Lisa Murkowski, allineata a Trump, non esclude di lasciare il GOP

Al Drago/Bloomberg/Getty Images

Durante un'audizione della commissione per l'energia e le risorse naturali del Senato a Washington, DC nel settembre 2023, il senatore. Parla Lisa Murkowski.

Sen. Ascolta di più sui programmi di Lisa Murkowski su “Sunday in Politics with Manu Raju” alle 8:00 ET e alle 11:00 ET.

Senato

Repubblicano senior dell'Alaska, uno Sette repubblicani hanno votato per condannare Trump La sua seconda udienza di impeachment dopo il 6 gennaio 2021 si è conclusa con l'ex presidente che ha dichiarato che “assolutamente” non avrebbe votato per lui.

“Come repubblicani, voglio che abbiamo un candidato”, ha detto Murkowski alla CNN. “Certamente non posso appoggiare Donald Trump.”

Il cambio di partito verso Trump ha portato Murkowski a considerare il suo futuro all’interno del GOP. Nell'intervista non ha detto se rimarrà repubblicano.

Alla domanda se sarebbe diventata indipendente, Murkowski ha detto: “Oh, penso di avere una mentalità molto indipendente”. E ha aggiunto: “Mi dispiace che il nostro partito stia diventando il partito di Donald Trump”.

Alla domanda se potesse diventare indipendente, Murkowski ha detto: “Sto attraversando un momento politico molto interessante. Lasciamo le cose come stanno”.

Murkowski non è mai stato un outsider all’interno del suo partito. Nominato nel 2002 da suo padre, il governatore Frank Murkowski, la politica del senatore era allineata con quella del presidente dell'epoca: George W. Bush – Ha mantenuto uno stretto rapporto con Ted Stevens, il senatore veterano del GOP del suo stato. Tornò a casa per costruire l'Alaska con i dollari federali.

Successivamente criticò il padre, il sen. Si scontrò con l'allora governatrice dell'Alaska Sarah Palin, compagna di corsa di John McCain. Con la crescita del Tea Party nel 2010, Murkowski si è trovata in contrasto con l'ala destra ribelle del suo partito. Ha perso le primarie contro il repubblicano Joe Miller nel 2010, poi ha mantenuto il suo seggio alle elezioni generali dopo essere diventato solo il secondo candidato a vincere una campagna di scrittura per il Senato.

READ  New York City si sveglia con la più grande nevicata della stagione

È stata presa di mira da Trump e dai suoi alleati nel 2022 dopo aver votato per l'impeachment di Trump nel 2021, aver votato contro Brett Kavanaugh per la Corte Suprema nel 2018 e aver sostenuto Ketanji Brown Jackson nel 2022. Sostenuto dal leader repubblicano del Senato Mitch McConnell e dal suo team ad alto livello di spesa.

Nel ciclo del 2024, Murkowski – insieme alla senatrice repubblicana Susan Collins – ha approvato in ritardo l’ex governatore della Carolina del Sud Nikki Haley pochi giorni prima che abbandonasse la gara.

Ora è chiaro che Murkowski è pronto a superare Trump. Alla domanda sui recenti commenti di Trump sugli ebrei che votano per i democratici “Odiano” la loro religione.Murkowski l'ha definita “un'affermazione incredibilmente inaccurata e vergognosa”.

Murkowski ha reagito la scorsa settimana quando gli è stato chiesto dell'altra retorica controversa di Trump, come quella secondo cui considera i detenuti del 6 gennaio “ostaggi” e “patrioti” che dovrebbero essere graziati.

“Non penso che possa essere difeso”, ha detto Murkowski. “Quello che è successo il 6 gennaio è stato… un tentativo da parte di persone che assediavano l’edificio di fermare il certificato elettorale. Non può essere protetto. ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *