti del punk Televisione che ha realizzato il capolavoro del 1977 della band Luna MarchesaSi è spento all’età di 73 anni.

La figlia di Patti Smith, Jessie Paris Smith, ha confermato la morte di Verlaine per una “breve malattia”. Pietra rotolante di sabato. “È morto pacificamente a New York City circondato da amici intimi. La sua visione e la sua immaginazione ci mancheranno”, ha scritto Smith.

“Era un momento in cui tutto sembrava possibile”, Patty Smith ha scritto in un tributo Su Instagram c’era una foto di lei e Verlaine. “Addio Tom, sopra Omega.”

Nato Thomas Miller, Verlaine (che ha adottato il suo cognome dal poeta francese Paul Verlaine), è stato compagno di classe del liceo con il collega icona punk Richard Hell, con il quale ha formato le sue prime band. Arrivati ​​nel Lower East Side di Manhattan agli albori del punk, Verlaine e Hell si unirono per la prima volta al chitarrista Richard Lloyd nel 1973 per i Neon Boys di breve durata prima di co-fondare i Television.

Verlaine e la televisione hanno affinato il loro suono come uno dei migliori artisti in club punk leggendari come il CBGB’s – stabilendo una delle prime residenze del locale – e Max’s Kansas City. Patti Smith – una volta ha paragonato il suono della chitarra di VerlaineUn migliaio di uccellini urlano” — era tra il pubblico per uno dei primi spettacoli televisivi nel 1974, e Bill ha rotto con la televisione l’anno successivo quando il Buddy Smith Group ha fatto il suo debutto al CBGB.

READ  Kamala Harris diventa la prima vicepresidente a visitare Planned Parenthood con un fornitore di aborti

L’inferno avrebbe presto lasciato la televisione per unirsi al gruppo punk degli Heartbreakers. Una volta che Verlaine e Lloyd presero le redini, il duo sviluppò un suono di chitarra che combinava riff punk con interplay jazz. Dopo aver fatto il loro debutto discografico con il singolo “Little Johnny Jewel” nel 1975, i Television pubblicarono il loro capolavoro – e uno dei migliori album dell’era punk. Luna Marchesa, il cui fulcro è la tortuosa e affascinante title track dell’album. (L’album, era Pietra rotolante (La recensione ha rilevato che la serie del 1977 di band CBGB come Blondie e Ramones era “più interessante e più audace”, ma “più inquietante”.)

“Quando i membri dei Television apparvero a New York agli albori del punk, suonarono un mix di generi incongruo e impennato: le urla rauche dei Velvet Underground, l’art rock cerebrale, la scultura di chitarra a doppia elica di Quicksilver Messenger Service, ” Pietra rotolante scritto su Luna Marchesa, 107 nella nostra lista dei 500 migliori album.

“Il debutto dei Ramones è stato tanto crudo nella sua brutale semplicità quanto lirico, esilarante nelle sue aspirazioni. Luna Marchesa Comunque sorprendente” Pietra rotolante ha scritto “Friction”, “Venus” e la possente title track sono frastagliate, disperate e bellissime allo stesso tempo. Per quanto riguarda le credenziali punk, non dimenticare l’elettricità segreta e l’esistenzialismo soffocato della voce e del songwriting del chitarrista Tom Verlaine.

La formazione classica della televisione pubblicherà solo un altro album negli anni settanta, 1978. avventura, prima che Verlaine iniziasse la sua carriera da solista. Come ha scritto Patti Smith, Verlaine ha mostrato “i suoi testi spigolosi e appuntiti, un’intelligenza furba e la capacità di suscitare ogni corda alla sua emozione più vera” nei suoi album. (La classica formazione televisiva di Verlaine, Lloyd, il bassista Fred Smith e il batterista Billy Fica si sono riuniti per un ultimo album: 1992’s Televisione.)

Nel 1979, Verlaine pubblicò il suo album solista omonimo, che includeva la canzone “Kingdom Come”, che David Bowie registrò un anno dopo per l’LP del 1980 dell’icona. Mostri spaventosi e super mostri. Come artista solista, Verlaine è fiorito nei decenni successivi, passando senza soluzione di continuità da esplorazioni post-punk a EP puramente strumentali e collaborando a colonne sonore di film muti con Smith e altri ex abitanti del CBGB.

READ  La peggiore inondazione dai tempi di una tempesta tropicale è possibile in alcune parti del New England

“Tom Verlaine una volta si è lamentato di non aver mai scritto di due sogni forti nella sua carriera perché il linguaggio dei sogni è difficile da acquisire. Potrebbe essere così, ma Verlaine riesce ad avvicinarsi alla soluzione di quel problema più di chiunque altro nel suo medium. Pietra rotolante Dell’LP solista di Verlaine del 1982, ha scritto, Parole dal fronte. “Durante tutta la sua carriera, c’è qualcosa di molto ispirato nelle canzoni di Verlaine, ma devi chiederti se le scrive … beh, nel sonno.”

Di tendenza

Nel Intervista del 1988 Pietra rotolante, The Edge degli U2 ha citato Verlaine come una delle sue maggiori influenze. “Quello che ho preso da Verlaine non era proprio il suo stile, ma il fatto che ha fatto qualcosa che nessun altro ha fatto”, ha detto. “L’ho adorato; ho pensato che fosse prezioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *