La Corte Suprema prende di mira l’eredità del presidente Biden | notizia

Le ammissioni tradizionali sono state sottoposte a un nuovo esame in seguito alla sentenza della Corte Suprema di giovedì che limita gravemente l’uso della razza nelle ammissioni al college.

Sebbene la Corte Suprema sia ideologicamente divisa sull’uso della razza come fattore di ammissione, il giudice conservatore Neil M. Gorsuch e l’anziano liberale della corte, il giudice Sonia M. C’era un terreno comune nel criticare la pratica di Harvard contro le opinioni di Sotomayor. Dare la priorità ai candidati ALDC – ovvero atleti, lasciti, primi parenti di donatori e figli di docenti o personale – nelle ammissioni.

Nelle discussioni orali dello scorso ottobre, diversi giudici conservatori hanno annullato le opzioni legacy come alternativa neutrale rispetto alla razza al processo di ammissione di Harvard.

Il presidente Joe Biden ha preso di mira le ammissioni legacy in una conferenza stampa dopo la decisione, annunciando di aver ordinato al Dipartimento dell’Istruzione di “esaminare quali pratiche aiutano a creare corpi studenteschi più inclusivi e diversificati e quali pratiche lo ostacolano – pratiche come le ammissioni legacy e altri sistemi che espandono il privilegio piuttosto che l’opportunità.” .”

In un’opinione concordante pubblicata con la decisione della corte, Gorsuch – che ha votato con la maggioranza nella sentenza di giovedì – ha sostenuto che le preferenze ALDC di Harvard “senza dubbio avvantaggiano notevolmente i candidati bianchi e ricchi” nel suo processo di ammissione.

“Le sue preferenze per i figli di donatori, ex studenti e docenti non sono di alcun aiuto per i candidati che non possono vantarsi della buona fortuna dei loro genitori o dei viaggi di una vita alla tenda degli ex studenti”, ha scritto Gorsuch.

READ  Il comico australiano Barry Humphries, creatore di Dame Edna, è morto all'età di 89 anni

Gorsuch ha indicato le prove presentate da Students for Fair Admissions lo scorso ottobre secondo cui Harvard “potrebbe replicare l’attuale composizione razziale del suo corpo studentesco senza ricorrere a pratiche basate sulla razza”.

“Molte università in tutto il paese, sottolinea SFFA, stanno cercando di fare proprio questo riducendo le opzioni legacy, aumentando gli aiuti finanziari e altro”, ha scritto Gorsuch.

La SFFA ha sostenuto che se Harvard desse ai candidati provenienti da ambienti socioeconomicamente svantaggiati “metà della mancia data agli atleti reclutati” e rimuovesse ogni discrezionalità nelle ammissioni da donatori, ex studenti e docenti, produrrebbero politiche di azione affermativa.

“Tuttavia, all’udienza, Harvard ha obiettato alla proposta”, ha scritto Gorsuch.

Il decano delle ammissioni e degli aiuti finanziari di Harvard William R. Fitzsimmons ’67 ha difeso a lungo le opzioni legacy, affermando in un’intervista di marzo che la politica di Fitzsimmons fornisce solo “un piccolo suggerimento”.

Nel suo dissenso, Sotomayor ha anche criticato le ammissioni tradizionali, ma a differenza di Gorsuch, ha sostenuto che la pratica continua di Harvard di dare la preferenza ai candidati ALDC – 67,8% bianchi – sottolinea la necessità di un’azione affermativa. “I candidati ALDC costituiscono meno del 5% dei candidati ad Harvard, circa il 30% dei candidati ammessi ogni anno”, ha osservato, citando le statistiche presentate durante le discussioni orali questo autunno.

“In poche parole, la razza è un piccolo pezzo di un puzzle di ammissioni molto più ampio, in cui la maggior parte dei pezzi non favorisce meno minoranze etniche”, ha scritto. “Ecco perché le minoranze etniche sottorappresentate sono sottorappresentate”.

In una dichiarazione di giovedì, l’ex first lady Michelle Obama ha scritto che “generalmente non ci chiediamo” se i figli di alunni o studenti che hanno ricevuto risorse “lussuose” al liceo appartengano a college selettivi. Considerazione per l’ammissione”.

READ  Dow Jones cade mentre McCarthy colpisce Biden sul tetto del debito; Warren Buffett acquista questo titolo Quotidiano degli affari degli investitori

“Troppo spesso accettiamo che il denaro, il potere e il privilegio siano forme legittime di assertività, mentre i ragazzi come me che crescono dovrebbero competere quando il pavimento è a livello”, ha scritto.

—Lo scrittore dello staff Raheem D. Hamid può essere contattato all’indirizzo rahem.hamid@thecrimson.com.

—Lo scrittore del personale Thomas J. Matt può essere contattato all’indirizzo thomas.mete@thecrimson.com. Seguilo su Twitter @thomasjmete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *