Siete quì: Eventi, featured, Mostre Treviso > Il pittore e la modella. Da Canova a Picasso

Il pittore e la modella. Da Canova a Picasso

Treviso, Casa dei Carraresi

13 novembre 2010 – 13 marzo 2011

La Fondazione Cassamarca, presieduta dall’On. Dino De Poli presenta il nuovo appuntamento con le grandi mostre.
Aperta il 13 novembre scorso, durerà fino al 13 marzo 2011, la mostra “Il pittore e la modella. Dai Romantici a Picasso”, presso la Casa dei Carraresi, prestigiosa sede espositiva che vanta ormai un decennio di attività

Dopo aver analizzato, ammirato e conosciuto gli autentici capolavori del Vedutismo veneziano, l’Ottocento e gli Impressionisti, l’evolversi di questi linguaggi fino alle Avanguardie e Neoavanguardie che ci hanno condotto all’Arte Contemporanea, si è scelto di ripercorrere l’excursus evolutivo analizzando una delle tematiche più interessanti che hanno da sempre attratto e appassionato artisti e pubblico.

La mostra, voluta dal Presidente On Dino De Poli, curata dal prof. Nico Stringa, docente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, propone un’itinerario, attraverso due secoli, su un tema tra i più affascinanti della storia dell’arte. Quello del pittore e la modella è un tema lanciato dalla pittura Romantica sulla scorta del mito di Raffaello e la Fornarina ed ha avuto poi una fortuna ininterrotta fino alla fine del Novecento, in coincidenza con l’affermarsi del nuovo ruolo della donna come artista.

Il rapporto tra la donna e l’arte, donna musa e ispiratrice, mito e leggenda, sono diventati realtà nel corso dell’Ottocento e Novecento, addirittura consuetudine, per trasformarsi nuovamente in una mitologia quotidiana a cui si è espressamenete dedicato Picasso nel grandioso ciclo eseguito negli anni ’60.

Numerosissimi gli artisti che avvicinano e affrontano questo filone, spesso distanti tra loro, dai pittori del Vero, Divisionisti, Simbolisti, fino alle Avanguardie.
Seguendo quindi con un unico filo conduttore le vicende artistiche dei due secoli, questa mostra propone una sorta di compendio di Storia dell’Arte europea.

Diverse le sfaccettature. Molte donne hanno contribuito al processo di creazione artistica nel ruolo di muse e modelle, ma queste donne sono spesso anche mogli, amanti, sorelle, madri, donne con cui l’artista ha un legame affettivo e familiare. È così che la donna dei pittori diventa presenza stabile e multiforme.

L’argomento offre una panoramica ricchissima: ritratto, autoritratto, nudo, pittura d’interno, paesaggio con figura, tutti elementi che acquistano un nuovo significato all’interno di questo ampio filone che diventa quasi un genere a sé.

Una piccola anticipazione sulla mostra è un segnalibro che viene regalato a Casa dei Carraresi dove sono indicati i nomi di alcuni artisti che saranno presenti: Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Giovanni Boldini, Pierre Bonnard, Edward Burne – Jones, Felice Carena, Felice Casorati, Lovis Corinth, Gustave Courbet, Salvador Dalì, Giorgio De Chirico, Edgar Degas, Giacomo Favretto, Ferruccio Ferrazzi, Paul Gauguin, Mariano Fortuny, Renato Guttuso, Jean- Auguste- Domenique Ingres, Ernst Ludwig Kirchner, Yves Klein, Piero Manzoni, Amedeo Modigliani, Pino Pascali, Pablo Picasso, Marius Pictor, Michelangelo Pistoletto, Pierre – Auguste Renoir, Dante Gabriel Rossetti, Mario Sironi, Armando Spadini, Federico Zandomeneghi.

Sito ufficiale

Comments

comments