Quando è iniziata l’indagine sul silenzio, Trump ha lasciato un segno nella Carolina del Nord

Mansi Srivastava/Pool/Getty Images

L'ex presidente Donald Trump parla ai media alla fine della giornata durante il suo processo penale mentre la selezione della giuria continua nel tribunale penale di Manhattan il 19 aprile 2024 a New York City.



CNN

La manifestazione dell'ex presidente Donald Trump nella Carolina del Nord – la prima dall'inizio delle sue indagini sui crimini finanziari a New York – è stata rinviata sabato a causa delle preoccupazioni per il maltempo.

Trump ha chiamato la manifestazione di Wilmington dal suo aereo, il suo messaggio è stato riprodotto dagli altoparlanti della manifestazione.

“Siamo devastati dal fatto che ciò possa accadere, ma vogliamo mantenere tutti al sicuro”, ha detto Trump ai sostenitori. “Sembra che ci siano tuoni e fulmini, ed è un grande temporale, quindi se non ti dispiace, penso che pioverà un po', sono davvero sconvolto.”

Anche se rinviato, briscolaPer lo più confinati in un'aula di tribunale di Manhattan per gran parte della scorsa settimana, gli interessi repubblicani sono riemersi durante la campagna elettorale qui in North Carolina. IndagineLa campagna per le elezioni presidenziali è particolarmente intensa.

Accelerare le indagini penali di Trump

Ha organizzato una raccolta fondi a Charlotte e ha pubblicato più volte su Truth Social come pensa che i presidenti dovrebbero essere immuni dai procedimenti giudiziari. Le sue posizioni sono contrastanti con la Corte Suprema che il 25 aprile esaminerà le argomentazioni sulla possibilità che Trump possa chiedere l’immunità dall’accusa in un caso di manomissione delle elezioni federali.

Sabato il primo processo penale contro un ex presidente ha dato il via ad una settimana senza precedenti nella politica americana. Il processo, che determinerà se Trump abbia tentato di indebolire illegalmente le elezioni del 2016 attraverso un piano per pagare le donne con cui avrebbe avuto relazioni extraconiugali, dovrebbe iniziare con le dichiarazioni di apertura lunedì.

Il compito di Trump a New York è chiaro: convincere una giuria composta da sette uomini e cinque donne che è innocente delle 34 accuse che deve affrontare. Negli stati campo di battaglia come la Carolina del Nord, la sfida per Trump è meno diretta ma altrettanto scoraggiante: deve convincere gli elettori di questi stati a trascurare qualsiasi dettaglio emerso dal processo a New York quando deciderà il prossimo presidente della nazione. Include prove di presunti pagamenti e testimonianze del suo ex avvocato e faccendiere Michael Cohen, ex compagno di giochi di Playboy e star del cinema per adulti.

A Greensboro, nella Carolina del Nord, prima delle elezioni primarie statali del mese scorso, Trump ha da tempo accennato ai suoi rischi legali. Ha detto alla folla che le 91 accuse che ha dovuto affrontare allora (sono scese alle 88 attuali) “non erano legittime”. Ha detto senza fondamento che il caso contro di lui a New York, portato avanti dall'ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan, era “gestito dal Dipartimento di Giustizia per interferenza elettorale: metti fuori gioco il tuo avversario politico”.

“Una cosa che non sanno è che la nostra gente me lo chiede”, affermò all'epoca Trump.

Trump ha vinto le primarie durante una convincente esibizione del Super Tuesday. Tuttavia, l’ex governatore della Carolina del Sud, Nikki Haley, è riuscita a ottenere il sostegno del 23% degli elettori repubblicani alle primarie della Carolina del Nord, cosa che secondo molti nel partito di Trump potrebbe trascurare le più ampie sfide legali che deve affrontare. Tre elettori repubblicani su dieci affermano che Trump non è idoneo a diventare presidente se condannato per un crimine: un segnale preoccupante per l’ex presidente in uno stato che ha vinto con l’1,3% sul presidente Joe Biden quattro anni fa.

Lo ha sottolineato la campagna di Trump Numeri del sondaggio Ciò dimostra che due terzi degli americani non credono che abbia infranto alcuna legge.

“Il sondaggio mostra che il popolo americano vede bene le tattiche staliniste impiegate da Crooked Joe e dai suoi amici”, ha detto alla CNN la portavoce della campagna di Trump, Carolyn Leavitt. “Il presidente Trump e il nostro team continueranno a lottare per la verità in aula mentre lavorano per ottenere voti durante la campagna elettorale”.

Durante la drammatica prima settimana del suo processo – segnata da una serie di momenti scioccanti, potenziali giurati portati alle lacrime per lo sforzo del loro dovere e incluso un uomo che si è dato fuoco fuori dal tribunale – Trump lo ha chiarito. La gente continua a chiedergli di questo caso. Nelle conferenze stampa teatrali davanti alle telecamere delle aule di tribunale e nei post aggressivi sui social media, Trump si è ripetutamente scagliato contro il giudice che supervisionava il caso e ha testato i limiti dell’ordine di silenzio, che mira a impedire che giurati e testimoni vengano intimiditi.

Trump ha anche contestato le storie di persone che guardavano il procedimento senza telecamere all’interno dell’aula. In un discorso di raccolta fondi ai sostenitori, Trump ha detto di essere uscito dall’aula il primo giorno del processo – e coloro che hanno assistito alla sua uscita non lo hanno sostenuto. “Stavo pregando senza dormire!!” ha twittato Trump su Truth Social. Come riportato da diversi media, l'ex presidente è svenuto durante il procedimento.

Il giudice che supervisiona il caso, Juan Merson, chiede che Trump sia presente in aula durante il processo durato settimane. La corte è in sessione tutti i giorni feriali tranne il mercoledì, lasciando poche finestre ai viaggi di Trump e rendendo gli eventi del fine settimana come il raduno di Wilmington rinviato di sabato un punto focale del suo calendario elettorale.

“Voglio essere nel New Hampshire. Dovrei essere in Georgia. Voglio essere nella Carolina del Nord, nella Carolina del Sud. Devo fare campagna in posti diversi”, ha detto Trump ai giornalisti fuori dal tribunale questa settimana. “Ma sono stato sotto processo tutto il giorno, ed è davvero un processo molto ingiusto.”

La dichiarazione di Trump, tuttavia, non ha sottolineato che l'ex presidente è apparso più spesso volontariamente che non facendo campagna elettorale nei suoi procedimenti civili. Trump ha mantenuto un programma politico straordinariamente leggero durante le primarie repubblicane, mentre le cause legali contro di lui non hanno ancora raggiunto questo stadio.

Indipendentemente da dove Trump trascorre il suo tempo, la sua campagna insiste sul fatto che sta preparando una solida operazione, che comprende squadre retribuite e volontari, in ogni stato teatro della battaglia.

“La nostra operazione aggressiva ed esperta è focalizzata sull'inversione del voto e sull'evidenziazione del contrasto tra la debolezza e i fallimenti di Joe Biden e il record di successi del presidente Trump”, ha affermato Leavitt.

READ  WNBA Draft 2024: Reese e Clark tra le meglio vestite sul tappeto arancione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *