Siete quì: Cultura Padova, Mostre Padova > Che Dire – di Marco Monari, Mostra fotografica a Padova

Che Dire – di Marco Monari, Mostra fotografica a Padova

Da Venerdì 27 Novembre 2009 fino a Natale
Presso il Sabspace – Contenitore di Arte Contemporanea a Padova

“Le cose, quando le guardiamo, sono uguali a quello che sembrano quando non le stiamo guardando: pensai che se avessi regolato una macchina fotografica in modo che scattasse automaticamente in una stanza in cui non ci fosse alcuna presenza umana, sarei riuscito a cogliere le cose alla sprovvista, e a conoscere così il loro aspetto reale. Dimenticai che le cose sono più scaltre di quel che sembrano e non si lasciano ingannare tanto facilmente: sanno molto bene che all’interno di ogni macchina fotografica c’è un occhio umano nascosto. . . Inoltre, anche se l’apparecchio avesse per astuzia potuto captare l’immagine frontale di una cosa, dalla portata del sistema ottico, meccanico, chimico o digitale della macchina fotografica, sarebbe rimasto escluso il lato opposto, quel lato occulto verso il quale, all’ultimo istante, ironicamente, la cosa fotografata avrebbe spostato la sua faccia segreta, questa sorella gemella dell’oscurità”.

(José Saramago . Il Quaderno)

Ho sempre immaginato le presentazioni dei miei lavori in silenzio:
che dire, di immagini che dovrebbero avere un linguaggio proprio,
che dire, di immagini che dovrebbero essere già retiniche,
che dire, di immagini che dovrebbero essere viste.

Appunti di viaggio, fastidi, timori, uno stanco tralasciare, impotenza, complicità, perbenismo: in attesa di esplodere.

Le 17 immagini:

sono realizzate in digitale e provengono dall’archivio fotografico degli ultimo due anni.
sono elaborate con l’utilizzo di un programma non professionale.
sono incorniciate con materiale proveniente dalla grande distribuzione.
sono realmente esplose con petardi di medio calibro.
sono copie uniche oltre alla prova d’autore.
sono realizzabili da chiunque.
sono in vendita.

invito

Info: Sabspace.it
Contatto: info@sabspace.it

Comments

comments