Siete quì: Cultura Bologna, Mostre Bologna > Mostra di pittura “Altre Stagioni” a Bologna

Mostra di pittura “Altre Stagioni” a Bologna

ATANOR Officina degli elementi

Via T.Signorini, 12/A Bologna

Venerdì 11 dicembre – venerdì 18 dicembre 2009

VENERDì 11 NOVEMBRE 2009 ORE 18.30

INAUGURAZIONE

“Altre stagioni”
Mostra dipinti ad olio

di
STEFANIA DE SALVADOR

I dipinti ad olio di Stefania De Salvador sono in equilibrio tra materia e levità, alto e basso ,contrasto di pesante e leggero, toni caldi e freddi, tratti sottili e tratti marcati che riportano alla grazia energetica dei movimenti tai-chi.
Susanna Tartaro

Sarà inaugurata venerdì 11 dicembre alle ore 18.30, presso Atanor – officina degli elementi – in via Signorini 12/A (Bus 19 fermata Centro commerciale Vittoria) la personale di pittura di Stefania De Salvador.
L’esposizione propone alcuni passaggi – alcune stagioni – della ricerca pittorica che Stefania De Salvador ha intrapreso alcuni anni fa, da autodidatta, sebbene nei primi anni ottanta abbia frequentato, da auditrice, l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

I lavori esposti nella mostra “Altre stagioni” propongono paludi, lagune, alberi, marine colte in varie stagioni suggerite dalle atmosfere create da giochi cromatici e dall’evanescenza dei cieli.
I lavori sono tutti caratterizzati da un forte impatto materico, sia che il colore ad olio sia usato puro o mescolato a sabbie, gesso acrilico, polvere di marmo, polvere di vetro, polveri dorate o ramate.

Il filo rosso che lega tutti i dipinti esposti è dato dal tema del paesaggio che Stefania De Salvador ha cominciato a sviluppare negli scorsi anni trasferendo su tela, in modo del tutto libero e personale, tutt’altro che verista, le immagini realizzate da due fotografi marchigiani dell’Associazione Altidona Belvedere (Pacifico D’Ercoli e Andrea Del Zozzo), scatti legati a vedute dall’entroterra al mare nella zona della Valdaso, nelle Marche del sud.

I riferimenti paesaggistici, delle opere qui esposte, sono “rubati” o meglio liberamente ispirati a foto recuperate attraverso google, da scatti da lei stessa realizzati in particolare nel delta del Po, o “strappati” ad amici fotografi.
L’ultima fase della sua ricerca è ora orientata allo studio dei paesaggi per così dire “nascosti” che si intuiscono nella ritrattistica e nei dipinti rinascimentali come quelli di Piero della Francesca o del Perugino.

Attraverso lo studio di trattati dell’epoca e delle opere monografiche dedicate a pittori rinascimentali, sta elaborando una propria forma per riproporre quegli stessi paesaggi, quelle scene campestri.
Ecco allora disvelata la veduta alle spalle di Federico da Montefeltro del celebre dipinto di Piero della Francesca o il Trasimeno tratto dai dipinti del Perugino o ancora la vegetazione della tempesta di Giorgione e molte “altre stagioni” rinascimentali.

I titoli che Stefania De Salvador attribuisce ad ogni dipinto sono legati a termini musicali, come ad esempio : “sonata” “madrigale” “mottetto”, oppure ripropongono titoli di musiche di celebri compositori classici.
La mostra resterà aperta fino a venerdì 18 dicembre.

Per orari visita contattare il 333.7272514 o scrivere a ufficiostampa.atanor@libero.it

Stefania De Salvador, nata nel 1961, vive e lavora a Bologna.
Pianista e musicologa, laureata al Dams di Bologna con una tesi dal titolo Risonanze musicali di una architettura di Palladio si occupa da anni del rapporto “musica – architettura” e “musica – pittura” nel Rinascimento, pubblicando articoli su riviste specializzate e tenendo conferenze.

Nel 2007 ha partecipato al Festival della Scienza di Genova, nella sezione Scienziati nelle scuole, tenendo la conferenza Musica, architettura, alchimia – Dalle cattedrali gotiche ai trattati alchemici alle piante delle ville palladiane
Ha conseguito il diploma di Compimento inferiore di pianoforte presso il Conservatorio di Ravenna ed ha frequentato, come auditrice, l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Ha collaborato con periodici locali tra questi “Mongolfiera”, “Zero in condotta”e testate nazionali come “Qui Giovani” “Proposte” “Nuove dimensioni Musicali” “Sipario” “Diastema” “Liberazione” “Corriere Adriatico” e molte altre. Ha collaborato con emittenti radiofoniche quali Radio Città 103 e la radio web Radio Oltre conducendo programmi dedicati alla musica antica e alla letteratura.

Attualmente organizza eventi culturali e segue l’ufficio stampa per diverse realtà in ambito artistico e, particolarmente, in quello letterario.
Si è dedicata saltuariamente alla pittura, da autodidatta, riprendendo con una certa costanza negli ultimi anni.

Comments

comments