Antony Blinken ha visitato Pechino nel tentativo di riparare le relazioni fratturate tra Stati Uniti e Cina

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken è a Pechino in una missione tanto attesa per riavviare le relazioni USA-Cina che si sono inasprite quest’anno dopo che un pallone spia cinese avrebbe sorvolato il Nord America.

Blinken sarà il primo segretario di Stato a visitare la Cina dal 2018, un riflesso dei gravi blocchi della pandemia di coronavirus di Pechino, ma anche di come le relazioni USA-Cina siano sprofondate al punto più basso degli ultimi decenni.

Il suo viaggio segue un incontro tra il presidente Joe Biden e il suo omologo cinese Xi Jinping a Bali a novembre, quando i leader hanno concordato sulla necessità di costruire una “piattaforma” sotto la relazione. Ma il piano è stato deragliato a febbraio quando Blinken ha annullato un viaggio in Cina a causa del pallone.

Le relazioni hanno avuto una traiettoria discendente negli ultimi anni. Gli Stati Uniti sono preoccupati per il rifiuto della Cina di condannare la Russia per la sua azione militare intorno a Taiwan e per la sua aggressione in Ucraina, mentre Pechino accusa Washington di cercare di frenare le sue ambizioni imponendo restrizioni all’esportazione di tecnologia avanzata e ampliando gli accordi di difesa con gli alleati regionali.

La relazione ha raggiunto il culmine dopo che un pallone spia cinese ha sorvolato basi militari chiave prima che gli Stati Uniti lo abbattessero a febbraio.

Nell’ultimo mese ci sono stati segnali di miglioramento. Il Financial Times ha riferito che il direttore della CIA Bill Burns ha effettuato una visita segreta in Cina a maggio. Quello stesso mese, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jack Sullivan ha incontrato a Vienna Wang Yi, il massimo funzionario cinese per la politica estera. Biden ha poi dichiarato al G7 di Hiroshima, in Giappone, di aspettarsi un’immediata “trebbiatura” delle relazioni.

READ  Un morto, quattro portati in ospedale dopo aver sparato nel centro di Atlanta, dice la polizia

Un alto funzionario statunitense ha affermato che le relazioni sono ora “a un punto in cui possiamo andare avanti con l’agenda di Bali”.

“Questo è lo scopo di questo viaggio”, ha detto il funzionario, che ha avvertito che sarebbe “difficile” per Blinken fare progressi con “una visione molto chiara”.

“Questo viaggio è una riconnessione, non un deterrente. Deve prevenire un deterioramento delle relazioni e trovare una base per la stabilità”, ha affermato Ivan Medeiros, esperto della Georgetown University in Cina. “Entrambi i paesi vogliono che l’incontro non vada male, ma è troppo presto per parlare di successo”.

Daniel Grittenbrink, il massimo funzionario del Dipartimento di Stato per l’Asia orientale, ha affermato che Blinken aveva tre obiettivi, inclusa la necessità di canali di comunicazione per garantire che la competizione fosse “liberata dai conflitti”.

Dennis Wilder, un ex massimo esperto cinese della CIA, ha affermato che la visita porrà fine a un periodo di “profonda rabbia” ma farebbe ben poco per affrontare “la sfiducia fondamentale”.

“I cinesi sono confusi dal rinvio della visita del Segretario Blinken all’inizio di quest’anno e dal suo avvertimento pubblico a Pechino alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. [in February] Sulla possibile assistenza cinese alla morte in Russia”, ha detto.

Blinken terrà due giorni di incontri con il ministro degli Esteri cinese Qin Gang e altri funzionari. Non era chiaro se avrebbe incontrato Xi, che aveva programmato di visitare a febbraio.

Wilder ha detto che il rifiuto di Xi di incontrare Blinken sarebbe un “segnale forte” che Pechino è preoccupata per le azioni degli Stati Uniti che “non mettono in pericolo” l’economia cinese, incluso il freno allo sviluppo tecnologico avanzato di quest’ultima.

READ  Intervista a Oleksiy Danilov: controffensiva ucraina "pronta a iniziare"

Uno studioso cinese ha affermato che il viaggio di Blinken avrebbe avuto successo solo se avesse incontrato Xi, aggiungendo che vedere solo Qin o Wang, che non sono ministri degli esteri negli Stati Uniti, sarebbe un “affronto”.

Sebbene i funzionari statunitensi abbiano affermato che è passato abbastanza tempo dall’incidente del pallone per riprendere le riunioni ad alto livello, la relazione è ancora sospesa.

Il FT aveva precedentemente riferito che la Cina era riluttante a visitare Blinken a causa delle preoccupazioni che l’FBI avrebbe rilasciato i risultati di un’indagine sul pallone, che secondo la Cina è una nave di osservazione meteorologica. In una lettera che cita la storia del FT, questa settimana 19 senatori repubblicani hanno esortato Biden a non cedere agli sforzi cinesi per “spingere l’America verso la pace” e a rilasciare “immediatamente” i risultati dell’FBI.

Raja Krishnamurthy, il massimo democratico del comitato House China, ha affermato di aver esaminato parte del materiale dell’FBI relativo al pallone, che ha definito “che apre gli occhi”.

“Per loro [China] Chiamalo pallone meteorologico. . . Non è un gran bell’aspetto”, ha aggiunto.

Sabato, alla domanda se il viaggio avrebbe aiutato ad allentare le tensioni, Biden ha detto di non sapere cosa stesse facendo il pallone. “È stato più imbarazzante che intenzionale”, ha detto Biden, aggiungendo che sperava di incontrare Xi “nei prossimi mesi”.

Mike Gallagher, il presidente repubblicano della House China Committee, ha detto al FT che i commenti del presidente erano “ingenui e fuorvianti”.

“Non possiamo confondere le recenti violazioni della nostra sovranità da parte del Partito Comunista Cinese e la crescente aggressione come un semplice incidente”, ha affermato.

READ  SpaceX lancerà 21 satelliti Starlink V2 il 19 aprile

Alcuni analisti hanno affermato che la Cina potrebbe volere una “pausa strategica” nelle tensioni per contrastare la sua economia vacillante mentre fatica a riprendersi dalle rigide restrizioni Covid.

Le mosse cinesi per inasprire le sanzioni sulle esportazioni statunitensi e le leggi anti-spionaggio, nonché un giro di vite sui consigli stranieri, hanno danneggiato il sentimento degli investitori.

Ma in un monito a coloro che sperano in un imminente disgelo, venerdì il ministero degli Esteri cinese ha attaccato gli Stati Uniti, accusando Washington di continuare a cercare “connessioni” mentre “danneggia gli interessi della Cina”.

A Washington, l’amministrazione Biden sta anche affrontando critiche da parte dei repubblicani, che hanno descritto gli sforzi di riconciliazione con Pechino come “impegno da zombi”. Questa settimana, ha detto alla CNBC che raggiungere la Cina con rami di ulivo per stimolare il coinvolgimento è “un appello all’aggressione”.

Ma Krishnamurthy, la sua controparte democratica, ha affermato che gli incontri ad alto livello contribuiranno a stabilizzare i rapporti e chiariranno come il comportamento aggressivo di Pechino “innescherà l’escalation”.

“A Mike potrebbero piacere i film sugli zombi. . . Ma è fondamentale che abbiamo queste conversazioni, che siamo chiari e allo stesso tempo ascoltiamo attentamente, e poi cerchiamo di trovare modi per scoraggiare l’aggressività.

Seguimi Demetrio di Sebastopoli su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *