Siete quì: Cultura Milano, Eventi > Circolo Culturale Bertolt Brecht e Statart presentano: Circuiti Dinamici

Circolo Culturale Bertolt Brecht e Statart presentano: Circuiti Dinamici

Dall’8 al 25 novembre 2010

Milano- Circolo Culturale Bertolt Brecht

Novembre vede l’inizio di un nuovo ciclo di mostre collettive della serie Circuiti Dinamici promosso dal Circolo Culturale Bertolt Brecht e curate da StatArt, associazione che nasce per ideare, organizzare e promuovere eventi di carattere creativo e culturale.

Progetto che nasce col fine di rendere “reale” un’arte che molto spesso nasce e vive solo nel web. Si crea così un circuito dinamico che coinvolge mondo virtuale e mondo reale intessendo una rete di scambi e di connessioni reciproche. Si parte dal web per ritornarci passando però dal mondo reale e tangibile. L’artista diventa l’attore, l’ideatore sia nel web che nell’epifania della creazione che accade qui e ora. In particolare questa interconnessione avviene nella performances che nel web vivono solo per metà. Arte come un circuito: mai statico, ma dinamico, mutevole e vario. Diciassette i giovani artisti selezionati con diciassette interpretazioni diverse del tema, indagato attraverso le diverse tecniche esecutive che spaziano dalla pittura alla fotografia, dall’installazione al disegno, dalle performances ai video. Per ogni ciclo si è pensato di proporre un artista maturo – in questo caso Valerio Betta – al fine di creare un confronto, un dialogo e una visione dilata nel tempo: le esperienze artistiche sono cicliche o no?

Gli artisti che attiveranno i circuiti dinamici saranno: Valerio Betta, Ilaria Borraccino, Giovanni Dessanti, Lucia Elefante, Alessio Girella, Marianna Mendozza, Max Mondini, Meri Tancredi, Sebastiano Sofia e l’ Associazione Culturale la Prima Pietra.

Attraverso differenti linguaggi artistici il dialogo prende vita portando lo spettatore a riflettere sulle problematiche della società contemporanea: il nucleare e le relative conseguenze ambientali con Marianna Mendozza; il lavoro e le morti bianche sull lavoro con Ilaria Borraccino; l’incomunicabilità e la difficoltà nel relazionarsi con Valerio Betta. Lucia Elefante immortala i molteplici volti della società attraverso l’ironia delle sue Maschere antigas. Aspetti più introspettivi coinvolgono le opere di Meri Tancredi e Giovanni Dessanti: Meri Tancredi, artista verbovisuale, racconta la terribile esperienza personale del terremoto giungendo in fine a un’analisi sociale collettiva. Giovanni Dessanti, unica opera di videoart proposta, studia la realtà, che però è riflessa, deformata e priva di individualità. In Alessio Girella la dinamicità dei circuiti dinamici emerge dall’inusuale supporto.

Nel corso della serata inaugurale, che avrà luogo l’8 novembre dalle 18.30 presso il Circolo Culturale Bertolt Brecht, verranno proposte inoltre due performances di Max Mondini e Sebastiano Sofia.

Max Mondini con Anima Riflessa analizza le paure dell’individuo, mentre Sebastiano Sofia con Demetra mostra il precario equilibro in cui verte l’universo e l’uomo.

Il 25 novembre, in occasione del finissage, si terrà dalle ore 18, la serata MONDI LIQUIDI E TEATRALI con la presentazione di Sonia Catena: proiezione dei video vincitori del Concorso Picasso Sconosciuto – tenutosi nel mese di ottobre 2010 all’Associazione Sassetti Cultura – e dei video degli studenti dell’Accademia di Brera del corso di Anatomia Artistica a cura di Marina Falco. A seguire sarà messa in scena l’opera teatrale dell’Associazione Culturale la Prima Pietra: Scaramouche con testo di Emanuele Tremolada.

sito ufficiale del Circolo Culturale Bertolt Brecht



Comments

comments