La Corte Suprema ha respinto l’azione affermativa ad Harvard e UNC

“C’è ancora discriminazione in America”, ha insistito. “La decisione di oggi non cambia questo.”

Alla domanda di un giornalista se la corte fosse “maleducata”, il sig. Biden fece una pausa. “Questo non è un tribunale ordinario”, ha risposto.

I leader conservatori e i gruppi di difesa hanno celebrato la decisione, con alcuni che affermano che renderebbe il processo di ammissione più equo.

Matt Schlapp, presidente dell’American Conservative Union, uno dei più grandi gruppi conservatori della nazione, ha affermato che la decisione, unita alla sentenza sull’aborto della corte dello scorso anno, “serve come una svolta trionfante verso il ripristino della nostra Costituzione rotta”.

In dissenso, il giudice Sotomayor ha scritto che la maggioranza ha abbandonato la sentenza di principio.

“In conclusione”, ha scritto, “i sei membri non eletti della maggioranza odierna alzano lo status quo in base alle loro preferenze politiche su come dovrebbe essere la razza ma non su come dovrebbe essere in America, e le loro preferenze per il daltonismo in una società in cui la razza ha sempre importava e contava di fatto e di diritto.”

Gli ufficiali di ammissione a volte possono tenere conto della razza, incluso il saggio del college, ha scritto il capo della giustizia. “Niente in questa opinione dovrebbe essere interpretato come un divieto alle università di prendere in considerazione la discussione di un candidato su come la razza abbia influenzato la sua vita, che si tratti di discriminazione, motivazione o altro”, ha scritto.

CJ Roberts ha affermato che i candidati dovrebbero essere valutati individualmente. “In altre parole”, ha scritto, “lo studente dovrebbe essere trattato come un individuo sulla base delle sue esperienze, non sulla base della razza”.

READ  Le azioni asiatiche sono scese poiché i dati ottimistici cinesi non hanno impressionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *