Siete quì: Musica Ancona > Klezmer Festival

Klezmer Festival

Il Klezmer Festival, giunto alla sua undicesima edizione, è dedicato alla musica d’ispirazione ebraica. Una musica che, assorbendo espressioni diverse, è rinata dalla fusione delle diverse culture; una musica che rappresenta pace e armonia tra i popoli.
Per questo la manifestazione è andata oltre il suo specifico musicale, assumendo una forte connotazione “sociale”.

L’edizione 2006 della manifestazione si colloca nella prospettiva di valorizzare le relazioni tra i Paesi che condividono un “interesse” comune per il mare Adriatico. L’idea è quella di un ponte culturale tra le due sponde, che metta in gioco un’idea di Europa basata sulla convivenza di culture diverse.

In particolare si vorrebbe creare un rapporto speciale, evocativo e simbolico, tra due città millenarie: Ancona e Sarajevo.
Ancona e Sarajevo, accomunate da una vocazione ad essere luogo di transito di civiltà e modelli di convivenza possibile; entrambe, al tempo stesso, porte d’Oriente e d’Occidente.
Le date del Festival:

Sarajevo 15- 18 settembre 2006

Ancona Falconara Senigallia 7-15 ottobre 2006.

PROGRAMMA ANCONA

Sabato 7 Ottobre

Ancona – Sala Audiovisivi, ore 17.30
Presentazione del progetto di Cooperazione internazionale della Regione Marche nell’area dei Balcani. Proiezione del promo del documentario Sarajevo-Ancona/Ancona-Sarajevo girato dal “Posto delle Fragole” durante la trasferta in Bosnia-Erzegovina.
Ospite speciale il giornalista della Rai, Ennio Remondino.
A seguire proiezione del film
“Souvenir Srebrenica”
di Roberta Biagiarelli e Luca Rosini
Un progetto di teatro-documentario, realizzato con il contributo della Regione Marche e della Regione Emilia-Romagna, su tutto ciò che il mondo non ha fatto per impedire la tragedia.
Partecipa Roberta Biagiarelli (autrice).

Ancona – piazza Roma ore 21.30
Mishkalè in concerto
Sergio Appendino, clarinetto
Paolo Margaria, fisarmonica
Michele Salituro, violino, chitarra, buzuki, percussioni
Maurizio Mallen, basso tuba, susafono
Lucio Molinari, batteria, percussioni
Enrico Allavena, trombone
Massimo Marino, fisarmonica
Andrea Verza, tromba, flicorno

Fuori dagli schemi e dai clichè i Mishkalè si muovono tra i suoni e i generi con l’allegra libertà di “musicisti nomadi”, inseguendo soltanto la propria ispirazione per creare una musica eclettica, aperta e curiosa.
In caso di maltempo il concerto si terrà al Teatro Sperimentale.

Domenica 8 Ottobre

Ancona Sala Audiovisivi ore 17.30
“Conflitto/risoluzione”
cortometraggi dalla Bosnia Erzegovina
a cura dell’associazione Luoghi in Comune
Il progetto «Cortometraggi – Conflitto/Risoluzione» intende favorire la riflessione sul tema del conflitto e del suo superamento. Le otto opere selezionate, realizzate da giovani autori bosniaci, sono stati individuate da una giuria composta da professori e studenti di cinematografia. L’evento è realizzato in collaborazione con: comune di Torino, Re.Te. ONG, Cisp ONG, Scuola di Scenografia, Cinema e Teatro di Sarajevo, Scuola di Arte Cinematografica di Banja Luka, Festival del Cortometraggio di Mostar; gode del sostegno dell’Ambasciata d’Italia in Bosnia-Erzegovina.

Martedì 10 Ottobre

Ancona Ridotto delle Muse ore 21.00
“L’anima del mondo”
Maddalena Crippa
Letture poetiche di autori bosniaci e marchigiani contemporanei
Maddalena Crippa e Fernando Maraghini, voci recitanti
Giovanni Seneca, musiche originali
Ingresso: posto unico 10 euro

Mercoledì 11 Ottobre

Ancona Ridotto delle Muse ore 21.00
“Yiddish Soul”
presentazione del film-documentario (45’)
regia di Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro
Viaggio nella rinascita della canzone yiddish contemporanea attraverso la passione, seguita in tournèe, di Chava Alberstein e Myriam Fuks e di tre giovani artisti europei, Karsten Troyke, Shura Lipowsky e i KlezRoym. Il film, parzialmente girato ad Ancona durante le passate edizioni del Festival Klezmer, è stato selezionato al Chicago European Union Film Festival (USA 2006), al Jewish Eye Film Festival (Israele 2006), al Pärnu International Film Festival (Estonia, 2006) e al Festival of Jewish Cinema (Australia 2006)

A seguire
“Djelem, Djelem!”
Quartetto Klez
Matteo Salerno, flauto
Stefano Martini, violino
Egidio Collini, chitarra
Francesco Giampoli, contrabbasso
Djelem in lingua rom significa viaggiare, ed è proprio il viaggio il filo conduttore di questo programma. Una scelta musicale che guarda verso l’Europa dell’Est.
Una sonorità carica di pathos, ritmo e libertà con brani tratti dal repertorio gypsy, manouche al fianco delle più note czarde ungheresi e della musica klezmer.

Giovedì 12 Ottobre

Ancona Hangar Cult Lab ore 21.00
“Do you remember Sarajevo?”
presentazione del film-documentario (50’) di Sead e Nihad Kresevlijakovic, Nedin Alikadic
La guerra a Sarajevo raccontata dalla gente comune che, invece di ritrarre le feste di compleanno dei propri figli, mostra il bombardamento e la distruzione della propria città. Immagini girate dagli appartamenti, dai rifugi e dalla strada, raccolte e montate in un film documentario di vita quotidiana in una metropoli sotto assedio, in Europa, alla fine del XX secolo.
A seguire
Damir Imamović Trio
Damir Imamović, chitarra e voce
Edvin Had?ić, basso
Vanja Radoja, violino
Damir Imamović è considerato il più importante cantautore bosniaco dell’ultima generazione: la sua musica e il suo impegno culturale e civile ne fanno uno dei massimi esponenti di quella Sarajevo che continua a opporsi tenacemente ai nazionalismi.
Il trio, costituitosi nel 2006, ha già realizzato molti concerti in Bosnia Erzegovina, Croazia, Svizzera, Olanda e Francia. Fonde la “sevdah” (musica tradizionale bosniaca) con arrangiamenti contemporanei, spesso improvvisando con una inevitabile e continua originalità.

Venerdì 13 Ottobre

Senigallia Gratisclub ore 21.00
“Viaggio Balcanico”
Max Maber Orkestar
Chiara Minca, voce e tamorra
Massimo Serli voce e basso elettrico
Alberto Guzzi, sax soprano
Adriana Giacchetti, voce e surdo
Max Jurcev, fisarmonica
Aleksandar Altarac, voce
Nasce a Trieste nel 2003, in una città da sempre luogo di scambio e contaminazione. La Max Maber accoglie e riunisce attorno a sé musicisti che guardano all’arte di strada come modello di ricerca musicale ed artistica. Chitarre, voci, fisarmonica, sax soprano, contrabbasso, surdo, cajon, dar’buka, barattoli di caffé e altre bizzarre percussioni trascinano gli ascoltatori, spesso ignari passanti, in un viaggio nella tradizione popolare del Mediterraneo e dell’Europa orientale.
A seguire
Talea (Italia – Bosnia)
Admir Shkurtaj (fisarmonica)
Alessandro Nocco (sax contralto)
Gaetano Partipilo (sax contralto e soprano)
Giorgio Distante (tromba)
Giorgio Vendola (contrabbasso)
Vincenzo Bardaro (batteria)
Mario Grassi (percussioni)
Meli Hajderaj (voce)
Adnan Hozic (Chitarra e voce)
Formazione nata nel 2001, con un repertorio proveniente dalla cultura musicale balcanica, accolto e nutrito dal calore dell’aspra e sincera terra salentina. Una “talea musicale” che si svolge su due piani, quello etnico della danza festosa e della gioia del rito matrimoniale balcanico e quello della ricerca fatto di arrangiamenti, improvvisazione ritmica e melodica. Nel 2005 i Talea hanno realizzato il primo cd: “Jarinà Jarinanè”.

Sabato 14 Ottobre

Falconara Marittima ex Squadra Rialzo FFSS (quartiere Villanova) ore 21.00
“Tra Sponde” (prima assoluta)
La Kocani Orkestar (Macedonia) incontra la Banda Municipale Balcanica (Puglia)
ospiti speciali Pino Minafra e Roberto Ottaviano
Kocani Orkestar
Durak Demirov, sassofono
Turan Gaberov, tromba
Sukri Kadriev, tromba
Nijazi Alimov, tuba baritono
Saban Jasarov, tapan (percussione)
Suad Asanov, basso tuba
Redzai Durmisev, tuba baritono
Sukri Zejnelov, tuba baritono
Dzeladin Demirov, clarinetto
Ajlur Azizov, voce
Banda Municipale Balcanica
Armando Giusti, sax contralto, sax tenore, sax baritono
Michele de Lucia, clarinetto
Nicolò Marziale, tammorra, darabuka
Livio Minafra, fisarmonica , tastiera e megafono
Alessandro Paparella, grancassa
Raffaele Piccolomini, sax tenore
Michele Rubini, basso tuba
Giorgio Rutigliano, basso elettrico
Paolo Scagliola, tromba, flicorno
Luigi Sgaramella, batteria
Raffaele Tedeschi, chitarra acustica, chitarra elettrica
Mimmo Tricarico, sax baritono, sax tenore
Una tra le più famose fanfare balcaniche incontra la giovane, ma già affermata banda pugliese, per un progetto speciale in cui ogni ensemble arrangerà e interpreterà brani dell’altro in una girandola di spunti e generi diversi. Dalle musiche per matrimoni e funerali dei Balcani, alla tradizione bandistica del sud Italia, dall’improvvisazione jazz ai ritmi delle cerimonie dei dervisci in Macedonia.

Domenica 15 ottobre – Evento Speciale

Ancona Teatro delle Muse ore 21.00
Noa “Acoustic Trio & Solis String Quartet”

Noa, voce
Gil Dor, chitarre
Zohar Fresco, percussioni
Gerardo Morrone, viola
Antonio Di Francia, violoncello
Luigi De Maio, violino
Vincenzo Di Donna, violino

Nata a Tel Aviv da genitori yemeniti, Noa raggiunge il successo internazionale nel 1994, quando Pat Metheny decide di produrla: è subito tournée mondiale che la porta a cantare l’ “Ave Maria” davanti al Papa e a centomila fedeli, in mondovisione. E’ la prima volta che un’artista ebrea canta davanti al papa cattolico: il mondo scopre non solo le qualità artistiche della cantante israeliana, ma anche le sue idee politiche in merito all’eterna querelle con i palestinesi.
Per queste ragioni il suo percorso artistico sarà sempre intrecciato con le vicende politiche del Medio-Oriente e Noa diverrà sempre più un punto di riferimento del movimento pacifista israeliano.
Nel 1999 scrive il testo del tema del film “La vita è bella” di Benigni. Nel 2003, alla presenza di 138 tra capi di stato e primi ministri, riceve l’alta onorificenza di Ambasciatrice FAO nel mondo.
Giunge al Klezmer festival con il suo miglior repertorio e con la band al completo.
Ingresso a pagamento:
platea 25 euro
I galleria 20 euro
II galleria 15 euro
III galleria e palchi 10 euro

Duo Shurk
Ancona
Durante le giornate del Festival, Lisei Haardt Spaeth, fisarmonicista, insieme a Renzo Marzocchi, bassista e percussionista, diffonderanno la loro musica balkan klezmer nelle vie del centro della città.

Regione Marche
Cooperazione Italiana allo Sviluppo Ministero degli Affari Esteri
Ambasciata d’Italia a Sarajevo
Comune di Ancona
Comune di Falconara M.ma
Fondazione Muse
Provincia di Ancona
Associazione Musica Klezmer
Arci

Si ringraziano
Comunità Ebraica di Ancona
Cts Ancona
Associazione Musicultura

Informazioni
Associazione Musica Klezmer – Arci
Via Vittorio Veneto 11, Ancona
Tel. +39 071 203045
Fax + 39 071 203050
www.klezmer.it

Teatro delle Muse
Via della Loggia, Ancona
Tel. +39 071 52525
www.teatrodellemuse.org

Ideatori e fondatori
Andrea Nobili
Carlo Maria Pesaresi
Silvio Sacerdoti
Giovanni Seneca

Presidenza onoraria
Moni Ovadia

Direzione organizzativa
Francesco Niccolini
Nihad Kresevljakovic
Edita Kennedy
Giulia Sbano

Consulenza e organizzazione Sarajevo
Roberta Biagiarelli

Direzione artistica
Giovanni Seneca

———————————
In3 Comunicazione
Via Palestro, 27
60124 Ancona
Tel e fax 071.92.41.913
info@in3comunicazione.it
www.in3comunicazione.it

Comments

comments