Trae Young, gli Hawks non hanno nessun posto dove nascondersi contro i Celtics

BOSTON – I Celtics erano in vantaggio sugli Hawks di 30 punti nella prima partita della loro serie di playoff del primo turno quando Cedric Maxwell ha chiamato Dominique Wilkins dall’altra parte della sala da pranzo dei media nel ventre del TD Garden.

“Nick!” L’ex emittente televisiva di Boston ha soffocato una risata e ha parlato con la sua controparte di Atlanta.

“Lo darò”, ha risposto l’Hall of Famer, concedendo la partita e forse 24 minuti di striscia. “Io do.”

I Celtics hanno avuto bisogno di 11 secondi per dominare la partita di apertura. Jaylen Brown ha rubato il primo tentativo di passaggio del playmaker degli Hawks Trae Young, si è bloccato in transizione, ha sondato quattro difensori e li ha separati come un mare rosso, aprendo la strada con i suoi 29 punti.

“Fargli sapere dal salto sarà una lunga notte”, ha detto Brown.

Due possedimenti dopo, Derrick White respinse il primo tentativo di tiro di Young e ne seguì una valanga. Boston ha eseguito una linea di layup nel primo quarto, ha perforato 7 su 8 da 3 punti nel secondo quarto e ha preso un vantaggio di 84-52 nel terzo quarto. Atlanta ha ridotto il deficit a 12 minuti nel quarto quarto, ma la speranza era fugace. I Celtics si sono semplicemente ricordati che potevano creare qualsiasi tiro volessero e piegare gli Hawks alla loro volontà sul lato difensivo.

“Non credo che fossimo davvero pronti”, ha detto la guardia di Atlanta DeJaunte Murray, che è no. 7° giocatore e n. Ha detto che le cose da sapere in Gara 1 sono fondamentali per battere la testa di serie numero 2. “Questa è la parola competitiva. Non credo che siamo davvero competitivi.”

READ  Le immagini del telescopio solare rivelano la superficie del Sole come mai prima d'ora

Il punteggio finale si è stabilito a 112-99 a favore di Boston, ma il divario di prestazioni era troppo ampio. È stata una rimonta a tutto campo che ha convinto i Celtics a distruggere Atlanta in gara 2 martedì.

La risata dell’allenatore del New Boston Joe Mazzulla ha infranto il suo solito stoicismo quando gli è stato chiesto se fosse preoccupato per la sua squadra che lasciava gli Hawks fuori dal tappeto. “Sì, sono davvero preoccupato”, ha scherzato. “No, non mi interessa affatto.”

“È bello sapere che possiamo vincere e giocare bene”, ha aggiunto Mazzulla.

Il veterano dei Boston Celtics Al Horford fissa lo sforzo difensivo in Gara 1 della loro serie di playoff al primo turno contro gli Atlanta Hawks. (Eric Canha/USA TODAY Sport)

Con Young su circa un terzo dei loro possedimenti e Murray su un quarto, i Celtics sanno cosa vogliono fare gli Hawks. Nessuna guardia ha un posto dove cacciare. Il bianco, una selezione All-Defensive garantita, ha iniziato la serata su Young. Il difensore dell’anno Marcus Smart ha ritirato Murray. Accanto a loro ci sono le braccia lunghe e l’atletismo tutto NBA di Brown e Jayson Tatum. Dietro di loro ci sono Al Horford, Robert Williams III o entrambi i protettori della vernice. Il 6-foot-1 Young è un novellino nelle sequoie.

Young ha mancato i suoi primi sei tentativi e ha concluso la sua serata con 16 punti su 5 su 18 tiri, buoni per un punteggio di -14 peggiore della squadra. Murray aveva bisogno di 25 tiri per portare la sua squadra a 24 punti. Hanno commesso cinque delle loro sei palle perse nel primo tempo e registrato la maggior parte dei loro 16 assist quando il risultato è diventato noto.

READ  Credito d'imposta sui veicoli elettrici: vedi quali veicoli elettrici si qualificano nell'elenco aggiornato

Chiedi all’attaccante di Hawks John Collins se la palla ha bisogno di trovare di più la zona d’attacco e la sua frustrazione è palpabile.

“Sicuramente ripaga per noi colpire gli errori e ottenere secchi facili”, ha detto a Yahoo Sports. “A volte il gioco non va proprio in quel modo. Vorrei che fosse di più, ma non posso descriverlo troppo. Il coinvolgimento di tutti e noi che otteniamo secchi facili rende l’intera offesa più fluida”.

Nel frattempo, Atlanta non ha eseguito nessuno dei suoi piani di gioco difensivi, il che ha rivelato che Young e l’allenatore Quin Snyder stavano costringendo Boston a lunghe doppiette, non una nuova strategia. I Celtics hanno tentato 82 dei loro 88 tiri dal campo o dalla linea dei 3 punti, registrando una percentuale effettiva di field goal del 56,7%. Cinque dei loro sei tentativi dalla fascia media sono arrivati ​​dopo l’intervallo, quando hanno tolto il piede dall’acceleratore.

Collins ha detto: “In difesa, è solo una preferenza”. O la mancanza di.

Quando Smart si è preso una pausa dalla caccia alla difesa di Young, lasciandolo con risultati altrettanto favorevoli su Collins, gli Hawks devono essersi resi conto di aver contrattato per una lunga notte e una breve serie. Young cercava risposte negli effetti immediati del gioco, e trovava poca sostanza.

“Hanno fatto i tiri. Non ci siamo fermati, loro hanno fatto i tiri”, ha ragionato il 24enne. “Dobbiamo fare un lavoro migliore per non lasciare che facciano troppi scatti, ma dobbiamo fare qualche scatto. …

“Dobbiamo stare davanti al nostro uomo e lavorare meglio collettivamente, non lasciare che prendano il sopravvento”.

READ  Aggiornamenti in tempo reale della classifica del round 2 di Masters 2023: Tiger Woods

Pensi?

Snyder ha fatto eco al ritornello eccessivamente semplificato del suo due volte playmaker All-Star. Anche se gli Hawks potrebbero non aver mancato di nuovo 19 dei loro 21 tentativi da 3 punti nel terzo quarto, ciò non spiega completamente il deficit di 32 punti. Snyder ha riconosciuto che la serie aveva sfide al di fuori del loro controllo. Ciò che non è riuscito ad affrontare è stato il fatto che i Celtics sono attrezzati per creare sguardi aperti da un lato contro Atlanta e bloccarli dall’altro.

Quella realtà non lascia agli Hawks spazio per errori se Wilkins vorrà mai negare Maxwell. Come ha detto Collins, “Vincere una partita, soprattutto in trasferta, richiede una partita completa in cui giocare con tutto ciò che abbiamo”.

Gli Hawks sarebbero durati poco più di 11 secondi prima di spezzare le loro anime in Gara 2 (19:00 ET martedì, NBA TV).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *