Papa Francesco dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico allo stomaco e rimanere in ospedale per diversi giorni


Roma
Cnn

Papa Francesco Il pontefice di 86 anni rimarrà in un ospedale di Roma per diversi giorni dopo aver subito un intervento chirurgico allo stomaco, ha detto mercoledì il Vaticano nell’ultima preoccupazione sanitaria.

Il Papa è stato costretto a cancellare diversi impegni di lavoro a fine maggio dopo essere stato indebolito dall’influenza, ed è stato ricoverato in ospedale per bronchite a marzo, ma ha risposto bene agli antibiotici.

Francis ha scherzato dicendo che è stato lui a lasciare l’ospedale in quell’occasione “Ancora vivo.”

Tecnicamente chiamata laparotomia, la procedura di mercoledì era finalizzata all’anestesia generale e alla riparazione dell’ernia, che secondo il Vaticano stava causando sintomi “persistenti, dolorosi e in peggioramento”.

Secondo fonti mediche, questo intervento potrebbe essere correlato all’intervento chirurgico a cui Francis si è sottoposto nel 2021 per rimuovere metà del suo colon.

Il portavoce vaticano Matteo Bruni ha detto che il papa dovrebbe fare un “pieno recupero funzionale”.

Piscina Vaticana/Getty Images

Francesco, che sarà in piazza San Pietro il 31 maggio 2023, negli ultimi mesi ha subito diversi contrattempi medici.

Oltre alla sua operazione al colon due anni fa, a Francis è stato rimosso parte di un polmone dopo una dura battaglia contro la polmonite da adolescente. Più recentemente, nel 2019, è stato operato agli occhi presso la Clinica Pio XI di Roma per curare la cataratta. Ha anche lottato con il dolore cronico della sciatica.

Nell’ultimo anno ha avuto problemi al ginocchio che lo hanno limitato a usare principalmente un bastone o una sedia a rotelle.

Ogni volta che Francesco è incapace, il Vaticano affronta una crisi costituzionale di qualche tipo. Non esiste un “co-papa” nel sistema cattolico, vale a dire qualcuno che possa esercitare l’autorità del papa in sua assenza.

READ  Le tue abitudini di sonno ti mettono a rischio di ictus? Scoprilo ora!

Il Segretario di Stato vaticano, l’attuale cardinale italiano Pietro Parolin, può sovrintendere all’amministrazione ordinaria, ma non ha l’autorità per nominare vescovi o creare o sopprimere diocesi in tutto il mondo.

In un’intervista al quotidiano spagnolo Abc a dicembre, Francesco ha detto poco dopo la sua elezione nel 2013 di aver già preparato una lettera di dimissioni su un caso di invalidità medica permanente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *