Macron ha respinto le affermazioni “assurde” della Russia secondo cui Parigi sarebbe stata coinvolta negli attacchi di Mosca

Giovedì il presidente francese Emmanuel Macron ha respinto come “ridicoli” i commenti del ministro della Difesa russo, affermando che Ucraina e Francia potrebbero aver avuto un ruolo nell’attacco mortale alla sala concerti di Mosca del mese scorso.

Pubblicato su: Cambiato:

2 minuti

I commenti di Macron sono arrivati ​​il ​​giorno dopo una rara telefonata tra i ministri della Difesa francese e russo, dopo la quale i resoconti dei media differivano.

In una dichiarazione del Ministero della Difesa russo citano Sergei Shoigu che avrebbe detto al suo omologo francese sull'attacco di Mosca che “il regime di Kiev non farà nulla senza il consenso dei suoi agenti occidentali” e “crediamo che i servizi speciali francesi non siano stati coinvolti… .”

Parlando ai giornalisti a margine della cerimonia di apertura di una piscina costruita per le Olimpiadi di Parigi nella periferia nord di Parigi, ha detto che tali commenti sono “davvero barocchi e minacciosi, non sono una novità”.

“In altre parole, è assurdo”, ha aggiunto Macron.

Secondo lui è “insensato e fuori dalla realtà” dire che dietro a questo (attacco di Mosca) potrebbe esserci la Francia e dietro ci sono gli ucraini”. “Ma è la manipolazione delle informazioni che fa parte dell'arsenale bellico della Russia oggi.”

In una dichiarazione a seguito di una telefonata del ministero della Difesa francese mercoledì, il suo ministro, Sébastien Lecornu, ha condannato fermamente l'attacco del 22 marzo ad una sala da concerto alla periferia di Mosca che ha ucciso 145 persone nell'attacco più mortale sul suolo russo da decenni.

Lecornu ha confermato che la Francia non aveva informazioni che collegassero l'attacco all'Ucraina.

READ  Nel caso Sam Bankman-Fried, gli Stati Uniti ritirano le nuove tariffe

Ha condannato la guerra della Russia in Ucraina e ha detto che la Francia sosterrà Kiev “per tutto il tempo e con la serietà necessaria”, secondo il ministero della Difesa francese.

La lettura russa afferma che Shoigu aveva messo in guardia la Francia dalla possibilità di inviare truppe in Ucraina in futuro, un’affermazione non esclusa da Macron.

La chiamata ha segnato il primo contatto tra i ministri della Difesa russo e francese dall'ottobre 2022.

Macron ha affermato giovedì che ciò è stato motivato dalla volontà della Francia di condividere “informazioni utili” sull’attacco di Mosca come parte di “un lavoro congiunto con tutte le vittime del terrorismo”.

Il presidente russo Vladimir Putin e i suoi funzionari hanno cercato di collegare l’Ucraina e l’Occidente all’attacco, nonostante le forti smentite di Kiev, la rivendicazione di responsabilità da parte di una filiale dello Stato islamico e l’avvertimento anticipato da parte degli Stati Uniti a Mosca di un attacco imminente.

(AP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *