Avvocato pro-Trump arrestato dopo un'udienza in tribunale per la fuga di email di Dominion

Dieu-Nalio Chery/Reuters

chiede Stephanie Lambert durante un'udienza in tribunale a Detroit, Michigan, nell'ottobre 2022.



CNN

Un avvocato pro-Trump che cercava di ribaltare le elezioni del 2020 è stato arrestato lunedì dopo un’udienza in tribunale per la fuga di e-mail interne appartenenti ai sistemi di voto di Dominion.

L'avvocato Stephanie Lambert aveva già un mandato di arresto derivante dalla sua mancata comparizione alle recenti udienze in tribunale in un procedimento penale separato nel Michigan. Lì è stata accusata Cospirazione per impossessarsi delle macchine per il voto dopo le elezioni del 2020.

Lambert e un gruppo di dissidenti sono stati ostacolati da una delle tante cause legali per diffamazione di Dominion, che negli ultimi giorni hanno fatto trapelare pubblicamente migliaia di e-mail interne all'azienda.

La controversia scoppiò quando Lambert fornì documenti segreti del Dominio alla contea di Barry Lo sceriffo Dar Leaf, che ha abbracciato le teorie del complotto sulle elezioni del 2020 e ha usato il suo ufficio per dare la caccia a presunte frodi elettorali contro Donald Trump. Nelle ultime 24 ore, Leaf ha pubblicato più di 2.000 documenti interni di Dominion sul suo account di social media.

Lambert aveva accesso ai file della Dominion perché era l'ex amministratore delegato di Overstock Patrizio ByronÈ stato citato in giudizio per diffamazione da un'agenzia elettorale per le bugie sulle elezioni del 2020. Come parte della causa, hanno accesso alla “scoperta” di Dominion, i cui avvocati affermano di aver già consegnato più di un milione di documenti.

Lambert ha partecipato lunedì a un'udienza sul caso di diffamazione di Byrne a Washington, DC, ma non è stato visto lasciare l'aula, e altri avvocati si chiedevano se fosse tenuto in custodia.

READ  Un morto nel massiccio incendio in un magazzino del Michigan, la polizia dice che "i detriti sono piovuti per un miglio"

Al termine dell'udienza, il giudice ha chiesto a Lambert di farsi da parte. Altri pubblici ministeri lasciarono l'aula, poi due agenti federali entrarono e chiusero le porte. Lambert non è stato visto lasciare la corte. Gli agenti hanno rifiutato di dire se l'avevano arrestata e lei non ha risposto ai messaggi che chiedevano commenti dopo le indagini.

L'US Marshals Service ha confermato l'arresto di Lambert in una dichiarazione lunedì scorso.

“L'US Marshals Service può confermare l'arresto di Stephanie Lambert questo pomeriggio. Lambert è attualmente detenuta con accuse locali”, si legge nella dichiarazione, riferendosi al suo procedimento penale con sede nel Michigan.

Le fughe di notizie su Dominion hanno, almeno per ora, distolto l’attenzione dagli scandali riguardanti le elezioni del 2020. Saranno necessarie ulteriori indagini per affrontare la vicenda e il giudice Lambert dovrà valutare le possibili conseguenze. Gli avvocati di Dominion hanno affermato nella documentazione che la società aveva già rivelato nuove minacce di morte ai dipendenti.

Lunedì, durante l'udienza del processo, il giudice Moxila Upadhyaya ha rivolto a Lambert domande mirate sui prodotti Dominion contestati. Il giudice ha ordinato a Lambert di limitare l'accesso a un database contenente documenti del Dominion.

“Mi occuperò del perché più tardi, ma per ora devo proteggere lo status quo”, ha detto Upadhyay, “e prevenire la diffusione futura”.

Il giudice ha detto che ci sarebbe stata un'udienza futura per determinare se Lambert avesse violato un'ordinanza del tribunale facendo trapelare i file del Dominion – e Byrne avrebbe dovuto comparire e rispondere alle domande. Dominion vuole che Lambert venga rimosso dal caso e lunedì ha suggerito in tribunale che potrebbe aver commesso un crimine divulgando i file a Leaf.

READ  Vengono pagati tributi alle vittime del Titanic

Lambert, Leaf e Byrne hanno affermato in atti giudiziari e dichiarazioni pubbliche che i documenti che hanno scoperto contengono prove che i cittadini serbi hanno interferito su richiesta di Dominion nelle elezioni del 2020.

“Come è noto da anni, Dominion ha una piccola forza lavoro in Serbia, ma qualsiasi accusa secondo cui i dipendenti di Dominion hanno tentato di interferire in qualsiasi elezione ovunque sia completamente falsa”, ha detto un portavoce di Dominion alla CNN dopo l'udienza.

Durante il processo, Lambert ha ammesso di aver dato a Leaf gli oggetti, anche se ha detto che gli era stato permesso perché stava denunciando un crimine alle “forze dell'ordine”. Ha invitato il Congresso a indagare sulla sua affermazione secondo cui “cittadini stranieri” hanno interferito nelle elezioni del 2020, che la comunità dell’intelligence statunitense ha affermato essere altamente sicure.

“Ho consegnato i documenti alle forze dell'ordine”, ha detto Lambert al giudice.

La Dominion ha criticato Lambert e Byrne negli atti giudiziari prima del processo, definendo Lambert “xenofobo” per le loro affermazioni sull'interferenza serba nelle elezioni americane. Quasi consentito Per il suo ruolo in un caso elettorale frivolo e cospiratorio.

“Sono passati quasi quattro anni: quando finirà?” Lunedì l'avvocato di Dominion, Davida Brooke, ha dichiarato alla corte, accusando Lambert e Byrne di “usare questi casi per diffondere altre bugie”.

Dominion sta facendo causa a figure pro-Trump che diffondono bugie simili sulle elezioni del 2020, tra cui gli ex avvocati di Trump Rudy Giuliani e Sidney Powell, nonché le reti via cavo di destra Newsmax e One America News. dominanza Risolto un caso di diffamazione L'accordo da 787 milioni di dollari dello scorso anno contro Fox News è stato il più grande accordo per diffamazione pubblicamente noto nella storia degli Stati Uniti.

READ  Punteggi delle Final Four NCAA di basket dell'Iowa, aggiornamenti vs. Carolina del Sud

Questa storia e questo argomento sono stati aggiornati con ulteriori miglioramenti.

Holmes Lybrand della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *