I cori “Vergognati” hanno accolto gli ospiti alla cena dei corrispondenti della Casa Bianca

WASHINGTON (AP) —

Guerra a Gaza Il presidente Joe Biden ha scatenato grandi proteste fuori da uno sfarzoso arrosto sabato con giornalisti, politici e celebrità, ma è passato in gran parte inosservato ai partecipanti all'interno, che hanno invece utilizzato l'annuale cena dei corrispondenti della Casa Bianca per fare battute e taglienti avvertimenti sul rivale repubblicano di Biden, Donald Trump. La lotta per riconquistare la presidenza degli Stati Uniti.

Una serata solitamente dedicata a presidenti, giornalisti e comici, che si scambiavano insulti politici e colpi oltraggiosi, sembrava illustrare la difficoltà di mettere da parte le imminenti elezioni presidenziali di quest'anno e i problemi in Medio Oriente e altrove.

Biden ha concentrato il suo arrosto direttamente ma con ironia su Trump, chiamandolo “Sleepy Don”, un riferimento a un soprannome che Trump aveva precedentemente dato al presidente.

Il presidente Joe Biden applaude al termine della cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington. (AP Photo/Manuel Pals Seneta)

Il presidente Joe Biden brinda alla stampa libera alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington.  (AP Photo/Manuel Pals Seneta)

Il presidente Joe Biden brinda alla stampa libera alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington. (AP Photo/Manuel Pals Seneta)

Nonostante abbiano un’età simile, Biden ha detto che i due candidati alla presidenza hanno poco altro in comune. “Il mio vicepresidente mi sostiene davvero”, ha detto Biden. L'ex vicepresidente di Trump, Mike Pence, ha rifiutato di sostenere la candidatura di Trump per la rielezione.

Ma il presidente ha subito pronunciato un discorso tagliente su ciò che crede sia in gioco in queste elezioni, dicendo che un’altra amministrazione Trump sarebbe ancora più dannosa per l’America rispetto al suo primo mandato.

“Dobbiamo prendere la cosa sul serio: otto anni fa avrebbe potuto essere scritto come un 'discorso di Trump', ma non dopo il 6 gennaio”, ha detto Biden al pubblico, riferendosi ai sostenitori di Trump che hanno preso d'assalto il Campidoglio dopo che Biden ha sconfitto Trump. Elezioni del 2020.

READ  Quello che sappiamo delle vittime della sparatoria alla festa di compleanno di Sweet 16 in Alabama

Trump non ha partecipato alla cena di sabato e non parteciperà alla cena annuale in qualità di presidente. Nel 2011, sedeva tra il pubblico ed era raggiante mentre l'allora presidente Barack Obama interrogava Trump sul suo status di celebrità nei reality. Il sarcasmo di Obama era così duro all’epoca che molti osservatori politici lo collegarono alla decisione di Trump di candidarsi alla presidenza nel 2016.

Il discorso di Biden, durato circa 10 minuti, non ha fatto menzione della guerra in corso a Gaza o della crescente crisi umanitaria.

Uno dei pochi riferimenti ai circa 100 giornalisti uccisi nella guerra di sei mesi di Israele contro Hamas a Gaza è venuto da Kelly O'Donnell, presidente dell'Associazione dei corrispondenti. In una serata in gran parte dedicata al giornalismo, O'Donnell ha citato giornalisti detenuti in tutto il mondo, tra cui gli americani Ivan Gershkovich in Russia e Austin Tice, che si ritiene sia stato arrestato in Siria. Le famiglie di entrambi hanno partecipato alla stessa cena di prima.

Per partecipare alla cena di sabato, alcuni ospiti hanno dovuto correre davanti a centinaia di manifestanti arrabbiati per il crescente disastro umanitario per i civili palestinesi a Gaza. Hanno denunciato Biden per il suo sostegno alla campagna militare israeliana e per l'insabbiamento e la falsa rappresentazione del conflitto da parte dei mezzi di informazione occidentali.

“Vergogna!” I manifestanti vestiti con la tradizionale kefiah palestinese correvano davanti a uomini in smoking e giacca e donne in abiti lunghi che stringevano pochette mentre gli ospiti a cena si precipitavano dentro.

Giornalisti tengono un cartello su un terreno dipinto di rosso durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra tra Israele e Hamas alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca a Washington, sabato 27 aprile 2024.  (Foto AP/Terrence Williams)

I manifestanti tengono un cartello mentre spargono vernice rossa sul pavimento durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra Israele-Hamas alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca a Washington, sabato 27 aprile 2024. (Foto AP/Terrence Williams)

I manifestanti giacciono in strada durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra tra Israele e Hamas prima della cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington.  (Foto AP/Terrence Williams)

I manifestanti giacciono in strada durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra tra Israele e Hamas prima della cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington. (Foto AP/Terrence Williams)

“Vediamo voi media occidentali, vediamo tutti gli orrori che nascondete”, cantava la gente ad un certo punto.

READ  Jeff Schell, CEO di NBCUniversal, si è dimesso dopo le indagini

Altri manifestanti giacevano immobili sul marciapiede, accanto a modelli di biancheria intima con la scritta “Stampa”.

“Libertà, Palestina libera”, cantavano i manifestanti. Ad un certo punto, all’interno del Washington Hilton, dove la cena si tiene da decenni, hanno esultato quando qualcuno ha abbassato una bandiera palestinese dalla finestra di un hotel al piano di sopra.

Un manifestante con la mano rossa e il viso dipinto viene visto dietro una barricata della polizia durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra Israele-Hamas alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca a Washington, sabato 27 aprile 2024.  (Foto AP/Terrence Williams)

Un manifestante con la mano rossa e il viso dipinto viene visto dietro una barricata della polizia durante una manifestazione filo-palestinese contro la guerra Israele-Hamas alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca a Washington, sabato 27 aprile 2024. (Foto AP/Terrence Williams)

Ci sono state critiche al sostegno dell'amministrazione Biden all'offensiva militare israeliana a Gaza diffusa nei campus universitari americani, gli studenti hanno subito accampamenti e retate della polizia nel tentativo di allontanare le loro università da Israele. Le contro-proteste sostengono l'attacco di Israele e denunciano l'antisemitismo.

Sabato il corteo di Biden ha preso un percorso alternativo dalla Casa Bianca al Washington Hilton rispetto agli anni precedenti, evitando in gran parte la folla di manifestanti.

All'evento di sabato hanno partecipato quasi 3.000 persone. Tra le celebrità figurano il premio Oscar Davin Joy Randolph, Scarlett Johansson, Jon Hamm e Chris Pine.

Sia il presidente che il comico Colin Jost, che ha parlato dopo Biden, hanno preso colpi all'età dei due candidati presidenziali. “Non sto dicendo che entrambi i candidati siano vecchi. Ma sai che Jimmy Carter stava pensando: 'Forse posso vincere questa cosa'”, ha detto Jost. “Ha solo 99 anni.”

Le forze dell'ordine, compresi i servizi segreti, hanno aggiunto la chiusura delle strade e altre misure per garantire “il massimo livello di sicurezza e protezione per i partecipanti”, secondo il portavoce dei servizi segreti Anthony Guglielmi.

READ  Richard "Rick" Slayman, il primo paziente vivente a ricevere un rene di maiale, muore a 62 anni dopo uno storico trapianto

Gli organizzatori della protesta hanno affermato che l'obiettivo era attirare l'attenzione sull'elevato numero di giornalisti palestinesi e arabi uccisi dall'esercito israeliano dall'inizio della guerra in ottobre.

Più di due dozzine I giornalisti a Gaza hanno scritto una lettera La settimana scorsa hanno invitato i loro colleghi di Washington a boicottare del tutto la cena.

“I compensi che ci vengono addebitati per adempiere ai nostri obblighi giornalistici sono scioccanti”, si legge nella lettera. “Siamo sottoposti a detenzione militare, interrogatori e torture da parte dell'esercito israeliano, tutto per il 'crimine' dell'integrità giornalistica.”

Un manifestante protesta mentre gli ospiti arrivano alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington.  (AP Photo/Kevin Wolff)

Un manifestante protesta mentre gli ospiti arrivano alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington. (AP Photo/Kevin Wolff)

I manifestanti protestano mentre i partecipanti arrivano alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington.  (AP Photo/Kevin Wolff)

I manifestanti protestano mentre i partecipanti arrivano alla cena dell'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca al Washington Hilton, sabato 27 aprile 2024, a Washington. (AP Photo/Kevin Wolff)

Un organizzatore ha lamentato che l'Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca, che rappresenta centinaia di giornalisti che seguono il presidente, è rimasta in gran parte silenziosa sull'uccisione dei giornalisti palestinesi sin dalle prime settimane di guerra. WHCA non ha risposto a una richiesta di commento.

Quasi 100 giornalisti che seguivano la guerra a Gaza sono stati uccisi, secondo un'indagine preliminare pubblicata venerdì dal Comitato per la protezione dei giornalisti. Israele ha difeso le sue azioni affermando che stavano prendendo di mira i terroristi.

“Dall'inizio della guerra tra Israele e Gaza, i giornalisti hanno pagato il prezzo più alto, la loro vita, per difendere il nostro diritto alla verità. Ogni volta che un giornalista muore o viene ferito, perdiamo un pezzo di quella verità”, ha affermato CPJ Project. Lo ha detto il direttore Carlos Martinez de La Serna in un comunicato.

Sandra Tamari, direttrice esecutiva dell'Atala Justice Project, un gruppo di difesa palestinese con sede negli Stati Uniti che ha contribuito a organizzare la lettera dei giornalisti di Gaza, ha dichiarato: “È vergognoso che i media stiano cenando e ridendo con il presidente Biden mentre consentono la distruzione e la fame di Israele da parte di Israele. i palestinesi a Gaza.”

Inoltre, è stato lanciato il Progetto Giustizia Atala Una campagna e-mail rivolta a 12 dirigenti dei media Si prevede che diverse testate giornalistiche, inclusa l'Associated Press, parteciperanno alla cena dopo aver firmato una lettera che chiede la protezione dei giornalisti a Gaza.

“Come puoi continuare ad andare quando i tuoi colleghi a Gaza ti chiedono di non farlo?” Un manifestante ha chiesto agli ospiti che entravano. “Sei complice.”

___ Gli scrittori dell'Associated Press Mike Balsamo, Amir Madani, Fatima Hussain e Tom Strong hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *