Siete quì: Enogastronomia Rimini, Eventi, Mostre Rimini > Pianeta Birra Beverage & Co. a Rimini Fiera

Pianeta Birra Beverage & Co. a Rimini Fiera

DA “PIANETA BIRRA”  LA CONSACRAZIONE DI BIRRE SPECIALI, ARTIGIANALI E PREMIUM

Il Salone di Rimini Fiera si riconferma specchio fedele del mercato. Anteprima su incontri, degustazioni e iniziative. Appuntamento dal 21 al 24 febbraio in contemporanea con MIA, MSE, FRIGUS, DIVINO LOUNGE e ORO GIALLO

Da sempre PIANETA BIRRA BEVERAGE & CO. (Rimini Fiera, 21 . 24 febbraio 2010) riflette le tendenze e l’andamento del mercato. E se questo presta maggior attenzione a birre artigianali, birre speciali e premium, anche la 12esima Esposizione Internazionale di Birre, Bevande, Snack, Attrezzature e Arredamenti per Pub e Pizzerie fa altrettanto. Basti pensare che in fiera un intero padiglione sarà dedicato proprio a questi prodotti birrari.

La kermesse fieristica riminese (sempre in contemporanea con MIA, MSE, FRIGUS, DIVINO LOUNGE e ORO GIALLO) guarderà soprattutto al futuro anticipando mode e stili di vita con un occhio a quanto succede già nei Paesi dove il fenomeno birra è più evoluto. Non a caso PIANETA BIRRA BEVERAGE AND CO. ospiterà collettive statunitensi, canadesi, francesi, svizzere, belghe, tedesche e oltre cinquanta birre artigianali.

Ma produzione significa anche analisi, sperimentazione e studio. A fianco di Unionbirrai, ecco Mo.BI (Movimento della Birra), che si pone come obiettivo quello di valorizzare la cultura e la degustazione della birra. Diversi sono gli appuntamenti programmati dalle due associazioni.

Unionbirrai propone per domenica 21 febbraio alle 14 la premiazione del concorso “Birra dell’anno 2010″, dove i club si sfideranno a suon di produzioni casalinghe, mentre per lunedì 22 febbraio è in programma un interessante convegno moderato dal giornalista de Il Sole 24 Ore Davide Paolini dal titolo ´Il fenomeno della birra artigianale italiana in prospettiva internazionale. Il convegno si svolgerà nell’area Unionbirrai posta nel padiglione C3 dalle ore 14.30. Martedì 23, alle ore 14.30 sempre nell’area Unionbirrai, si terrà un convegno dal titolo “Gli attori sul mercato della birra artigianale italiana”.

Il programma di Mo.Bi prevede: domenica alle 11.30 in sala Ravezzi 2 l’incontro “Come avvicinarsi seriamente all’arte della degustazione” con Lorenzo Dabove (Kuaska), responsabile Culturale MoBI e massimo esperto italiano di birra belga e Luigi D´Amelio (Schigi), vicepresidente di MoBI, sommelier, Assaggiatore e Docente ONAV. Lunedì spazio a “Il disciplinare MoBI per le etichette” (ore 11.30 Sala Diotallevi 2). Saranno presenti tra gli altri Carlo Canegallo, presidente MoBI, Massimo (Max) Faraggi, consigliere MoBI , pioniere dell´Homebrewing in Italia, articolista e autore.

Come di consueto, anche quest’anno non mancherà il tradizionale appuntamento con il convegno Italgrob che verterà sul tema del vuoto a rendere, e i corsi per baristi organizzati da Planet One.

Una menzione particolare merita l´iniziativa di Pausa Cafè, una cooperativa sociale che sarà presente nell’area dei microbirrifici e che favorisce processi di sviluppo sociale ed economico equo, sostenibile e partecipativo, con speciale attenzione all´inclusione dei soggetti svantaggiati, nel Nord e nel Sud del mondo. Al contempo, offre ai detenuti delle Case Circondariali “Lorusso e Cotugno” di Torino e “Rodolfo Morandi” di Saluzzo, percorsi di reinserimento sociale e lavorativo. All´interno del carcere delle Vallette di Torino (Casa Circondariale “Lorusso e Cotugno”) è nato nel 2004 il primo laboratorio di Pausa Cafè.

In un locale di circa 200 metri quadrati è stata allestito il reparto di torrefazione, stoccaggio e confezionamento del caffè. Il laboratorio del microbirrificio nella casa circondariale “Rodolfo Morando” di Salluzzo vanta invece un impianto di produzione del tipo a 3 tini, con il filtro separato. Questa particolarità permette tra l’altro di lavorare con mosti molto densi e corposi per ottenere birre di più alta gradazione, e di articolare più cotte nello stesso giorno di produzione. Tutto l’impianto è a calore indiretto, infatti utilizza il vapore come metodo di riscaldamento, che rende molto dolci le salite di temperatura nelle fasi di produzione senza portare sentori di bruciato o eccessivo caramellato nel prodotto finito. A completare la cantina, una batteria di quattro fermentatori da 10 hl, per la fermentazione e maturazione della birra.

COLPO D´OCCHIO SU PIANETA BIRRA BEVERAGE & CO 2010
Organizzazione: Rimini Fiera Spa;
Qualifica: fiera internazionale;
Periodicità: annuale;
Ingresso: rigorosamente riservato agli operatori;
Orari: 9.30-18;
Info: 0541-744.111;
Website: www.pianetabirra.com

Segnalato da Rimini Fiera
Ufficio Stampa

Comments

comments