Manhattan DA e House Republicans risolvono la controversia sulle indagini di Trump

Il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg ha accettato venerdì di consentire a un ex procuratore del suo ufficio di testimoniare in un’indagine del GOP della Camera sul caso del procuratore distrettuale contro l’ex presidente Donald Trump.

Bragg e il presidente della magistratura della Camera Jim Jordan, R-Ohio, venerdì hanno presentato una mozione congiunta che aprirebbe la strada a Mark Pomeranz per votare il mese prossimo.

Portavoce del collegio della Camera A Rapporto Una votazione era prevista per il 12 maggio dopo che l’ufficio di Praga aveva ritirato l’appello.

Bragg ha cercato di bloccare elementi dell’indagine della commissione giudiziaria della Camera la scorsa settimana. Bragg sostiene nella sua causa che il panel guidato dal GOP e la Giordania stanno cercando di interferire con la sua impeachment contro Trump.

Dopo che un tribunale distrettuale ha stabilito mercoledì che Pomerantz deve testimoniare davanti al comitato giudiziario in seguito a un mandato di comparizione del gruppo, Bragg ha presentato ricorso, bloccando temporaneamente la sentenza del tribunale di grado inferiore.

Una portavoce dell’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha detto venerdì che il suo sforzo per bloccare temporaneamente la citazione “ci ha dato il tempo di cui avevamo bisogno per coordinarci con il Comitato giudiziario della Camera su un accordo che protegga i privilegi e gli interessi del procuratore distrettuale”.

“Siamo soddisfatti di questa risoluzione, che garantisce che qualsiasi domanda del nostro ex dipendente sarà ascoltata in presenza del nostro consiglio generale in un lasso di tempo ragionevole e concordato”, ha aggiunto il portavoce.

Il portavoce di Jordan ha risposto a NBC News: “Avrebbe comunque trovato un avvocato. Zona di rotazione totale”.

READ  In mezzo a una faida con DeSantis, la Disney incassa 1 miliardo di dollari per lo sviluppo

L’ufficio di Bragg è stato citato in giudizio per il suo ruolo nei pagamenti a Trump alla fine della campagna presidenziale del 2016. Trump si è dichiarato non colpevole questo mese per 34 reati di falsificazione di documenti aziendali.

Jordan ha detto questo mese che il precedente ruolo di Pomerantz con l’ufficio del procuratore distrettuale, conducendo un’indagine sulle finanze di Trump, “era in una posizione unica per fornire informazioni pertinenti e necessarie” all’indagine della sua squadra sull’accusa di Bragg a Trump. Jordan ha sostenuto che Pomerantz aveva precedentemente condiviso informazioni sulla questione in un libro e in interviste ai media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *