Il Paris Air Show inizia con uno storico ordine di aeromobili

  • L’indigo indiano firma un accordo per 500 jet Airbus
  • I produttori di jet devono affrontare sfide di approvvigionamento per soddisfare la forte domanda
  • La sicurezza è anche al centro dell’attenzione al primo salone di Parigi in 4 anni

PARIGI, 19 giugno (Reuters) – Airbus (AIR.PA) ha annunciato lunedì un accordo per 500 aerei con la compagnia aerea indiana IndiGo (INGLNS) nel primo giorno del Paris Airshow. Focus sui problemi della catena di approvvigionamento dell’industria.

L’accordo multimiliardario per gli aerei a corridoio singolo – il più grande per numero di aerei – ha confermato un rapporto Reuters all’inizio di questo mese e mette in ombra il tentativo di acquisto da parte di Air India di 470 aerei Airbus e Boeing (BA.N) all’inizio di quest’anno.

Il più grande spettacolo aereo del mondo, che si alterna a Farnborough in Gran Bretagna, è a Le Bourget per la prima volta in quattro anni dopo che l’edizione del 2021 è stata vittima della pandemia.

Il presidente francese Emmanuel Macron è volato nel bazar spaziale affollato in elicottero per assistere a una dimostrazione di volo che includeva l’ultimo sviluppo di jet di Airbus, l’A321XLR, e la potenza aerea tra cui il jet da combattimento francese Rafale.

Dal lato civile, i produttori di aeromobili hanno aspettative di domanda in crescita poiché aumentano la capacità di soddisfare la domanda e aiutano a raggiungere gli obiettivi del settore di zero emissioni nette entro il 2050.

Ma dopo la pandemia, devono anche affrontare la sfida di soddisfare tale domanda mentre i fornitori sono alle prese con l’aumento dei costi, la carenza di pezzi di ricambio e la carenza di manodopera qualificata.

READ  Il tornado colpisce Perryton, Texas, uccide 3 persone e semina il caos

I dirigenti del settore affermano che il risorgente mercato dei business jet è pronto a catturare 2.000 ordini di jet a livello globale, oltre a quelli già provvisoriamente annunciati, mentre le compagnie aeree cercano di riempire il vuoto lasciato da un forte calo dell’attività nella crisi di Covid.

Ma solo una parte di questi potenziali nuovi accordi sarà pronta per lo show aereo di questa settimana, che potrebbe vedere un mix di nuovi e nuovi annunci, hanno detto.

“È solo quando questi escono verso la fine dell’anno che abbiamo un’idea della forza del mercato e della qualità degli ordini”, ha detto l’analista di Agency Partners Sash Tusa.

Colloqui sulle armi in Ucraina

L’accordo di IndiGo sottolinea la crescente importanza dell’India come mercato dell’aviazione in più rapida crescita al mondo, al servizio di una vasta popolazione e di produttori di aeromobili.

“Questo è solo l’inizio e c’è ancora molto da fare. Con la crescita dell’India (e) la crescita del mercato dell’aviazione indiano… questo è il momento giusto per effettuare questo ordine”, ha dichiarato Peter Elbers, amministratore delegato di IndiGo. Conferenza stampa.

In un altro mercato chiave, Airbus ha affermato che la compagnia aerea a basso costo saudita Flynas ha confermato un ordine per 30 dei suoi aeromobili narrowbody della famiglia A320neo, confermando un rapporto di Bloomberg.

A differenza dell’ultimo evento di quattro anni fa, lo spettacolo aereo si svolge all’ombra del conflitto in Ucraina, senza la presenza russa nei padiglioni e nelle sale espositive.

READ  Le azioni Nvidia cadono sulle nuove regole sui chip cinesi Cosa sapere prima di acquistare un suggerimento.

Un ministro ucraino ha detto a Reuters che Kiev è in trattative con i produttori di armi occidentali per aumentare la produzione di armi, compresi i droni, e potrebbe firmare contratti nei prossimi mesi.

Il Belgio ha affermato che Rafale e la multinazionale Eurofighter potrebbero fare domanda per unirsi come possibile osservatore successore ai caccia franco-tedesco-spagnoli FCAS.

Anche la francese Thales (TCFP.PA) ha annunciato un contratto per 13 radar di sorveglianza aerea a lungo raggio dall’Indonesia.

Guardando avanti al resto dello spettacolo, Air India potrebbe finalizzare il suo ultimo grande ordine, una divisione tra Airbus e Boeing, con l’inquilino irlandese Avolon che chiude un accordo con Boeing che ha avuto uno spettacolo relativamente tranquillo dopo i recenti ordini.

Airbus sembra essere vicino a un importante accordo con Viva Airbus del Messico, ma alcune fonti lunedì hanno previsto che sarebbe stato più vicino alla tripla cifra di 60 jet rispetto a quanto riportato per la prima volta, senza alcuna garanzia di una decisione questa settimana.

E con l’aumento del potere contrattuale derivante da forniture più limitate, i dirigenti delle compagnie aeree affermano che i produttori di aerei sono più severi sui prezzi e più cauti rispetto ai precedenti cicli elevati.

I produttori di motori, nel frattempo, scommettono sulla tecnologia per il risparmio di carburante che influenzerà l’evoluzione dei jet nel prossimo decennio.

Segnalazione di Tim Hepher, Joanna Plucinska, Allison Lampert e Valerie Insinna; Rapporti aggiuntivi di Aditi Shah, Julia Payne, Nandan Mandayam; Montaggio di Mark Potter e Jonathan Otis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *