Le azioni Pepsi aumentano dopo l’aumento degli utili e dell’orientamento

Le azioni PepsiCo sono aumentate giovedì dopo che il produttore di bevande e snack ha registrato un aumento nel trimestre nei tre mesi fino alla fine di giugno.

Pepsi (ticker: PEP) ha registrato un utile per azione di $ 1,99 per il trimestre di giugno, superando le aspettative degli analisti di $ 1,96. Il fatturato trimestrale è stato di $ 22,3 miliardi, superando la stima del consenso di $ 21,7 miliardi.

Ancora meglio era la vista. Pepsi ha alzato la sua previsione per la crescita organica dei ricavi per l’intero anno al 10% dall’8% delineato ad aprile, mentre l’utile per azione è salito al 12% da una precedente previsione del 9%.

Le azioni di Pepsi hanno guadagnato l’1,8% nel trading pre-mercato giovedì.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Leggi l’anteprima degli utili di Pepsi qui sotto e guarda presto per ulteriori analisi.

Pubblicità – Scorri per continuare

La maggior parte delle scorte di beni di consumo di base sono diminuite quest’anno, ma, in confronto, Pepsi è aumentata. Gli investitori sono ansiosi di vedere se il produttore di bevande e snack può continuare questo slancio con i risultati del secondo trimestre prima di giovedì.

Gli analisti si aspettano che PepsiCo (ticker: PEP) registri un utile per azione di $ 1,96, in aumento rispetto a $ 1,86 nello stesso periodo di un anno fa, con stime in aumento nell’ultimo mese. Il consenso prevede che le entrate aumentino a $ 21,73 miliardi nel secondo trimestre del 2022 da $ 20,23 miliardi.

Ad aprile, Pepsi ha consegnato Beat-and-Rice nel primo trimestre, che ha fatto salire le azioni. Il titolo Pepsi è salito dell’1,8% finora quest’anno, mentre i suoi omologhi monitorati dal fondo SPDR del settore dei beni di prima necessità (XLP) sono scesi dell’1% fino alla chiusura di martedì. Mentre Pepsi è cresciuta dell’8,5% e XLP dell’1,3% negli ultimi 12 mesi, il suo divario di performance positivo si allarga ulteriormente.

Parte di ciò che ha reso il titolo così di successo è stato messo in mostra nel primo trimestre, vale a dire la capacità dell’azienda di aumentare i prezzi per coprire l’aumento dei costi senza influire sulla domanda. Sebbene l’inflazione si sia raffreddata, molte famiglie stanno ancora lottando per permettersi beni di prima necessità. Wall Street è focalizzata sul fatto che le aziende di alimenti confezionati possano o meno mantenere i prezzi a livelli che mantengono sani i margini senza sacrificare troppo le entrate.

Gli investitori vorranno senza dubbio rivisitarlo in questo trimestre. Da parte sua, l’analista di Goldman Sachs Bonnie Herzog crede che la Pepsi possa dare i suoi frutti. La scorsa settimana, ha ribadito un rating di acquisto sul titolo, sostenendo che “un forte slancio fondamentale per le attività di Pepsi” dovrebbe consentirgli di fornire un altro battito superiore e inferiore e un’altra possibile guida. Ha anche osservato che “l’elasticità dei consumatori rimane sorprendentemente resiliente nonostante il difficile contesto macro”.

In altre parole, pensa che gli acquirenti continueranno a pagare per i prodotti Pepsi.

Pubblicità – Scorri per continuare

Naturalmente, l’azienda non è immune da fattori più ampi che pesano sulle vendite di alimenti e bevande confezionati nelle ultime settimane. Alcuni investitori temono un inevitabile rallentamento della crescita organica, sia per Pepsi che per i colleghi.

Tuttavia, l’analista di UBS Jay Soule sostiene che “la società ha dimostrato la capacità di aumentare la crescita organica dei ricavi nel tempo e continuerà a sovraperformare il più ampio universo di beni di prima necessità di fronte a questa recessione più ampia”. Prevede anche guadagni a sorpresa nel secondo trimestre per Pepsi e mantiene un rating di acquisto sul titolo.

READ  Il Pentagono ha accusato l'aereo da combattimento cinese di agire in modo aggressivo vicino all'aereo statunitense

Se Pepsi offre un feedback positivo sulle sue prospettive di crescita organica futura, potrebbe alleviare alcuni timori sulla sua traiettoria di vendita, anche se la società non aumenta le sue previsioni per l’intero anno.

Meno della metà degli analisti monitorati da FactSet ha un obiettivo di prezzo medio per Pepsi di $ 200, l’8% in più rispetto alla chiusura del titolo martedì.

Scrivi a Teresa Rivas a teresa.rivas@barrons.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *