Zach Edey: UConn non ha nulla da perdere contro il perdente Purdue

GLENDALE, Arizona. — La Purdue, numero 1 in classifica, ha trascorso cinque settimane come la squadra in cima alla classifica nel sondaggio dell'Associated Press in questa stagione, e la numero 1. Mai meno di 4. Solo due volte durante la stagione regolare sono entrati in una partita in svantaggio.

Ma con i Boilermakers in svantaggio di 6,5 punti nella partita per il titolo maschile di lunedì sera, il centro stella Zach Eddy dice che darà alla sua squadra la possibilità di giocare in modo più sciolto rispetto alla testa di serie numero 1 dell'UConn.

“Tutti ci vedono come perdenti”, ha detto Eddy. “Quindi non abbiamo nulla da perdere.”

Purdue sta inseguendo il primo titolo nazionale nella storia della scuola mentre cerca di completare la sfida emotiva dell'intero torneo NCAA: l'anno scorso con un campionato e una sconfitta al primo turno contro una testa di serie numero 16.

Una parte fondamentale del successo di Purdue in questo torneo NCAA, secondo Edey, è stato il suo intento nel dettare il gioco agli avversari. I Boilermakers hanno vinto le cinque partite del torneo NCAA con un margine medio di 19,6 punti.

“Siamo cacciatori in tutte le competizioni”, ha detto Eddie. “Non ci siamo seduti e non abbiamo lasciato che le squadre ci attaccassero. Siamo stati gli aggressori per gran parte della partita”.

Gli Huskies hanno vinto le ultime cinque partite con un margine medio di 25 punti, quindi affronteranno una squadra dell'UConn che è stata incontrastata alcune volte in questo torneo. UConn è a 40 minuti dal diventare il primo vincitore consecutivo del titolo NCAA dal 2007, e quella potenziale trama ha dimostrato di dominare questo concorso.

READ  Le azioni americane salgono dopo la sorpresa della CBI

“È una partita dalla quale nessuno si aspetta molto da noi e ne usciremo con quell'energia”, ha detto Eddy. “Crediamo in noi stessi. Sappiamo che tipo di squadra siamo. Sappiamo che tipo di ragazzi abbiamo. Tutta la pressione è su di loro, quindi usciremo allo scoperto e giocheremo liberamente”.

Edey da 7 piedi e 4 gareggerà contro Donovan Klingen da 7 piedi e 2, una stella del centro UConn. Entrambi sono selezionati per la lotteria del prossimo draft NBA, e c'è una novità in un incontro tra grandi uomini in un'era del basket limitata dalla spaziatura del pavimento e dai tiri.

La domenica a Eddie veniva chiesto del Klingon e lui era rispettoso e complimentoso. Ma ha insistito sul fatto che è abituato a giocare contro i grandi da quando ha giocato nei Big Ten per quattro anni.

“È un grande giocatore e sarà una bella partita”, ha detto Eddy. “Ovviamente gli daremo il rispetto che si è guadagnato tutto l'anno, ma ho già giocato contro grandi. Ho giocato nei Big Ten ogni anno, e ci sono tre o quattro 7 piedi nei Big Ten . Ovviamente non sono Donovan Klingon. Ma lo prendo. Non è che non sia usato.”

Quel commento ha sottolineato la tranquilla fiducia che Purdue porterà a questo torneo. Edey ha ripetuto più volte che la posizione preferita di UConn era solo un'opinione esterna, non come si sentiva il programma Purdue.

“Non credo che ci vedremo inferiori a un'altra squadra prima della partita”, ha detto Eddy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *