Joel Embiid e i 76ers stanno scavando a fondo su Miami, ma ora inizia la vera sfida

FILADELFIA – Dall'altra parte del campo, Joel Embiid ha raddoppiato sull'enorme Jumbotron del Wells Fargo Center e su applausi rauchi mercoledì sera. Sia che Tyrese Maxey o Kelly Oubre o l'eroe del culto Nicolas Batum passino sulla linea di fallo opposta, Embiid tornerà all'estremità difensiva, lavorando con il suo telaio da 280 libbre per salvarsi per un altro frenetico sprint lungo il legno duro.

Il condizionamento non ottimale per l'MVP in carica – ancora sulla via del ritorno da un lungo infortunio al ginocchio – era evidente da ogni suo respiro pesante. Dato che la zona 2-3 di Miami si adattava a lui e ai suoi compagni di squadra per tutta la serata, ha lasciato i Rabbits rimbalzare sul ferro, trattenendo la palla troppo a lungo e lavorando troppo lentamente. Tuttavia, la prestazione coraggiosa di Embiid nel quarto trimestre, aiutata dal tiro frizzante di Badam, ha aiutato Philadelphia a recuperare da uno svantaggio di 13 punti nel secondo tempo per battere il rivale Jimmy Butler e i Miami Heat 105-104. Settima testa di serie nei playoff della Eastern Conference e appuntamento al primo turno con i New York Knicks.

“Non ho giocato al meglio”, ha detto Embiid. “Fino al quarto quarto, non sono riuscito a raggiungere i miei posti per tutta la partita.”

PHILADELPHIA, PENNSYLVANIA - 17 APRILE: Joel Embiid n. 21 dei Philadelphia 76ers è difeso da Bam Adebayo n. 13 dei Miami Heat durante il terzo quarto durante una partita di play-in della Eastern Conference al Wells Fargo Center il 17 aprile 2024 a Filadelfia .  , Pennsylvania.  Nota per l'utente: scaricando o utilizzando questa foto, l'utente riconosce e accetta espressamente di accettare i termini e le condizioni del contratto di licenza Getty Images.  (Foto di Tim Nwachukwu/Getty Images)

È stato allora che Embiid ha realizzato una tripla avanti e indietro. Ha lanciato un razzo che ha colpito l'ala opposta. È stato espulso con un'altra palla lunga. Ha concluso con un rimbalzo critico e uno offensivo. Il conteggio finale di Embiid di 23 punti, 15 rimbalzi e cinque assist gli ha richiesto di guadagnare ogni tacca nel libro dei marcatori.

READ  La mischia South Carolina-LSU è andata in pezzi durante un fine settimana stellare di basket femminile. "Devo aggiustarlo"

Miami brulicava ad ogni suo tocco e Philadelphia faticava a dargli la palla dietro un labirinto e le rotazioni su corda degli Heat. I primi due frame, in cui i Sixers hanno segnato solo 39 punti all'intervallo, hanno riportato alla mente le ombre familiari delle sfide monumentali di Embiid e Philadelphia contro i Celtics durante le ultime due partite del secondo turno della scorsa primavera – quando il suo fioretto, Nikola Jokic di Denver, ha ballato il valzer. Lato ovest del girone dei playoff. Queste carenze contro Boston, tra gli altri fattori, sono parte del motivo per cui Doc Rivers non ha funzionato come linea laterale per i Sixers e l'allenatore Nick Nurse ha pilotato Embiid prima dell'esperimento di scienza folle della G League di Daryl Morey nella Valle del Rio Grande. e co. Non sono mai riusciti a superare il secondo turno di partite.

L'intero sistema comprende che i criteri specifici definiscono la fine di quest'anno. L'allontanamento da Miami, la testa di serie numero 8, e un incontro nel turno di apertura contro una squadra Celtics ancora più forte danno a Embiid un passo da gigante verso il raggiungimento di un obiettivo che gli è sfuggito nelle sue prime sette stagioni. Poi ci saranno ancora quelle alte aspirazioni del primo titolo dei Sixers dal 1983, quando la franchigia rivendica con orgoglio il terzo maggior numero di vittorie nei playoff nella storia della NBA. Quando 11 palle perse nel primo tempo hanno perforato l'attacco da gol di Philly contro Miami, soprattutto quando le cose si fanno stantie, questo è il tipo di prestazione scarsa che i fan dei Sixers desiderano vedere dall'uomo al centro delle loro speranze di titolo.

READ  Abbiamo pompato abbastanza acque sotterranee da alterare il ciclo terrestre

“Pensavo che avesse gareggiato. Pensavo che avesse gareggiato tardi”, ha detto l'infermiera, aggiungendo che Embiid è stato ripetutamente trascinato in un'azione di pick-and-roll dall'altra parte del campo da Bam Adebayo. “Gli ultimi minuti, non è stato così facile, [Tyler] Hero sta arrivando a 100 miglia all'ora e Joel deve essere su quegli schermi.

Maxey ha superato il suo approccio passivo che ha avuto un ruolo nel soffocare l'offensiva iniziale dei Sixers. Ha giocato a patate bollenti con gli altri membri della sua zona di difesa attorno al perimetro. L'infermiera continuava ad abbaiare affinché Maxie passasse chiunque si trovasse nel press 1-2-2 di Miami che si trasformò in un avaro 2-3 a metà campo. “Gli ho detto tutto il tempo di fare un passaggio, riprenderlo, abbassare la testa, andare a far scivolare la difesa”, ha detto l'infermiera. Bottom, che di recente ha aiutato Phoenix a raggiungere le finali NBA del 2021 e con ulteriori consigli della guardia senior Cam Payne, mercoledì ha messo a segno una grande tripla dalla panchina nel terzo quarto per farcela mentre Maxey raggiungeva la Coppa e finiva il suo primo a tutto tondo . – Campagna stellare.

I 76ers sono andati in pezzi dopo essere partiti con un 3 su 20 da oltre l'arco, riuscendo a connettersi in cinque dei sette tentativi successivi nel terzo quarto. Batum ha piovuto fuoco dagli angoli e sopra l'intervallo, segnando 20 punti record della stagione su sei triple. “Sa come interrompere quella zona con il tiro perimetrale”, ha detto l'infermiera. “Ha trovato alcune aree in cui andare e ha continuato a premere il grilletto.”

Tuttavia, sono stati i contributi di Willier di Batam a garantire il successo dei Sixers. È uscito dalla vista per ribaltare il fallo di Maxie in un contropiede. A un minuto dalla fine, la zona di difesa ha riunito Herro per forzare un fallo. Poi ha giocato il tiro dell'Eroe con 24.5. “È sorvegliato dal ragazzo più piccolo della NBA come Trae Young al ragazzo più alto della NBA a Wembley”, ha detto Maxey. “Pensaci.”

READ  L'aeronautica americana riprende in video la "manovra aggressiva" dell'aereo cinese

Kyle Lowry di Filadelfia ha inseguito una lunga e tardiva rimonta per proteggere il suo caro amico Butler da un infortunio al ginocchio che lo ha reso discutibile per la partita di venerdì. Tobias Harris, per ciascuno dei suoi saltatori fuori bersaglio, ha lottato su entrambi i lati del vetro. Non solo Buddy Hield ha contribuito a rompere il crollo dei tiri dei Sixers, ma anche Paul Reid ha aiutato con un alley-oop crescente. I Sixers sfoggiano una profondità da veterano dietro i migliori talenti, il che dimostra perché erano sul passo per spingere per 60 vittorie prima che Embiid cadesse per un infortunio al ginocchio.

Viaggeranno verso nord venerdì prima di affrontare New York sabato alle 18:00. Jalen Brunson e un plotone di centri attendono all'interno del Madison Square Garden. I Knicks hanno giocato una difesa a zona quasi zero in questa stagione sotto Tom Thibodeau. Embiid ha tempo per recuperare. E di fronte a una franchigia rivale ampiamente nota per volere i suoi servizi durante la fine di Filadelfia, i Sixers hanno la prossima possibilità di dimostrare di aver costruito qualcosa di stabile attorno al talento di 7 piedi nella parte anteriore e destra del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *